W il #carnevale di Palazzolo: beati quelli che sanno ridere!

Complimenti ad @acappalazzolo e comitato genitori per la riuscitissima sfilata di #carnevale! Tanta gente! Bisogna sostenere i negozi di quartiere, non l’ampliamento del #Carrefour che non rafforza il territorio.

Saper ridere è una grande risorsa, anche per la nostra città!

W #COMMERCIO DI #VICINATO

W CHI SI IMPEGNA X LA NOSTRA CITTÀ!

Legambiente, una serata di alta formazione progettuale e politica

L’incontro svoltosi ieri sera in Auditorium Tilane per iniziativa del Circolo Grugnotorto di Legambiente è stato un momento di cultura politica di notevole spessore, grazie alla competenza e alle doti comunicative dei relatori (Prof. Tamini del Politecnico e del Prof. Zanderighi dell’Università di Milano).

Puntuale e preziosa l’impostazione del tema in chiave locale da parte di Luigi Lunardi, presidente del Circolo locale di Legambiente.

Si è parlato di “Centri commerciali e negozi di vicinato, grande distribuzione e consumo di suolo”, presentando il volume pubblicato dai due docenti nel novembre 2017 Dismissioni commerciali e resilienza. Nuove politiche di rigenerazione urbana.

Contrariamente al solito – e la cosa è da rimarcare positivamente – hanno partecipato all’evento anche esponenti della maggioranza (l’Assessore al Commercio Anna Maria Campi, il segretario della Lega Rodolfo Tagliabue con il consigliere Biraghi e il consigliere Turano di Forza Italia).

Iniziative come questa avrebbero dovuto essere proposte dagli Amministratori prima di scendere a patti con Carrefour in vista del progetto di ampliamento. Nulla di tutto questo invece è avvenuto, nonostante le promesse fatte dall’ex sindaco Alparone di garantire sul tema un processo partecipativo (che nella realtà non c’è stato).

Chi ama questa città studia, approfondisce, si documenta, pensa, si confronta… Non si precipita a realizzare un progetto solo per ottenere in cambio qualche soldo da spendere in marciapiedi e lampioni! Questa non è buona politica!

Un grazie sincero a Legambiente!

Il gigante Amazon cresce, come può resistere il commercio di vicinato?

Il commercio tradizionale, compreso il settore della grande distribuzione, è sottoposto all’attacco vertiginoso dell’e-commerce. Tutto ciò ha conseguenze concrete che dobbiamo guardare in faccia se siamo interessati alla tutela dei negozi di vicinato.

Su Repubblica di oggi si possono leggere gli ultimi dati della galoppata del colosso della distribuzione online: Amazon non si ferma più: Apple nel mirino, vicina la soglia dei mille miliardi di valore

La riapertura del Palazzo della politica padernese dopo la pausa agostana dovrà prendere sul serio la questione. Invece di trastullarsi sull’ipotesi di ampliamento del Carrefour, che strategicamente non ha alcun valore di prospettiva ma si configura come una mera operazione immobiliare, occorrerà avviare una riflessione seria e fattiva su come rilanciare il tessuto commerciale cittadino nell’orizzonte delle trasformazioni della società.

Attendo di sentire la voce del neo Assessore al Commercio Anna Maria Campi su questo argomento. Non abbia riguardi reverenziali nei confronti del Vicesindaco Bogani (del suo stesso partito) e dell’Assessore Tonello (a cui è stata affidata la partita dell’ampliamento Carrefour lasciando incredibilmente fuori dai giochi l’assessorato al commercio, le cui valutazioni sono di fondamentale importanza).

Che cosa vogliamo fare di questa città?

Il commercio di prossimità può cambiare il volto della nostra città

Cari lettori,

mi rivolgo direttamente a voi per invitarvi stasera al Tavolo di Lavoro sul Commercio, organizzato a Cassina Amata dalla lista civica Insieme per cambiare (ore 21 – via Corridori 12): A Cassina Amata per progettare insieme una nuova politica del commercio

Ritengo necessario unire le forze per far emergere una logica nuova, capace di rivitalizzare i nostri quartieri.

E’ sempre più difficile, infatti, tenere aperto un negozio di vicinato. Le cause sono molte e le conosciamo…

Però possiamo interrogarci seriamente se sia inevitabile arrendersi alla dura realtà e accettare passivamente la desertificazione commerciale delle vie cittadine oppure se possiamo immaginare un percorso di rivitalizzazione e di rinascita della socialità urbana

Voi che cosa ne pensate?

Il vostro parere e le vostre proposte ci interessano, perché questa città potrà rinascere solo se ci attiviamo tutti insieme con un progetto serio e lungimirante.

La Città e il Commercio: oggi ore 21

Un’occasione di alto profilo stasera in Aula Consiliare per riflettere sulle politiche del commercio, con particolare attenzione ai negozi di vicinato e alla Grande Distribuzione.

I relatori ci aiuteranno ad analizzare le dinamiche attuali del commercio nel Nord Milano, mettendo in luce criticità e buone pratiche.

L’iniziativa è organizzata da Aiea, Anpi, CCIRM, Circolo Eco-Culturale La Meridiana, Circolo Grugnotorto di Legambiente, Lista civica “Insieme per cambiare”, Lista civica “Noi X Paderno Dugnano”, Liberi e Uguali, Medicina Democratica, Partito Democratico, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Socialista Italiano, Verdi.

Varie: negozi in città, spacciatore vive nel lusso, Borsino Rifiuti, Summer Night, Festa dei Popoli, Europa Cinema

Qui Paderno Dugnano (5 giugno): Il commercio in città.  Più negozi di vicinato e meno GDO

Milano Today (4 giugno): Disoccupato vive nel lusso e attira l’attenzione dei carabinieri: lo trovano con droga e soldi

Monza Today (4 giugno): Viveva nel lusso, ma era disoccupato, aveva in casa oltre 2mila euro di droga: arrestato

Termoli Online (4 giugno): Borsino Rifiuti: quando lo smaltimento diventa innovazione

Oratorio Don Bosco: Summer Night 2018

Sul sito della Comunità pastorale Santi Ambrogio e Martino si può leggere il programma della Festa dei Popoli 2018, organizzata quest’anno a livello cittadino dalle sette parrocchie di Paderno Dugnano.

In un periodo caratterizzato da un marcato antieuropeismo Cineteca Italiana organizza a Paderno Dugnano una rassegna di film sull’Europa: Colori e sapori del Cinema Europeo

Emergenza commercio di vicinato: se Milazzo fa rima con #PadernoDugnano

Chi ha voglia di informarsi sulle dinamiche del commercio cittadino non deve fare molta fatica. Una semplice ricerca in rete offre molti esempi concreti.

L’ultima notizia viene dalla Sicilia: la riferisce proprio oggi un giornale online dell’isola:  Crisi del commercio a Milazzo, la ricetta di Pippo Russo (Confcommercio)

Anche a Paderno Dugnano il progetto di ampliamento del Carrefour solleva molti dubbi.

Come mai la Giunta (prima con Alparone e ora con Bogani) non comprende che tale proposta è miope e insostenibile???

Se vuoi saperne di più, vieni stasera in Aula Consiliare alle ore 21.

 

Commercio di vicinato: interessa a qualcuno?

Dov’è a Paderno Dugnano l’Assessore al commercio?

Fino a qualche mese fa nella Giunta sedeva Valentina Polito, costretta alle dimissioni per la nota vicenda Ikea. Da allora la delega è tornata nelle mani del Sindaco, che però ha altro a cui pensare…

Invece, il commercio locale a Paderno Dugnano necessita di un’attenzione specifica e costante. Occorre studiare la situazione locale ed elaborare un progetto di tutela e di rilancio della rete dei negozi di vicinato.

Altro che ampliamento del Carrefour, Signor Sindaco!

Può essere utile in vista di una riflessione il Rapporto di Confcommercio Demografia d’impresa nei centri storici italiani, pubblicato ieri.

Dalla ricerca dell’Ufficio Studi di Confcommercio emerge che nei centri storici di 120 comuni italiani la riduzione dei negozi in sede fissa è del 10,9%. Crescono bar e ristoranti, farmacie e telefonia mentre diminuiscono librerie, giochi e benzinai.

Di seguito una recensione del Sole 24 Ore di ieri: Confcommercio: in 10 anni 62mila negozi in meno nei centri storici, +26% per quelli stranieri