Varie: politica al Villaggio, le Iene, aqua de caelo, distributore

Qui Paderno Dugnano (9 aprile): Il Villaggio Ambrosiano si muove

Il Notiziario (9 aprile): Le Iene a Paderno e Baranzate per cercare lavoro a un migrante | VIDEO

Circolo Grugnotorto di Legambiente (4 aprile): VENE O AQUA DE CAELO, SI FONTICULUS APTIUS NON EFFICITUR

Circolo Grugnotorto di Legambiente (3 aprile): : SPAZIO AL DISTRIBUTORE. VIA UN PEZZO DI OASI DEI GELSI!

Impariamo da Baranzate: stasera ore 20,25 #Rai3

Vi segnalo un’esperienza da conoscere (che potrebbe dire molto anche alla nostra città, soprattutto per intervenire con più efficacia in alcune situazioni).

Si tratta della storia di don Paolo Steffano di Baranzate, insignito dal Presidente della Repubblica con un’onorificenza al merito.

Don Paolo Steffano è un prete anticonvenzionale, la sua attività non si è mai limitata alle quattro mura della parrocchia ma si è sempre “sporcata le mani” scendendo in strada e incontrando i più poveri ed emarginati a prescindere dal credo.

La sua storia stasera a #NuoviEroi, alle 20.25 su #Rai3.

Guarda il video di presentazione su Facebook.

Almeno una lacrima

Almeno un sussulto, un senso di vuoto… l’avete provato di fronte alla notizia di ieri dei migranti morti nell’ennesimo naufragio? Almeno una lacrima ha bagnato le vostre guance in questa stagione brutale di indifferenza e insensibilità?

Papa Francesco oggi all’Angelus:

Penso alle vittime, naufraghi nel Mediterraneo. Cercavano un futuro per la loro vita. Vittime, forse, di trafficanti di esseri umani. Preghiamo per loro e per coloro che hanno la responsabilità di quello che è successo.

“Ave o Maria…”.

La campagna natalizia del consigliere Boatto

Su Facebook ho letto le ultime considerazioni del consigliere comunale Francesco Boatto della lista civica alparoniana Paderno Dugnano Cresce

Grande fervore per smontare la parola di Papa Francesco e le bufale buoniste di «un Natale politicizzato, dove una certa “nuova esegesi” vorrebbe ora la Santa Famiglia migrante, per santificare senza appello una immigrazione di massa».

Di seguito il mio commento.