Varie: Allende robot, Cross per tutti, DIA, Primarie PD, ecosostenibilità al Metropolis, PAP

Il Giorno (16 febbraio): Paderno Dugnano, alle medie si educa con il robot. L’istituto Allende inaugura lo spazio Atelier realizzato con i fondi del Miur

Fidal Milano (16 febbraio): CROSS PER TUTTI, LE CLASSIFICHE INDIVIDUALI DOPO 4 GARE

Qui Paderno Dugnano (14 febbraio): Parla la DIA…

Primarie PD 3 marzo – Paderno Dugnano: Seggi elettorali a Paderno Dugnano: 1- sede circolo PD Via Gramsci 57 (Paderno e Dugnano); 2- sede di quartiere di Cassina Amata, via Corridori; 3- gazebo via Coti Zelati angolo via Manzoni (Palazzolo e Incirano); 4- gazebo via Chopin (di fronte alla chiesa di Calderara); 5- gazebo via Tripoli angolo via Messico al Villaggio Ambrosiano.

Verdi Paderno Dugnano (15 febbraio): Paderno Dugnano. IL FUTURO PROSSIMO in 3 film. Rassegna. Sostenibilità, globalizzazione
e rivoluzione digitale

Liberi e Uguali Paderno Dugnano (12 febbraio): 3 film per riflettere su Sostenibilità, Globalizzazione e Rivoluzione digitale

Potere al Popolo Paderno Dugnano (10 febbraio): ELEZIONI LOCALI E SERVIZI IN DIFFICOLTA’

Considerazioni generalissime sul voto in Abruzzo

Il test delle elezioni regionali in Abruzzo ci offre alcuni spunti di riflessione. Mi limito ad uno sguardo d’insieme.

Il centrodestra unito è fortissimo (ma sappiamo che il caso Abruzzo non è indicativo di una ritrovata unità), il Movimento 5 Stelle è in caduta libera (Di Maio non regge il confronto con Salvini, che lo sta cannibalizzando), il centrosinistra ha ottenuto un risultato apprezzabile (fa tuttavia impressione la percentuale di voti del Partito Democratico).

Per risalire la china e contrastare l’avanzata dell’astro nascente Salvini e dei suoi valori di riferimento che sono molto lontani dai miei ritengo necessario un cambio di passo.

Basta con le vecchie maniere, con i metodi che potevano andare bene in passato ma che oggi non hanno più presa!

Cittadino: spazio a INSIEME e al PD

Segnalo dal Cittadino (da oggi in edicola) due articoli:

  • Casati prende tempo: “Dialogo con più parti”. L’ex sindaco verso la discesa in campo per il centrosinistra. “Ci sto pensando, non spasimo”
  • La civica sceglie Giovanni Giuranna. E’ lui il candidato sindaco di “Insieme”. Il portavoce Rossetti: “Scelto per ciò che ha fatto dentro e fuori il Consiglio e per quello che rappresenta nella società civile”

La riflessione pre-campagna elettorale non si è ancora conclusa. In questi giorni si stanno svolgendo confronti, dialoghi, mosse a sorpresa

Nel centrodestra le manovre in corso hanno tratti grotteschi (ne so poco, eppure quel poco fa molta impressione). Del Movimento 5 Stelle per ora nessuna notizia.

Stay tuned 😉

PD verso il congresso nazionale, LEU gazebo

Il Partito Democratico di Paderno Dugnano ha pubblicato oggi i risultati della Convenzione di Circolo, cioè dell’appuntamento locale verso il Congresso nazionale. Tra i padernesi risulta vincente la mozione Giachetti, seguita a distanza da Zingaretti. Un voto per Martina, zero per gli altri candidati. Hanno partecipato al voto 43 iscritti su 59.

Liberi e Uguali è impegnato in un fitto calendario di presenze sul territorio: ieri a Paderno sul commercio di vicinato, domenica 27 gennaio a Palazzolo, sabato 2 febbraio a Calderara, domenica 3 febbraio a Cassina Amata, sabato 9 febbraio a Incirano, domenica 10 febbraio al Villaggio Ambrosiano.

PD: tariffa unica integrata, perché Bogani non ha aderito?

Ricevo da Antonella Caniato, Segretaria del Circolo PD padernese e Capogruppo Consiliare, il seguente comunicato stampa:

Biglietto unico integrato: Regione Lombardia non fermi questa importante riforma.
Ottima l’iniziativa bipartisan dei Sindaci. Perché Bogani non ha aderito?

Paderno Dugnano, 9 gennaio 2019

Il PD di Paderno Dugnano esprime il totale sostegno alla lettera bipartisan con cui 95 sindaci della Città Metropolitana di Milano, e 2 della provincia di Pavia, hanno chiesto a Regione Lombardia e al Comune di Milano di riaprire in tempi brevi la discussione per l’approvazione della tariffa unica integrata per il trasporto pubblico metropolitano di Milano.
In Consiglio regionale il PD era pronto ad approvare già a dicembre questa proposta durante l’ultima sessione di bilancio: purtroppo Regione Lombardia, subendo i diktat di Forza Italia, Lega e Movimento 5 stelle, ne ha per ora bloccato l’approvazione.
Ricordiamo che nel 2016 il Consiglio comunale di Paderno Dugnano votò all’unanimità un Ordine del Giorno sul prolungamento della M3, inizialmente presentato dal centrodestra: come PD apportammo alcune modifiche, proponendo di impegnare l’allora Sindaco Marco Alparone e la Giunta comunale alla promozione di un accordo quadro tra i Comuni della Città Metropolitana, al fine di realizzare l’integrazione tariffaria di tutti i mezzi di trasporto (biglietto unico), la sperimentazione di tagliandi di viaggio innovativi (biglietti modificabili in corsa o tessere a scalare) e l’adozione di un’area più omogenea.
Ci chiediamo perché ora, a distanza di circa 3 anni, il Vice Sindaco Bogani non abbia sottoscritto la lettera assieme ai suoi colleghi. Non solo: il già Sindaco Marco Alparone, ora consigliere regionale che – giustamente! – si è tanto impegnato per la riqualificazione delle metrotranvie e per il prolungamento della M3, che fa? Non fa cambiare idea al suo capogruppo Comazzi? Non dice nulla in merito?
Invitiamo il Vice Sindaco Bogani e il consigliere Alparone a sostenere questo nuovo sistema di tariffazione per cerchi concentrici, già presente in molte metropoli europee, misura che porterebbe notevoli benefici pratici e ed economici ai padernesi: ad esempio, l’attuale abbonamento annuale ATM Area Media passerebbe dagli attuali 685 € a 552 €, mentre il mensile da 79 € a 60 €.
Il biglietto unico sarebbe un elemento veramente importante per convincere sempre di più cittadini padernesi ad utilizzare i mezzi pubblici a vantaggio della qualità dell’aria e per farli sentire veri e propri cittadini Metropolitani.

Antonella Caniato
segretaria Pd Paderno Dugnano e capogruppo Pd consiglio Comunale

Varie: comandamenti Carcano, vasche Seveso, Farmacia Paderno Cresce, ex SuperDì, insediamento Mario Alparone, PD

Sta per uscire il libro di Silvana Carcano (ex consigliera regionale M5S) sui dieci comandamenti. In attesa dell’arrivo del volume nelle librerie l’autrice ha aperto una nuova pagina facebook.

Sul blog Qui Paderno Dugnano ieri Gianfranco Massetti (LeU) ha espresso alcune considerazioni circa il progetto anti-esondazione: Le vasche del Seveso

La nuova Farmacia San Gaetano (Baraggiole/Calderara) vicina alla lista di centrodestra Paderno Dugnano Cresce? Così pare da Instagram

Notiziario (7 gennaio): Ex Superdì, le cose si stanno complicando, saltano le riaperture, 800 nell’angoscia

Monza in diretta (6 gennaio): ASST Monza: insediato il nuovo DG Mario Alparone (testo integrale della lettera di saluto ai dipendenti)

PD Paderno Dugnano (7 gennaio): In mille piazze – sabato 12 gennaio

#PD, i buoni propositi di Zingaretti

Ho seguito ieri sera l’intervento di Nicola Zingaretti (Governatore della Regione Lazio e candidato alle Primarie PD del 3 marzo) durante il programma Punto di vista del TG2, condotto da Maurizio Martinelli.

Zingaretti ha parlato di un Partito Democratico “ferito” che ha bisogno di riconoscere i propri errori e di recuperare gli elettori che gli hanno voltato le spalle:

“Siamo chiamati ad essere una forza più unita, ma anche più unitaria… Mi sono candidato per voltare pagina, perché credo che c’è un dovere etico e morale di capire che cosa abbiamo sbagliato… Se è necessario, dobbiamo anche chiedere scusa dei tanti errori commessi…

Sbrighiamoci, voltiamo pagina insieme, costruiamo un’alternativa credibile… Perché poi è vero che (pensiamo a Milano, al Lazio…) ci sono delle alleanze larghe e delle candidature che vincono anche in momenti drammatici…

Mentre a livello locale in tante città e in molte regioni ci sono alleanze che coinvolgono forze civiche, movimenti, associazionismo e altre forze politiche, noi abbiamo commesso un errore grave negli anni passati nel distruggere qualsiasi idea credibile di alleanza, litigando un po’ con tutti e anche tra di noi…”.

Nicola Zingaretti (28.12.2018)

Comprendo e condivido il desiderio di “voltare pagina” espresso da Zingaretti, ma non so dire se il Partito Democratico avrà la forza di realizzarlo in modo credibile, anche perché è troppo poco il tempo che ci separa dalle Elezioni Europee e dalla tornata delle Amministrative.

Un rinnovamento serio presuppone alcune condizioni: riconoscere i passi falsi, uscire dalle rivendicazioni incrociate e dai personalismi, non chiudersi nell’autosufficienza e non riproporre vecchie ricette ma promuovere un atteggiamento collaborativo verso l’esterno, aprirsi alla società civile cercando di fare spazio a nuovi input e nuove sensibilità, rinnovare di conseguenza la classe dirigente (ma questo richiede tempo e una buona dose di saggezza per non ripetere il cortocircuito della rottamazione…).

Video Consiglio Comunale: CCRR, CUC, Bilancio e… i problemi concreti di #PadernoDugnano

Il Consiglio Comunale si è aperto ieri sera con l’intervento di una delegazione del CCRR (Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi) che ha presentato l’esito del lavoro svolto ed in particolare l’iniziativa della Cinemerenda ad Area Metropolis 2.0.

Per il resto proroga alla CUC (Centrale Unica di Committenza) e discussione sul Bilancio di previsione, che è stato approvato con i soli voti della maggioranza.

Il dibattito ha registrato una critica forte da parte delle opposizioni (Insieme per cambiare e PD – la consigliera Rita Tomaselli era assente) e la difesa d’ufficio – diciamo così – della maggioranza.

Guardate il video: almeno i ragazzi del CCRR e i miei interventi 😉