Virtus e F.C. Palazzolo per i commercianti locali

Segnalo con piacere una bella iniziativa che lega sport e commercio locale. Le due società palazzolesi scrivono così sui propri profili Facebook:

#facciamosquadra 🙌 CON CHI CI HA SEMPRE SOSTENUTO .
@fc_palazzolo e @virtus_opm mettono a disposizione gratuitamente i loro canali social per promuovere e sponsorizzare le iniziative dei commercianti e degli artigiani del nostro territorio.
Come fare? È semplicissimo, manda un messaggio QUI 👇 delle due società indicandoci cosa vorresti fare…ti ricontatteremo e penseremo noi a sponsorizzarlo tra i nostri followers…

Vasche di laminazione: a che punto siamo? ma servono?

Dopo l’esondazione del Seveso a Niguarda l’assessore milanese Marco Granelli ha fatto il punto su Facebook sulle vasche di laminazione:

Un brevissimo aggiornamento sulle attività di contenimento delle esondazioni: 1) per quanto riguarda la vasca di Senago sono ripresi i lavori dopo l’emergenza per la diffusione del coronavirus e servono 12 mesi lavoro per la realizzazione. 2) Vasca del Parco Nord: aggiudicata l’ impresa e a giugno è prevista la consegna dei lavori con una previsione di 18 mesi di lavoro ma vi ricordo che sulla realizzazione vi sono due ricorsi pendenti. 3) Per Lentate e zone golenali a Cantù è prevista la pubblicazione della gara di appalto entro fine maggio quindi inizio dei lavori a dicembre 2020 e poi 15 mesi di lavori. Varedo sta facendo il progetto definitivo della bonifica e della vasca.4) A Milano, invece, sono in corso i lavori sul Redefossi ovvero il tratto tombinato del Seveso da piazza Repubblica a corso Lodi.

Marco Granelli (15 maggio 2020)

Da Paderno Dugnano, invece, il Circolo Grugnotorto di Legambiente esprime un giudizio critico con due articoli sul proprio blog:

15 maggio: I numeri parlano

16 maggio: Ma dove è finita l’acqua del Seveso?


Il Giorno (16 maggio): Vasche di laminazione in alto mare, città sott’acqua. I tre impianti a Senago, Lentate e Parco Nord non sono pronti. Polemica fra Milano e Bresso

Un vecchio articolo apparso su VITA nel 2014: Le vasche di laminazione sono una soluzione a metà

IL RECUPERO DI VIALE BAGATTI — Legambiente Circolo Grugnotorto Paderno Dugnano

Una testimonianza dal Circolo Grugnotorto nel 40ennale di Legambiente. Per noi del circolo Grugnotorto di Paderno Dugnano la riqualificazione di viale Bagatti è stata una vittoria, una delle pagine più belle scritte dal nostro circolo. La storica villa Bagatti ed il suo viale sono sempre stati luoghi molto cari alle comunità di Palazzolo Milanese e […]

IL RECUPERO DI VIALE BAGATTI — Legambiente Circolo Grugnotorto Paderno Dugnano

Dal Viale Bagatti si vede Milano!

Dobbiamo andare orgogliosi di questo luogo meraviglioso di Palazzolo, anzi di Paderno Dugnano! Qualche decennio fa il Viale Bagatti era una discarica, che è stata recuperata!).

Questa bellissima foto aerea compare nel dosssier didattico Il clima cambia – cosa possiamo fare insieme?, pubblicato il 9 gennaio scorso sul sito della Regione.

Davvero bella la foto e importantissimo l’argomento trattato nel fascicolo.

Si prega di leggere e diffondere.

F.C. Palazzolo: giocare a calcio in tempo di coronavirus

In questo tempo di lockdown e reclusione forzata a Paderno Dugnano sono successe anche tante cose belle, che è opportuno conoscere e far sapere. Una di queste è l’iniziativa messa in campo con fantasia dalla società sportiva F.C. Palazzolo che ha seguito e coinvolto i ragazzi e le famiglie in momenti di confronto e di gioco.

FC Palazzolo: videocall con Presidente,
Direttore Sportivo e Direttore Tecnico

Di seguito il racconto di questo tempo speciale…

Ormai è diventata lunga. Cosa facciamo? Ci sediamo e ci lamentiamo o proviamo a fare qualcosa di divertente? Più o meno deve essere stata questa la domanda che si sono posti all’Fc Palazzolo, società sportiva di calcio dell’omonima frazione. La risposta non si è fatta attendere, nel giro di qualche giorno sono comparsi video su YouTube per allenarsi in casa con tanto di tutorial su come realizzare il materiale necessario, e si sono organizzati allenamenti per tutti i ragazzi delle giovanili facendo due se non tre incontri settimanali. Ma non bastava, mancavano i genitori dei ragazzi, i giocatori della prima squadra (prima categoria) e della juniores (secondi nel loro girone). “Ma vi ricordate quando da ragazzini si giocava a Pasqua il torneo PRO LUDIS di Paderno Dugnano?” detto fatto e nel giro di 24 ore hanno organizzato un torneo di un famosissimo videogame di calcio on line con 40 partecipanti, che vanno dagli esordienti, alla prima squadra, ai genitori dei ragazzi e ai tifosi. Durante il torneo hanno organizzato spassosissime dirette Instagram per il sorteggio, pubblicato e realizzato interviste a distanza con tutti i semifinalisti dei due livelli e, soprattutto, si sono divertiti come dei matti. Certo gli organizzatori dicono di aver passato il sabato, la domenica e il lunedì di Pasqua davanti ad un computer o in videochiamata per organizzare tutto, ma la quarantena a volte può dare anche un vantaggio…avere molto tempo libero. Come ci dice il Team Manager, Andrea Franceschi: “Penso che sia passato meno di un quarto d’ora da quando è stata lanciata l’idea a quando ci si era già divisi i compiti. Non c’è cosa più bella che vedere giocatori, genitori e allenatori giocare insieme, ovviamente tutti da casa propria. Incredibile – dice ridendo – le federazioni (LND e CSI n.d.r.) hanno organizzato i tornei online dopo di noi…sarà mica che ci hanno copiato?”.
Il Direttore sportivo Cristian Cottarelli, che tiene a ringraziare tutti i collaboratori e portare un saluto ai giocatori e alle loro famiglie, vuole anche sottolineare il fatto che una società attenta all’aspetto ludico e sociale, non si ferma a questi temi e che dal 12 marzo tutti gli allenatori e i collaboratori di tutte le categorie si ritrovano in videochat per incontri settimanali per seguire degli approfondimenti su come migliorare la proposta formativa : “Ogni giovedì dalle 21, finanche alle 2 di notte, nonostante il giorno dopo si lavori, i nostri allenatori si trovano a discutere di temi formativi sia in interazione fra di loro sia invitando professionisti di altissimo profilo a parlare delle loro esperienze o a tenere degli approfondimenti su temi specifici: sia tecnici che tattici, sia psicologici che atletici”.
Infine, il capitano della prima squadra Stefano Artioli ha organizzato una serie di dirette Instagram che sono andate in onda tutte le sere sul canale fc_palazzolo in cui a turno si è chiacchierato di sport e musica con tanti atleti che militano o che hanno militato nella società padernese, a partire dallo stesso Aiman Napoli che ha calcato negli ultimi anni i campi dei tornei professionistici e semi-professionistici, militando in squadre come Inter, Crotone, Modena e Reggiana. I tanti aneddoti raccontati da tutti gli intervistati hanno trasmesso il senso profondo di cosa significhi vivere lo sport con passione e amicizia, sentimenti che non vediamo l’ora di rivivere quando potranno riprendere gli allenamenti.
Per inciso il torneo “pro” se lo è aggiudicato Alessandro Pasilino, giocatore della juniores…qualcuno insinua che sia più bravo ai videogames che in campo!!!!

F.C. Palazzolo
Intervista online con Laura Giuliani,
portiere della nazionale femminile di calcio,
head coach della squadra virtuale Colombia

Parrocchie sperimentano videocomunicazione social

Anche a Paderno Dugnano la situazione determinata dal coronavirus è diventata occasione per sperimentare nuove forme di comunicazione con i parrocchiani.

Di necessità virtù, come dice il proverbio…

La Comunità pastorale di Palazzolo e Cassina Amata ha trasmesso via facebook la Via Crucis e altri momenti di preghiera.

La Comunità pastorale di Paderno e Villaggio Ambrosiano ha inaugurato un nuovo canale YouTube

Infine anche la Comunità pastorale di Dugnano – Calderara e Incirano ha ampia esperienza di comunicazione attraverso il proprio sito internet, la pagina Facebook e il profilo Twitter.

Tonino Govoni ci ha lasciato: lo ricorderemo come merita

La scomparsa di Tonino Govoni, avvenuta nei giorni dell’emergenza coronavirus, ha impedito per ragioni di sicurezza il doveroso saluto e la commemorazione che la persona merita.

In un intenso colloquio telefonico ho espresso al figlio Mirko le condoglianze dell’Amministrazione Comunale: ricorderemo Tonino appena possibile, ritrovandoci insieme e facendo memoria di ciò che ha rappresentato per la nostra città.

Tra i molti messaggi di cordoglio e ricordo ne riprendo qualcuno.

Segnalo la breve comunicazione apparsa sul sito di Sinistra per Paderno Dugnano: Tonino Govoni ci ha lasciato

Diego Spinello (Europa Verde / Insieme per cambiare) ha scritto per lui questo messaggio:

Saluto l’amico Tonino. Un uomo veramente per bene.

Domani ci sarà il funerale di Tonino Govoni (in forma privata a causa delle disposizioni di contrasto al coronavirus).
Siamo diventati amici nel 1985 partecipando, da consiglieri, alle riunioni del Consiglio Comunale, nonostante si fosse in gruppi politici diversi. Amici anche se lui orgogliosamente comunista ed io orgogliosamente demoproletario. Il suo attaccamento al PCI è continuato anche dopo lo scioglimento del 1991 continuando ostinatamente a partecipare alle manifestazioni pubbliche con la bandiera del suo vecchio partito, mostrando così il suo convincimento a mantenere quei valori che sono stati di riferimento nella sua vita.
Instancabilmente impegnato nel sociale, è stato fino alla fine un riferimento per il Centro Sociale Amicizia e Solidarietà ARCI di Palazzolo Milanese.
Grazie per l’amicizia. Ciao Tonino, buon riposo.

Diego Spinello

Il Partito Democratico padernese lo ha ricordato così su facebook:

Ciao Tonino!

Nato il 1°maggio 1932 e non poteva essere diversamente ”per un comunista come me”, frase che soleva dire con orgoglio il nostro amico e Compagno Tonino Govoni che ci ha lasciato questa notte.

Presidente del quartiere di Palazzolo Milanese dal 1978 al 1980 e consigliere comunale del PCI di Paderno Dugnano dal 1980 al 1995, ricoprendo anche il ruolo di Capogruppo.

Sempre con e per la gente della nostra città dove aveva deciso di stabilirsi e impegnarsi attivamente, non solo in politica, ma presso l’ARCI di Palazzolo Milanese, la sua seconda famiglia, che ha amato quasi quanto la prima.

Ricorderemo sempre la sua voglia di aiutare i suoi anziani e la generosità nel lasciare spazio anche ai più giovani.
In città numerosissime sono le persone che lo porteranno nel loro cuore, tra queste Sandra che con dolcezza scrive:

“E’ difficile trovare le parole per esprimere un pensiero. Per me e la mia famiglia, oltre che un amico, era come un fratello. Ho il ricordo di un Compagno sempre in prima linea, affettuoso e con un grande sorriso per tutti”.

Efrem che scrive un personalissimo ricordo e ci chiede su richiesta di molti padernesi di ricordarlo in un evento in prossimità del suo amato 25 aprile.

Giorgio che commosso scrive: “che la terra ti sia lieve, caro compagno”.

Sergio ricorda che quando aveva bisogno di parlargli, se non lo trovavi a casa era sicuramente all’ARCI.

Daniela ne sintetizza lo spirito con un laconico: “Bella ciao Tonino”.

Potremmo andare avanti ancora per ore a parlarvi del nostro caro amico, perché la sua era una presenza costante, concreta e sincera che si rifaceva ai valori e ai principi della nostra democrazia.
Ora ti salutiamo mentre tu sulla bicicletta pedali tra Paderno Dugnano e la tua Ferrara.

Con rispetto ed affetto tutto il nostro gruppo si stringe in un caloroso abbraccio ai figli Mirco e Maurizio Govoni e ai parenti tutti.

PD Paderno Dugnano

L’ex vicepresidente del Consiglio Comunale Efrem Maestri (PD) ha ritratto in modo vivido una relazione di amicizia politica e stima reciproca:

Quando lo incontravo mi salutava con un “ciao compagnino!” (e ovviamente col pugno chiuso). E quando gli dicevo “ma tu sai che son figlio e nipote di democristi?!?” lui mi rispondeva sempre dicendomi «ma tu sei un democristo di quelli che va bene!».

Un’Istituzione di e per Palazzolo Milanese: fu il primo Presidente del Quartiere dal ’78 all’ ’80, e successivamente per i primi anni del periodo ’95-’99. E come non ricordarlo alla guida dell’Arci di Palazzolo.

Un’istituzione anche per Paderno Dugnano: fu consigliere comunale dal ’80 al ’95 (capogruppo del PCI).

Rispettato e salutato da tutti, anche da chi non la pensava come lui. Un bell’esempio di uomo umile al servizio della politica e della comunità.

Alle celebrazioni del 25 aprile e del 2 giugno portava sempre la bandiera del vecchio PCI. Una volta per stuzzicarlo gli chiesi: “Tonino, ma come mai sei stato comunista e lo sei tutt’ora?!?”. La risposta fu “uno come me, nato il 1° maggio, per forza dev’essere comunista!».

Ciao compagno Govoni, che la terra ti sia lieve!

Efrem Maestri