GDO aria di crisi: conclusa la mobilità per fallimento Trony

L’andamento della crisi della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) si coglie meglio se si osserva quanto sta accadendo al di là delle Alpi:

RTL INFO – Belgio (6 maggio): Lidl, Carrefour et peut-être bientôt le groupe Mestdagh: la grande distribution est-elle en crise?

Per quanto riguarda l’Italia sul sito del sindacato UILTuCS un comunicato del 4 maggio fornisce un aggiornamento, che riguarda anche i lavoratori Trony del negozio recentemente chiuso nel Centro Commerciale Brianza: Fallimento DPS Trony: conclusa la procedura di mobilità

In questo quadro che preoccupa è importante dare la giusta attenzione alla rete locale del commercio.

Affari e Finanza – Repubblica.it (30 aprile): Gdo termometro della società “Negozi fondamentali per capire dove va il Paese”

L’ampliamento
del Centro Commerciale Brianza

è un’OPERAZIONE IMMOBILIARE
che non serve né alla città,
né allo sviluppo del commercio,

né ai lavoratori.

Varie: locomotiva coccinelle, Trony e la crisi del retail, lavoratori EcoNord, prostitute derubate, alberelli…

Le coccinelle di Insieme per cambiare sono al centro del dibattito politico: PARLANDO DI FUTURO SI PARLA DI NOI

Il Cittadino (20 marzo): Economia, Trony chiude punti vendita per il fallimento di una socia: c’è anche Paderno Dugnano

Sull’argomento crisi della GDO Gianni Rubagotti mi segnala questo articolo di Bloomberg (19 marzo) che conferma le preoccupazioni espresse ieri circa l’ampliamento del Centro Commerciale Brianza: Supermarket Bankruptcies Are Beginning to Pile Up

I lavoratori EcoNord di Paderno Dugnano continuano la loro lotta. La lista civica Insieme per cambiare esprime solidarietà e segue da vicino gli sviluppi della situazione: LAVORATORI AMSA/ECONORD: PROCLAMATO LO SCIOPERO PER IL 22 MARZO

Radio Lombardia (20 marzo): Si fingevano clienti per rapinare prostitute, 3 arresti

IXC (18 marzo): Via Sant’Ambrogio: sono apparsi dei piccoli alberi

#PadernoDugnano: le ragioni del fallimento TRONY (urge una riflessione)

Il sindacato Fisascat-CISL ha pubblicato ieri il seguente comunicato stampa: Trony: chiusi 40 negozi per fallimento Dps,500 lavoratori a casa. Ceotto: «Chiesto tavolo al Mise, retail schiacciato dall’e-commerce»

“La preoccupazione per il settore c’e’ da tempo – fa notare Mirco Ceotto, segretario nazionale Fisascat Cisl – perche’ la concorrenza dell’e-commerce e’ sempre piu’ pesante

Esprimendo solidarietà ai lavoratori Trony, ribadisco la domanda più volte sollevata circa gli sviluppi futuri che riguardano il territorio di Paderno Dugnano: in questo quadro economicamente incerto che senso ha ampliare il Centro Commerciale Brianza?

Trony, grave crisi (anche presso il Centro Commerciale Brianza)

Mercoledì sono passato nel tardo pomeriggio dal Centro Commerciale Brianza. Ho notato la preoccupante “desertificazione” dell’area Trony. Davvero impressionante.

Sul Giorno di oggi leggo questo articolo: Trony, si lavora nei negozi vuoti. La catena è in ginocchio. E i dipendenti restano senza stipendio

Vedi anche sul Corriere della Sera di oggi: Trony, oltre 800 lavoratori a rischio nella crisi della catena del bianco