Varie: morta donna investita ieri, Sinistra e il virus, Gigante Sesto, ricercatrice Sacco Annalisa Bergna, droga

Notiziario (29 febbraio): Paderno, morta la donna investita: 87enne indagata per omicidio stradale

Sinistra per Paderno Dugnano (29 febbraio): La lezione del virus

Giorno (29 febbraio): Sesto, il Gigante abbassa la clèr. “Salvi i 120 posti di lavoro”

Annalisa Bergna (ricercatrice Ospedale Sacco)

Notiziario (29 febbraio): Coronavirus: ricercatrice di Paderno nel team dell’ospedale Sacco

Qui Paderno Dugnano (29 febbraio): Da Paderno a Sesto: ricercatrici al lavoro

Adnkronos (28 febbraio): Coronavirus, precaria Sacco: “Spero nel miracolo che mi assumano”

Varese News (28 febbraio): Sequestri di droga: l’assessore de Corato ringrazia le forze dell’ordine [cita anche sequestro a Paderno Dugnano]

Chiesa: il Decanato di Sesto dice no a CasaPound

Sul sito della Diocesi di Milano si può leggere la presa di posizione netta del Decanato di Sesto San Giovanni (che raggruppa le 10 parrocchie della città) nei confronti dell’iniziativa di CasaPound in programma domani: Il Decanato: No alla manifestazione di CasaPound

Viaggio nei diritti e doveri delle famiglie arcobaleno

Ricevo dall’associazione GayMiN Out il seguente comunicato:

Sesto San Giovanni 22/10/2018

Invito all’incontro ‘Famiglie di Carta: viaggio nei diritti e doveri di mamme papà e bambini arcobaleno’

Domenica 28 ottobre, dalle ore 15:00 alle 18:00, presso la sala ‘Ex Biblioteca dei Ragazzi, in piazza Oldrini 120 a Sesto San Giovanni, si terrà una conferenza aperta alla cittadinanza dal titolo: Famiglie di Carta: viaggio nei diritti e doveri di mamme papà e bambini arcobaleno. [Evento Facebook]

Quali sono le difficoltà che una famiglia omogenitoriale deve affrontare in Italia? La burocrazia italiana spesso ostacola i neogenitori appartenenti alla comunità Lgbt (lesbiche, gay, bisessuali, transgender), rendendo il riconoscimento dei diritti e doveri sui figli un groviglio di carte e documenti infinto. L’incontro è un dialogo a più voci tra Michele Giarratano, avvocato, Maria Elena Mantovani, rappresentate di Famiglie Arcobaleno, e due coppie di neogenitori.
L’obiettivo dell’evento è informare, in un ambiente privo di stereotipi e pregiudizi, su alcuni temi ‘caldi’ che coinvolgono la comunità Lgbt e l’intera cittadinanza. E’ importante fare chiarezza sull’iter che le famiglie di mamme o papà devono affrontare quando registrano i propri figli all’anagrafe. Verrà spiegata la differenza fra i termini ‘registrazioni’ e ‘trascrizioni di atti di nascita’, spesso poco chiari o usati a sproposito, e si porrà l’accento sull’attuale legge italiana, i cui vuoti normativi scaricano la responsabilità di trascrizioni e registrazioni sui singoli sindaci.
L’intero evento, seppur specifico e per certi versi tecnico, sarà condotto con un linguaggio semplice e comprensibile da tutto il pubblico. Al termine, verrà predisposto un ricco buffet, durante il quale il pubblico potrà confrontarsi direttamente con i relatori.

‘Famiglie di carta’ è organizzato dalla prima associazione LGBT+ del Nordmilano: GayMiN Out, in collaborazione con Famiglie Arcobaleno e la rete di avvocati bolognesi Gay Lex.

Vi aspettiamo e siamo a disposizione per qualsiasi informazione.

Il Direttivo di GayMiN Out

_______________________________________________________________________________
GayMiN Out è un’associazione di promozione sociale registrata ufficialmente a marzo 2016, che si propone di organizzare nella provincia di Milano iniziative culturali e di confronto sui temi della parità di genere e della discriminazione verso le persone omosessuali, bisessuali e transessuali. L’associazione è formata da quindici componenti, tutti sotto i quarant’anni anni. Studenti e lavoratori, che provengono da diversi comuni del Nord Milano e da differenti composizioni sociali ma che condividono la visione di una società i cui valori fondanti siano l’eguaglianza e il rispetto.