RE3, ricorso al TAR: stasera assemblea contro i palazzinari travestiti da pubblici benefattori

Stasera non venite in Consiglio Comunale: i curiosi possono sempre vedere il video in differita! 🙂

Accorrete invece all’assemblea che si terrà nel salone del ristorante “Da Sergione” (via Gorizia 17): avrete tutti gli aggiornamenti sulla vicenda RE3 (costruzione di oltre cinquanta appartamenti nel parco di via Dalla Chiesa/Gorizia… operazione spacciata dalla Giunta come vantaggiosa per la città e invece conveniente solo per il privato e per chi costruisce).

A che punto è il ricorso al TAR? Quali sono gli aspetti contestati? Quali i punti deboli del progetto? Qual è la linea di difesa del Comune? Che cosa succede ora?

Sono assicurate novità importanti: la questione verrà spiegata dettagliatamente dal Coordinamento RE3 – Salviamo i parchi, che la studia da mesi e che ha rilevato diverse incongruenze.

Serve il tuo aiuto: non lasciare campo libero ai palazzinari!

Nuovo cemento: al via l’ambito residenziale RE11 (area ex Scaltrini)…

Dal 9 maggio sono passati due mesi e la Giunta Comunale avvia un nuovo procedimento nell’area ex Scaltrini (immediatamente a sud dell’area RE3). No comment.

Vedi delibera AVVIO DEL PROCEDIMENTO PER L’ATTUAZIONE DELL’AMBITO RESIDENZIALE DI COMPLETAMENTO DEL TESSUTO ESISTENTE DENOMINATO RE11 IN VARIANTE AL PGT VIGENTE E CONTESTUALE AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ ALLA VAS

Notate questo particolare.

Queste sono le Norme di attuazione del PGT relativamente all’ambito RE11:

E queste le modifiche introdotte dalla Delibera di Giunta Bogani:

A 304 giorni dalle elezioni la Giunta del Vicesindaco Bogani aumenta le altezze degli edifici RE11 (da 14 m a 23 m) e raddoppia il numero di piani abitabili (da max 3 a 6 piani)!

PD: in queste condizioni è impossibile parlare di ampliamento Carrefour

A seguito della conferenza stampa svoltasi ieri mattina pubblico volentieri il comunicato stampa del Partito Democratico:

Comunicato stampa – ampliamento Carrefour – Centro Commerciale Brianza

Come pensavamo l’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano, attraverso la maggioranza che la sostiene, si appresta ad approvare la variante urbanistica propedeutica all’ampliamento del Centro Commerciale Brianza.

Ne eravamo certi.

Noi vogliamo però esprimere una contrarietà di merito e di metodo all’operazione proposta, alla luce anche delle dichiarazioni rilasciate su La Calderina da parte del Sindaco Alparone. Abbiamo molto rispetto di tutti i protagonisti che operano sul nostro territorio e quindi anche del Centro Commerciale Brianza, abbiamo qualche riserva in più sul tipo di lavoro offerto e soprattutto sui nuovi contratti: ci piacerebbe che l’eventuale convenzione dicesse qualcosa anche di questo, visto che il Sindaco mette in campo una riflessione sui posti di lavoro.
Chiediamo però la massima trasparenza che, invece, non vediamo.

È vero che il passaggio preliminare è la variante urbanistica: quello che vogliamo vedere chiaramente è cosa succederà al Centro Commerciale ma soprattutto alla Città dopo la sua adozione.
Una riflessione di prospettiva è legata anche alla reale evoluzione del commercio che sicuramente coinvolge almeno tre categorie: il commercio tradizionale di vicinato, la grande distribuzione e quello che avanza a grandi passi, cioè l’e-commerce.

È chiaro che mancano luoghi di confronto oltre quello del Consiglio Comunale dove però dovrebbe giungere il risultato finale frutto di un dibattito della Città e non solo tra le forze politiche.
Una riflessione dovrebbe arrivare anche da come è stata approvata la variante RE3, ossia con soli 10 voti: di fatto, la NON maggioranza del Consiglio Comunale.

Quello che chiediamo è di dire subito che attività troveranno casa nel Centro Commerciale, se le stesse porteranno un arricchimento alla Città o solo alla parte proponente.
Si parla insistentemente di un nuovo multisala, ma è un’offerta che risponde alle esigenze della collettività o a questa domanda esistono già risposte tramite la multisala già presente e soprattutto lo spazio pubblico del Cinema Metropolis?

A quanto ammontano gli oneri ed eventuali extra oneri frutto della convenzione che si andrà a stipulare?

Quali sono le opere finanziate e quale è la vera prospettiva, noi ricordiamo solo un “pizzino” presentato in una delle prime commissioni territorio che elencava una serie di cose, cessioni di aree, palazzetti dello sport, passerelle (ma non c’è n’è già una?) parcheggi e altro.

Le associazioni che rappresentano i commercianti hanno presentato osservazioni, Il Sig. sindaco non può liquidare questa discussione solo con blande dichiarazioni su La Calderina, non si possono procedere senza un dibattito pubblico.

Assieme alla variante urbanistica vengano presentati tutti i documenti conseguenti ed allora sarà possibile fare un bilancio e prendere consapevolmente una decisione altrimenti la certezza è di una decisione che influisce sul futuro della città che non può essere amministrata soltanto facendo qualche asfaltatura, qualche rifacimento di marciapiedi e un po’ di strisce bianche.

La città vuole contribuire alla formazione delle decisioni altrimenti ci sorge il sospetto che non si faccia l’interesse collettivo ma solo di quelli che hanno più forza.

I Partiti sono un importante pezzo del dibattito democratico; quello che veramente manca è la condivisione con i cittadini.

Antonella Caniato
Capogruppo PD
Consiglio Comunale di Paderno Dugnano

Paola Cattin
Segretaria PD
Circolo di Paderno Dugnano

Grazie, Alparone

Grazie, Sindaco Alparone (che da domani non sarà più Sindaco in quanto il Consiglio Comunale lo dichiarerà definitivamente decaduto in quanto eletto in Consiglio Regionale)!

Grazie per la Delibera di Giunta N.227 del 22 dicembre 2016!!!

Quel cambio di destinazione d’uso “da deposito ad abitazione” è stato un vero regalo per la Parrocchia S.Maria Nascente, che ad oggi fatica a raccogliere i soldi per acquistare l’area.

Di seguito riporto l’avviso che si legge sul Passaparola (informatore della Comunità pastorale) di questa settimana.

Capigruppo, state buoni se potete?

Il primo punto all’ordine del giorno della Commissione Capigruppo di ieri era “gestione delle sedute consiliari e comportamento dei Consiglieri”.

Il Presidente del Consiglio Comunale Umberto Torraca ha introdotto l’argomento, richiamando la necessità di un comportamento più consono da parte dei consiglieri, rispetto delle istituzioni che si rappresentano, buonsenso, atteggiamento scorretto del consigliere Giuranna… et similia.

Poi il discorso si è spostato sulla correttezza del “pubblico” (così vengono chiamati i cittadini che partecipano ad un Consiglio Comunale), sulla necessità di assistere al dibattito in silenzio… et cetera.

Il Vicepresidente Maestri ha definito eccessiva la mia espulsione e non fondata sul regolamento in quanto non sono stati fatti i richiami ufficiali previsti. Ha aggiunto poi che è palese che il Presidente abbia “perso le staffe”…

Torraca ha invitato tutti i consiglieri a non fomentare e a non provocare, anche perché nei prossimi mesi, con l’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale, è opportuno mantenere la calma… and so on.

Da parte mia ho ribaltato la prospettiva, dicendo che l’impostazione del discorso era sbagliata. Ho aggiunto che non accettavo il “processo” nei miei confronti quando è evidente che la gestione dell’aula dipende in gran parte dall’abilità del Presidente, chiamato ad essere arbitro e non giocatore. Ho precisato che in questa vicenda sono io ad aver subito ingiustamente la preclusione di una mia facoltà, quella cioè di votare un provvedimento importante per la nostra città. Da parte mia non ci sarebbe stata insistenza e nervosismo se invece di alzare i toni negando la risposta richiesta, l’Amministrazione avesse dichiarato in modo certo che la mia domanda (contenuta nell’osservazione presentata) avrebbe avuto puntuale risposta. Forse l’espulsione è stata necessaria per ottenere risposta… Questo però non dovrebbe essere il modo ordinario di fare!

Il Vicesindaco Bogani ha difeso l’operato di Torraca, sostenendo che non sta solo al Presidente la gestione tranquilla e serena del dibattito. Mi ha detto che mi sono impuntato per avere una risposta che lui non mi ha potuto dare perché io intervenivo in quel modo. “Oggi – ha concluso – è fondamentale che tutti diano una mano al Presidente nella gestione della discussione”. No comment.

Ho dichiarato, infine, che mi riservo di valutare ulteriori azioni per rivalermi del fatto che le mie facoltà di consigliere comunale sono state calpestate da questa ingiusta espulsione.

RE3 e ampliamento Carrefour: le scelte discutibilissime di una Giunta al tramonto

 

Sul sito padernese di Legambiente è stato completato l’aggiornamento della vicenda RE3  e Carrefour con i documenti relativi.

Rimando in particolare all’articolo di sintesi: QUANTO CONTA LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI SECONDO L’ATTUALE GIUNTA – Osservazioni e controdeduzioni su RE3

A proposito dell’ampliamento Carrefour ricevo dal consigliere Efrem Maestri la segnalazione di questo contributo apparso ieri sul sito The Vision: La morte del centro commerciale

Il M5S esiste a Paderno Dugnano? Sembrerebbe di sì

Dopo le dimissioni dei due portavoce eletti in Consiglio Comunale Abbati e Cezza e la dispersione del gruppo di sostegno, sembrava che a Paderno Dugnano il Movimento 5 Stelle fosse scomparso… Nonostante ciò, alle ultime elezioni si è classificato come la prima forza politica in città. E da ieri fa nuovamente capolino sulla scena politica padernese attraverso il seguente documento che è stato protocollato sulla Variante RE3.

Varie: BioBlitz, truffa, Allende-Coldiretti, RE3, ‘ndrangheta, cane salvato, chiuso bar

BIOBLITZ: esploratori della Biodiversità per un giorno!

Al via il terzo censimento regionale nelle aree naturalistiche protette per condividere la conoscenza di flora e fauna. Qui trovi il programma Parco Grugnotorto a Paderno Dugnano

Il Giorno (12 maggio): Paderno, i truffatori gentili derubano due anziani: “Siamo i nuovi vicini”

Milano Today (12 maggio): Siamo i vostri nuovi vicini” e invece li derubano: colpo a Paderno Dugnano. La truffa

NordMilano24.it (11 maggio): Paderno, gli allievi dell’istituto Allende premiati da Coldiretti

La Meridiana (11 maggio): Comunicato Coordinamento RE3 del 10 maggio

NordMilano24.it (9 maggio): Criminalità, sequestro da 1,4 milioni di euro a esponenti ‘ndrangheta di Paderno

Notiziario (9 maggio): Code in Milano-Meda, cane in fuga: salvato dalla Polizia Locale di Paderno

Notiziario (8 maggio): Paderno, troppi spacciatori attorno al bar: locale chiuso per 10 giorni