Toti, chiusura notturna: perché orari differenziati?

Da stasera è stata ripristinata la chiusura notturna del Parco Toti. Un passo in avanti importante per una maggiore cura di un luogo di pregio per la nostra comunità.

Leggi l’ordinanza sindacale

Qualcuno si chiede: come mai è stata prevista una chiusura differenziata?

Il parcheggio del campo sportivo era usato in modo improprio di sera. Con vandalismi vari ai bagni, alla pista di pattinaggio e al bocciodromo. Nei mesi scorsi questo parcheggio è stato usato anche per giochi pericolosi con le auto (in un caso un’auto si è addirittura cappottata danneggiando una panchina) . Si è ritenuto opportuno chiudere questo parcheggio alle 21,30.

L’altro cancello (ingresso piscina, bar e campetti sportivi) viene chiuso invece alle 23,30. Chi frequenta questi esercizi commerciali e sportivi o vuole fare una passeggiata può farlo fino all’ora di chiusura.

La sanzione prevista per chi non rispetta gli orari è stata innalzata da 50 a 100 euro.

Passaggio a livello: Roberto Alberti propone una soluzione seria e motivata

Roberto Alberti è un palazzolese doc.

La sua riflessione sulla richiesta di chiusura del passaggio a livello da parte di Ferrovie Nord deve essere letta con attenzione.

Blog Piccole storie a Paderno Dugnano (1 giugno): Passaggio a livello di Palazzolo Milanese, una soluzione possibile

Roberto Alberti è attivo nella lista civica Persone al centro e si impegna per la città a stretto contatto con Insieme per cambiare. E’ stato uno dei promotori della campagna per una riqualificazione innovativa di via S.Ambrogio (mobilità leggera e salvaguardia dei tigli della via Comasinella).

App Trenord: sicurezza e distanziamento sociale

Da ieri è cominciata la Fase 2. Sul fronte del trasposrto ferroviario segnalo una novità offerta da Trenord.

Il Notiziario (18 maggio): C’è posto sul treno? Fase 2 con l’App di Trenord in tempo reale

Il Giorno (18 maggio): Coronavirus, quanti posti sul treno in arrivo? L’app di Trenord lo dice ai viaggiatori

Il Corriere della Sera (18 maggio): Trenord, sull’app la funzione per conoscere in tempo reale i posti disponibili in treno

Varie: Sindaco su Radio Popolare, due denunce, sindacati per la sicurezza dei lavoratori, piattaforma via Parma

Stamattina intervista del Sindaco di Paderno Dugnano su Radio Popolare: Isolamento e solidarietà: le iniziative a Paderno Dugnano

Notiziario (15 marzo): Coronavirus, controlli a Paderno: 2 denunce. Uno è irregolare, l’altro arriva da Saronno

Sinistra per Paderno Dugnano (15 marzo): CGIL-CISL-UIL: accordo per la sicurezza dei lavoratori, in tempi di coronavirus

Dalla pagina facebook del Comune:

#IORESTOACASA – Chiusura Centro Raccolta Rifiuti🏡

⛔️Fino al prossimo 3 aprile il Centro Raccolta Rifiuti di via Parma sarà chiuso all’utenza privata.
Le attività produttive che in questo periodo avranno la necessità di conferire rifiuti, potranno accedervi nelle giornate di martedì e giovedì nei consueti orari di apertura: dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30.
🔺Il provvedimento rientra tra le misure per il contenimento del rischio di contagio da Coronavirus.
Nel periodo di chiusura del Centro Raccolta Rifiuti sarà garantito, nei casi di indifferibilità, il ritiro degli ingombranti presso il domicilio da prenotare al numero 800103720, oltre che l’ordinaria raccolta differenziata secondo il consueto calendario annuale.

#PadernoDugnano, chiusura dei parchi: state a casa!

Il Sindaco Casati annuncia stasera una nuova misura per fermare la diffusione del coronavirus: chiusura da domani 11 marzo al 3 aprile dei 4 parchi cittadini (Centro sportivo Toti, Parco Lago Nord, Borghetto e Belloni).

L’ordinanza, pubblicata in serata, prevede “sanzioni penali per chiunque non osservi provvedimenti legalmente dati dall’Autorità per ragioni di sicurezza”.

Sottopasso Palazzolo: sicurezza ripristinata (dopo tanti anni)

Questa riparazione potrebbe sembrare un piccolo risultato, ma per chi conosce la vicenda si tratta di una piccola grande cosa!

Il Prefetto a #PadernoDugnano contro le truffe

Un bel pomeriggio ieri presso il Centro Falcone e Borsellino con il Prefetto di Milano Renato Saccone per parlare di truffe e frodi agli anziani. Notevolissima la partecipazione.

Dopo il saluto del Sindaco, il Capitano della Guardia di Finanza (Compagnia di Paderno Dugnano) ha illustrato con efficacia i vari raggiri frequentemente messi in atto ai danni delle persone sole e anziane.

Il Prefetto Saccone è intervenuto per ultimo, spiegando la necessità di alzare l’attenzione contro le truffe, ma anche l’importanza di costruire relazioni di fiducia e di collaborazione perché – ha detto – “è importante essere comunità, fidarsi degli altri, costruire insieme la sicurezza di tutti…”.

Al termine rinfresco e foto di rito.

Rotonda via Battisti: finalmente pedoni e ciclisti più sicuri!

E’ passato un anno, c’è voluto il cambio della Giunta… ma alla fine il risultato a tutela della sicurezza dei cittadini è arrivato. E di questo sono veramente soddisfatto, anche se sembra una piccola cosa!

Vi invito a leggere che cosa chiedeva un anno fa Legambiente all’Assessore ai Lavori Pubblici Tonello: lettera aperta

Inoltre c’è un’altra situazione, potenzialmente molto pericolosa, che va sistemata adeguatamente. Riguarda un tratto ciclo-pedonale in corrispondenza dell’ingresso del cantiere Rho Monza che si affaccia sulla rotonda “Unes”. In questo tratto di strada, il percorso riservato ai pedoni e ai ciclisti è delimitato solo da una riga gialla, in una zona che di notte è completamente buia. Chi si trova a percorrere questo tratto è esposto al rischio concreto di essere investito dalle automobili, soprattutto da quelle provenienti da via Battisti che, imboccata la rotonda in direzione cavalcavia FNM, non vedendo la linea gialla, praticamente invisibile fino all’ultimo secondo, tendono pericolosamente ad invadere il tratto di cui parliamo, che è senza alcuna protezione. La cosa più semplice che ci viene da suggerire è che, fatto salvo lo spazio di accesso al cantiere, i due segmenti che vanno, uno in direzione della Giraffe e l’altro in direzione del cavalcavia,vengano protetti dalla circolazione delle auto mediante posizionamentodi barriere di cemento, in luogo dell’esistente ed inutile striscia gialla sull’asfalto. A sottolineare ulteriormente l’altissimo grado di pericolosità, segnaliamo che alcuni giorni fa , due signore residenti in via Montessori, che percorrevano, di sera e a piedi il tratto di strada di cui sopra, in direzione Giraffe, non sono state investite da una automobile per puro miracolo. Riteniamo che sia il caso di intervenire senza indugi.

Circolo Grugnotorto Legambiente

Circolo Grugnotorto di Legambiente (15 dicembre 2018): SOTTOPASSI DELLA RHO-MONZA A PADERNO DUGNANO. LA LUCE STA ARRIVANDO. E IL RESTO?

Circolo Grugnotorto di Legambiente (19 dicembre 2018): SCUSATE IL DISTURBO, MA DOBBIAMO INSISTERE!