Centro vaccinale: lavori a ritmi sostenuti per aprire lunedì 12

Dopo i sopralluoghi prepasquali e la pausa festiva martedì mattina sono iniziati – a ritmo sostenutissimo – i lavori di adeguamento degli spazi messi a disposizione dalla parrocchia S.Maria Nascente per l’allestimento del centro vaccinale.

Riporto qui di seguito il messaggio del Sindaco.

La palestra dell’Oratorio Don Bosco (via De Marchi) è stata “rinfrescata” e attrezzata per ospitare un servizio sanitario che dovrà accogliere circa 800-900 persone al giorno (imbiancatura pareti, sistemazione porte e serrature, interventi sui bagni, posa dei cavi elettrici necessari per luce e postazioni computer, verifica infiltrazioni, pulizia generale, sistema di allarme, arredi e attrezzature varie, sanificazione…).

All’interno della palestra ha dato ottima prova di sé la squadra degli operai comunali che ha lavorato con impegno e professionalità al servizio della città. La Clinica San Carlo ora è in grado di allestire le postazioni vaccinali.

All’esterno è stato necessario predisporre un parcheggio provvisorio nell’area del campo sportivo piccolo dell’oratorio. Il manto erboso e lo strato superficiale di terra sono stati sostituiti con la posa di calcestre per evitare che, con le piogge primaverili, il posteggio si trasformi in un pantano impraticabile. Al termine dell’attività vaccinale il campo sportivo sarà rispristinato. Interventi anche sul marciapiede esterno e sulla segnaletica orizzontale.

Ringrazio tutti coloro che si stanno dando da fare con generosità e competenza per garantire a tanti nostri concittadini l’accesso alle vaccinazioni. Non è facile rendersi conto di quanto lavoro comporti l’apertura di un polo con 10 linee di vaccini!

E’ sicuramente una grande opportunità per Paderno Dugnano. Dobbiamo tutti esserne consapevoli e fieri.

Lunedì 12 aprile si comincia…

Un ringraziamento speciale a don Paolo Boccaccia che ha messo a disposizione della città l’oratorio. Di seguito i suoi auguri pasquali con la spiegazione delle ragioni che hanno portato a questa scelta.

Raccogliere la sfida educativa contro bullismo e violenza giovanile

Il pestaggio avvenuto nel sottopasso della stazione di Paderno merita attenzione come sintomo del malessere dei più giovani.

Serve l’attenzione di tutti (non la delega alle agenzie educative) per rispondere ai bisogni dei ragazzi, soprattutto in questo tempo difficile caratterizzato dall’emergenza sanitaria.

Di seguito il commento del Sindaco Casati.