Grazie ai cittadini che si impegnano per difendere il verde

Pomeriggio di teatro, musica e cabaret ieri presso il Salone ex Splendor per raccogliere fondi a favore del ricorso al TAR contro la Variante RE3 voluta da Alparone-Bogani.

Buona la partecipazione. Ancora una volta i cittadini hanno dimostrato di volere una città più rispettosa del verde e meno prona agli interessi dei privati.

Se condividete la causa, è possibile sostenere il ricorso al TAR versando un contributo tramite Legambiente:

  • Dai il tuo contributo via PayPal
  • oppure con Bonifico Bancario intestato a: Legambiente Circolo Grugnotorto-Paderno Dugnano con causale “Sostieni Ricorso RE3” utilizzando il seguente Cod. IBAN: IT35K 03359 01600 100000 159724 aperto c/o Banca Prossima sede di Milano

Oggi tutti a teatro contro le palazzine nel parco

Ti aspetto, se puoi, oggi pomeriggio presso l’ex cinema Splendor.

Il Coordinamento RE3 che si batte contro la costruzione di tre palazzine nel parco di via Gorizia / via Dalla Chiesa organizza un evento di autofinanziamento per sostenere il ricorso al TAR.

La cattiva politica permette di costruire in un’area verde pubblica. I cittadini che amano Paderno Dugnano si oppongono allo scempio.

Una domenica grigia e umida: considerazioni varie

Giornata uggiosa che invita alla riflessione.

Per prima cosa vi invito a leggere il discorso del Presidente della Repubblica sulla Giornata del Ricordo: si tratta di una vera e propria lezione di storia sulle foibe e sulla necessità di custodire con impegno l’ideale europeo.

Mi unisco all’affetto di tanti per Silvana Carcano, che è ricoverata in ospedale dopo un grave infarto. Sono rimasto molto colpito dalla notizia del suo malore e del prontissimo intervento sanitario che l’ha salvata.

In vista delle elezioni europee ricevo e vi segnalo l’appello Onda Verde Civica, sottoscritto da varie personalità (attori, cantanti, docenti, professionisti…).

Per quanto riguarda la cronaca politica padernese riprendo un pensiero di Sergio Bucci su Facebook. Non sta a me dire se e quanto corrisponda alla realtà, ma è comunque un punto di vista interessante:

Riflessioni del sabato mattina sulla politica locale: Il csx al momento sembrerebbe diviso in 3: il pd che non ha ancora sciolto la candidatura del suo number one Ezio Casati. Giovanni Giuranna che rappresenta una lista civica molto attiva e sponsorizzato da LeU e da Rifondazione. Giovanna Baracchi potrebbe essere la candidata per PaP. A destra le cose vanno decisamente meglio. Rientrato il problema in casa lega con il commissariamento della sezione “alla faccia del “padroni a casa nostra” Forza Italia ai minimi storici a livello nazionale ma a livello locale vanta un cavallo di pura razza che alle regionali ha toccato le 3mila preferenze, il che significa che senza Alparone a Paderno Forza Italia conta il 2 di spade quando la briscola è bastoni. Paderno Cresce a mio avviso è cresciuta fin troppo fin dalla nascita, per questo penso che avrà un buon risultato ma difficilmente ripetibile. Mancherebbe la lista poltrone e sofà e come dicono in pubblicità, gli sconti finiscono domenica. 😱

[da un suo commento odierno sempre su fb]: Bogani è candidato ma sembrerebbe che interferenze esterne al suo partito abbiano deciso di cambiare cavallo.

Sergio Bucci

Dal sito padernese di Liberi e Uguali segnalo due numeri del giornale che riassume le opinioni e le attività del gruppo politico di Marco Coloretti: gennaio febbraio.

Mancano 104 giorni alle elezioni comunali del 26 maggio. A tutti mi permetto di ricordare quella che ritengo essere la soluzione migliore per andare alle elezioni e offrire un’alternativa concreta alle politiche cittadine degli ultimi dieci anni: Partiamo da qui, INSIEME

Infine, segnate una data in agenda: c’è bisogno di tanti per sostenere il ricorso al TAR contro la costruzione di palazzine nell’area verde pubblica di via Dalla Chiesa / via Gorizia.

Varie: sta bene il cane ferito per i botti, PM10, Cross per tutti, medaglie, fondi per ricorso al TAR

Il Notiziario (4 gennaio): Paderno, cane ferito dal terrore per i botti di Capodanno: Venere sta bene

Giornale dei Navigli (4 gennaio): Pm10 scende, revocato il blocco dei diesel Euro4. Il provvedimento era valido per i comuni che superano i 30mila abitanti

Qui Paderno Dugnano (4 gennaio): Cross per tutti

Sul Giorno di ieri (edizione in vendita in edicola o online) c’era un articolo sul medagliere di Rubagotti.

Va avanti la raccolta fondi a sostegno del ricorso al TAR contro le palazzine che Alparone-Bogani e la lista Paderno Dugnano Cresce vogliono costruire nel parco di via Gorizia (nome tecnico: Variante RE3): AMMONTARE RACCOLTA  FONDI AL 04.01.2019 € 7800. PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBIETTIVO MANCANO € 2200 Partecipa anche tu con un contributo (tutte le info sul sito di Legambiente Paderno Dugnano)

Salviamo i parchi: partecipiamo alle spese del ricorso al TAR

Scusate se insisto, ma è necessario.

L’azione politica contro l’Amministrazione Alparone-Bogani che vuole costruire palazzine nell’area verde di via Dalla Chiesa-Gorizia è fallita (e non per colpa nostra). Avevamo raccolto oltre 3.000 firme per dire di NO, ma non siamo stati ascoltati.

Per difendere il verde della nostra città dagli interessi economici di chi vuole costruire è stato necessario rivolgersi al Tribunale Amministrativo Regionale. Questa azione ha dei costi che richiedono l’aiuto di tutte le persone sensibili.

Versa il tuo contributo tramite bonifico o PayPal: 3 euro, 30 euro o 300 euro… 🙂

RE3, ricorso al TAR: stasera assemblea contro i palazzinari travestiti da pubblici benefattori

Stasera non venite in Consiglio Comunale: i curiosi possono sempre vedere il video in differita! 🙂

Accorrete invece all’assemblea che si terrà nel salone del ristorante “Da Sergione” (via Gorizia 17): avrete tutti gli aggiornamenti sulla vicenda RE3 (costruzione di oltre cinquanta appartamenti nel parco di via Dalla Chiesa/Gorizia… operazione spacciata dalla Giunta come vantaggiosa per la città e invece conveniente solo per il privato e per chi costruisce).

A che punto è il ricorso al TAR? Quali sono gli aspetti contestati? Quali i punti deboli del progetto? Qual è la linea di difesa del Comune? Che cosa succede ora?

Sono assicurate novità importanti: la questione verrà spiegata dettagliatamente dal Coordinamento RE3 – Salviamo i parchi, che la studia da mesi e che ha rilevato diverse incongruenze.

Serve il tuo aiuto: non lasciare campo libero ai palazzinari!