Palazzolo, Tonello soddisfatto per la mega-vasca di laminazione. A Senago cambia il progetto?

Sul tema vasche di laminazione per contenere le esondazioni del Seveso oggi sul Giorno si può leggere un articolo da cui traspare la soddisfazione dell’Assessore Andrea Tonello per la futura vasca di Palazzolo-Varedo (ex Snia) che sarebbe la più grande di tutte le vasche previste. Faccio rilevare che l’Assessore si esprime a mezzo stampa, ma non ha dato ancora nessuna informazione ai consiglieri comunali.

Intanto il consigliere regionale Massimo De Rosa (M5S) informa: Senago cambia il progetto vasche: “Vogliamo chiarezza e un progetto condiviso”.

ASILO – Dall’Isola al mondo (25 gennaio): Vasche, la nostra PROPOSTA per il SEVESO

Varie: comandamenti Carcano, vasche Seveso, Farmacia Paderno Cresce, ex SuperDì, insediamento Mario Alparone, PD

Sta per uscire il libro di Silvana Carcano (ex consigliera regionale M5S) sui dieci comandamenti. In attesa dell’arrivo del volume nelle librerie l’autrice ha aperto una nuova pagina facebook.

Sul blog Qui Paderno Dugnano ieri Gianfranco Massetti (LeU) ha espresso alcune considerazioni circa il progetto anti-esondazione: Le vasche del Seveso

La nuova Farmacia San Gaetano (Baraggiole/Calderara) vicina alla lista di centrodestra Paderno Dugnano Cresce? Così pare da Instagram

Notiziario (7 gennaio): Ex Superdì, le cose si stanno complicando, saltano le riaperture, 800 nell’angoscia

Monza in diretta (6 gennaio): ASST Monza: insediato il nuovo DG Mario Alparone (testo integrale della lettera di saluto ai dipendenti)

PD Paderno Dugnano (7 gennaio): In mille piazze – sabato 12 gennaio

Aggiornamento su vasche di laminazione

Palazzolo si prepari, anche se non subito, ad accogliere la vasca di laminazione nell’area ex Snia (da bonificare) al confine con Varedo.

Ieri il Corriere della Sera ha pubblicato un articolo che fa il punto sulla questione: Milano, l’anno del Seveso: si sblocca il piano contro le esondazioni. Nuovi bandi al via per le vasche di Senago e Parco Nord

PS: Dall’Amministrazione Comunale nessuna nuova.

Varie: cimitero, vasche di laminazione, IperDì, traduttori, truffa elettricità

[Convoglio delle “Nord” diretto verso Cadorna ripreso tra Palazzolo Milanese e Paderno Dugnano, 3 gennaio 1987 – by Maurizio Messa]

Il Notiziario (6 settembre): Paderno, la ladra del cimitero incastrata dalle telecamere della Polizia Locale | VIDEO

NordMilano24.it (6 settembre): Paderno, danni al cimitero: denunciata una donna di 70 anni

Comunicato stampa del Comune di Paderno Dugnano (6 settembre): Danneggiamenti al cimitero: la Polizia Locale denuncia una settantenne

Il Giorno (6 settembre): Seveso, cinque vasche solo sulla carta. E ogni pioggia è un pericolo. La guerra di carte bollate frena il piano contro le esondazioni

Il Giorno (2 settembre): IperDì, svolta nelle trattative: riaprono i discount. I supermercati verranno ceduto ad altre società: speranza per i mille dipendenti

Ansa (31 agosto): L’Europa cerca i migliori giovani traduttori del continente. Da domani aperte iscrizioni scuole per concorso Ue sulle lingue

Lo scorso anno a trionfare fra gli studenti italiani era stato Gianluca Brusa, allievo dell’Istituto di Istruzione Superiore Carlo Emilio Gadda di Paderno Dugnano, in provincia di Milano.

Il Cittadino (26 agosto): Paderno Dugnano: truffa sull’elettricità, gestore cambiato all’insaputa degli utenti

Esondazioni #Seveso e vasche di laminazione: Amici del Parco Nord rispondono all’Assesore Granelli

Nei giorni scorsi le piogge hanno riportato l’attenzione sulle esondazioni del Seveso e sul progetto vasche di laminazione, attualmente in stallo. L’assessore di Milano Marco Granelli è intervenuto via stampa.

Corriere della Sera (26 agosto): Seveso, Granelli e le opere in ritardo: «Necessaria la vasca al Parco Nord»

L’Associazione Amici del Parco Nord di Bresso ha risposto in modo secco all’Assessore Granelli tramite la propria pagina facebook. Condivido!

Dopo le interviste dell’ Assessore Granelli, l’ Associazione Amici Parco Nord precisa e rilancia. Ripetiamo: le esondazioni a Milano devono cessare. Per noi questo resta un imperativo categorico. Avete il potere e i quattrini, se non avete fatto nulla interrogatevi e prendetevi le vostre responsabilità. Le vasche sono una soluzione sbagliata, culturalmente arretrata e dannosa. Per questo solleva le proteste dei Comuni, delle associazioni e dei cittadini. Pulire le acque del Seveso, bloccare gli scarichi abusivi, completare il sistema della depurazione, realizzare le aree golenali a Cantù: almeno su questo siamo d’accordo, ma non avete fatto nulla.