Palazzolo, chiude la discoteca: liti, aggressioni e pregiudicati

Il Notiziario (29 ottobre): Paderno, troppe liti fuori dal locale: i Carabinieri chiudono la discoteca

Milano Today (29 ottobre): “Troppi pregiudicati”: il questore di Milano chiude la discoteca Lipstick di Paderno. È successo nella serata di sabato 28 ottobre. La discoteca resterà chiusa per dieci giorni

Sul proprio sito la discoteca viene descritta così:

Lipstick Club a Paderno Dugnano è la discoteca rumena più trendy e grande della Lombardia vanta una pista da ballo di oltre 200 metri quadrati per dare spazio alla clientela di scatenarsi al ritmo della musica commerciale o del sound delle serate a tema e dei concerti live organizzati periodicamente dal locale.

Don Renato Rebuzzini si trasferisce da Palazzolo a Cesano Boscone

Sul notiziario della Comunità pastorale di Palazzolo e Cassina Amata si legge la notizia del trasferimento, per motivi di salute, di don Renato Rebuzzini da Palazzolo a Cesano Boscone. Lo salutiamo con affetto e tanta gratitudine.

Profluvio di commenti da parte dei cittadini contro l’Amministrazione Comunale

In questi ultimi giorni la rete trasuda di commenti dei cittadini padernesi contro alcune azioni – giudicate incomprensibili – dell’Amministrazione Comunale. Un profluvio di interventi, prevalentemente di carattere negativo. Toni stupiti, misti a sbigottimento e incredulità. Anche rabbia.

Prima il taglio totale degli alberi nel giardino della ex scuola materna di via Tunisia al Villaggio Ambrosiano, senza una parola di avviso ai residenti. Questi hanno visto arrivare in quartiere un altissimo braccio meccanico e hanno letto il cartello apposto in zona: “potatura alberi”. Poi sono rimasti scioccati dall’abbattimento generalizzato delle piante. L’ordine era di non fare prigionieri. E – cosa ancora più grave – nessuna parola di spiegazione, né prima né dopo. L’unico che si è sentito in dovere di intervenire per fornire una spiegazione è stato Franco Targa (presidente della cooperativa sociale Emmaus) su questo blog. Silenzio totale da parte del Sindaco e dei suoi collaboratori. Vergognoso!

Poi la scoperta nel giardino della scuola elementare di Palazzolo di un lavoro indecente ai danni di un grosso cedro del Libano, che è stato soffocato dall’asfalto fino al tronco. Come farà a sopravvivere? Ne ho parlato giovedì sera in Consiglio Comunale per denunciare la pessima qualità degli interventi realizzati da questa Giunta. Guardate la foto, anzi andate di persona a vedere a Palazzolo… e poi ditemi se è normale che un lavoro venga realizzato così (utilizzando peraltro soldi pubblici).

L’operaio che ha realizzato l’intervento è un incompetente o ha eseguito degli ordini? E da parte del Comune nessuno ha controllato?! Incredibile, anzi inqualificabile!

Infine l’eliminazione completa dei tigli di via Sant’Ambrogio.

Molte persone scrivono su facebook il proprio sgomento: “Che tristezza!”, ” Costa meno tagliare che sistemare marciapiedi e strade punto”, ” Non ho parole per commentare”, “Ma perché li tagliano? Nn sembrano neanche piante malate!!!”, ” Lo sport preferito di questa amministrazione è tagliare piante e favorire la costruzione di case”, “Perché abbattere alberi che sono poi sani e non malati. Paderno era un polmone verde fra poco sarà un polmone d’asfalto. Ci stanno togliendo tutto“, “ Guardando il viale non capisco che fastidio davano queste piante. Che vergogna”, ” Io abito a Varedo ma passo sempre da lì. Ieri mattina ho pianto mi credete?! Ho anche discusso con gli operai… non ci potevo credere… da quanti anni erano li? Una vergogna”…

Guardate con attenzione il video che segue e che si riferisce al taglio del filare est (1 agosto 2016).

Prima o poi qualcuno si accorgerà che questa Giunta non ama il territorio e non ne ha cura.

Forse si capisce da quali menti illuminate scaturisce il piano RE3 che intende cementificare un’area verde pubblica, a pochi metri di distanza dall’area Scaltrini dove in futuro sono previsti almeno altri 200 appartamenti. Il tutto in prossimità della Rho-Monza, proprio nella zona dove l’Amministrazione Comunale, con evidente schizofrenia, attende (insieme al CCIRM) di ricevere risposte per la realizzazione di dune e zone boscate a scopo di mitigazione ambientale…

Fermiamoli finché c’è tempo!

Firma la petizione Salviamo il Parco di via Gorizia

Don Renato Rebuzzini: 50 anni di sacerdozio

Da Facebook riprendo una foto della celebrazione eucaristica presso il Santuario di Palazzolo in occasione del 50° di sacerdozio.

Auguri, don Renato!

La comunicazione che segue è apparsa ieri, 24 settembre, sul notiziario della Comunità pastorale di Palazzolo e Cassina Amata.

Varie #PadernoDugnano: ortopedico Valadé in carcere, giostre Palazzolo, vasca Bresso

Sulla vergognosa vicenda delle tangenti per protesi ortopediche i giornali locali hanno doverosamente informato circa il coinvolgimento del medico palazzolese Marco Valadé, attualmente in carcere.

Il Giorno (16 settembre): Tangenti e protesi, il gip: “Peculiare capacità delinquenziale”. Sono severe le motivazioni che hanno portato a disporre il carcere per i medici

Il Corriere della Sera (16 settembre): Tangenti nella sanità: per fare soldi reclutavano pazienti fuori regione. Svelato il sistema criminale che agiva dietro ai chirurghi corrotti

Ampi servizi sono stati pubblicati anche dai settimanali locali Il Cittadino e Il Notiziario (in edicola).

  *   *   *

Il Notiziario (16 settembre): Paderno, festa dell’Addolorata rovinata: stop alle giostre per ragioni di sicurezza

Il Giorno (14 settembre): No alla vasca anti Seveso: la battaglia di Bresso sbarca a Roma. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha convocato il sindaco di Bresso Ugo Vecchiarelli e gli altri cofirmatari