1° settembre: Giornata per la custodia del creato

La Chiesa italiana sta entrando sempre più in una consapevolezza nuova circa le tematiche ambientali.

Da 14 anni il 1° settembre si celebra la Giornata per la custodia del creato e, a livello ecumenico e internazionale, il Tempo del creato (1° settembre – 4 ottobre, festa di S.Francesco).

Di seguito un estratto del Messaggio della Conferenza Episcopale:

É allora forse il momento che ogni comunità si impegni in una puntuale opera di discernimento e di riflessione, facendosi guidare da alcune domande: Qual è la «nostra Amazzonia»? Qual è la realtà più preziosa – da un punto di vista ambientale e culturale – che è presente nei nostri territori e che oggi appare maggiormente minacciata? Come possiamo contribuire alla sua tutela? Occorre conoscere il patrimonio dei nostri territori, riconoscerne il valore, promuoverne la custodia.

Benvenuto tra noi, Arcivescovo Delpini!

Questo fine settimana ed il prossimo sono interessati dalla visita pastorale dell’Arcivescovo Mons. Mario Delpini alle parrocchie della nostra città (vedi programma).

Le comunità pastorali lo accolgono con gioia.

Personalmente invito a leggere sul sito della diocesi la sintesi dell’incontro di ieri con le Acli di Milano: Organizzare in ogni parrocchia un incontro per pensare l’Europa

Giornata mondiale della pace: ieri al Santuario di Dugnano

Come ogni anno, ieri alle ore 17 le parrocchie cittadine si sono date appuntamento presso il Santuario dell’Annunciazione a Dugnano per la celebrazione dell’eucaristia nella Giornata mondiale della Pace.

Hanno concelebrato: da sinistra don Simone Arienti, don Giuliano Alberti, don Paolo Boccaccia, il diacono permanente don Andrea Spinelli, don Maurizio Zago (che ha presieduto), don Luca Andreini, don Andrea Sangalli, don Agostino Brambilla.

Un bel momento di Chiesa animato dall’intensa omelia di don Maurizio Zago, ex fidei donum in Zambia e da poco responsabile dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria, durante la quale ha commentato le letture bibliche e invitato a leggere con attenzione il Messaggio di Papa Francesco. “In un paese non lontano da qui – ha detto poi don Maurizio – un uomo si è rifiutato durante la messa di scambiare la pace con un ragazzo nero… Come è possibile che nella comunità cristiana si manifestino pensieri e atteggiamenti simili?!”.

Al termine della celebrazione, come in passato, è stato consegnato ai partecipanti un ricordo con l’invito ad approfondire la conoscenza della santa / del santo con cui affrontare il cammino nel nuovo anno.