Una domenica grigia e umida: considerazioni varie

Giornata uggiosa che invita alla riflessione.

Per prima cosa vi invito a leggere il discorso del Presidente della Repubblica sulla Giornata del Ricordo: si tratta di una vera e propria lezione di storia sulle foibe e sulla necessità di custodire con impegno l’ideale europeo.

Mi unisco all’affetto di tanti per Silvana Carcano, che è ricoverata in ospedale dopo un grave infarto. Sono rimasto molto colpito dalla notizia del suo malore e del prontissimo intervento sanitario che l’ha salvata.

In vista delle elezioni europee ricevo e vi segnalo l’appello Onda Verde Civica, sottoscritto da varie personalità (attori, cantanti, docenti, professionisti…).

Per quanto riguarda la cronaca politica padernese riprendo un pensiero di Sergio Bucci su Facebook. Non sta a me dire se e quanto corrisponda alla realtà, ma è comunque un punto di vista interessante:

Riflessioni del sabato mattina sulla politica locale: Il csx al momento sembrerebbe diviso in 3: il pd che non ha ancora sciolto la candidatura del suo number one Ezio Casati. Giovanni Giuranna che rappresenta una lista civica molto attiva e sponsorizzato da LeU e da Rifondazione. Giovanna Baracchi potrebbe essere la candidata per PaP. A destra le cose vanno decisamente meglio. Rientrato il problema in casa lega con il commissariamento della sezione “alla faccia del “padroni a casa nostra” Forza Italia ai minimi storici a livello nazionale ma a livello locale vanta un cavallo di pura razza che alle regionali ha toccato le 3mila preferenze, il che significa che senza Alparone a Paderno Forza Italia conta il 2 di spade quando la briscola è bastoni. Paderno Cresce a mio avviso è cresciuta fin troppo fin dalla nascita, per questo penso che avrà un buon risultato ma difficilmente ripetibile. Mancherebbe la lista poltrone e sofà e come dicono in pubblicità, gli sconti finiscono domenica. 😱

[da un suo commento odierno sempre su fb]: Bogani è candidato ma sembrerebbe che interferenze esterne al suo partito abbiano deciso di cambiare cavallo.

Sergio Bucci

Dal sito padernese di Liberi e Uguali segnalo due numeri del giornale che riassume le opinioni e le attività del gruppo politico di Marco Coloretti: gennaio febbraio.

Mancano 104 giorni alle elezioni comunali del 26 maggio. A tutti mi permetto di ricordare quella che ritengo essere la soluzione migliore per andare alle elezioni e offrire un’alternativa concreta alle politiche cittadine degli ultimi dieci anni: Partiamo da qui, INSIEME

Infine, segnate una data in agenda: c’è bisogno di tanti per sostenere il ricorso al TAR contro la costruzione di palazzine nell’area verde pubblica di via Dalla Chiesa / via Gorizia.

Mattarella, sentirsi comunità

Molti hanno ascoltato e rilanciato sui social il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Invito a considerare attentamente le sue parole (vedi discorso integrale sul sito del Quirinale):

Sentirsi “comunità” significa condividere valori, prospettive, diritti e doveri.

Significa “pensarsi” dentro un futuro comune, da costruire insieme. Significa responsabilità, perché ciascuno di noi è, in misura più o meno grande, protagonista del futuro del nostro Paese.

Vuol dire anche essere rispettosi gli uni degli altri. Vuol dire essere consapevoli degli elementi che ci uniscono e nel battersi, come è giusto, per le proprie idee rifiutare l’astio, l’insulto, l’intolleranza, che creano ostilità e timore.

So bene che alcuni diranno: questa è retorica dei buoni sentimenti, che la realtà è purtroppo un’altra; che vi sono tanti problemi e che bisogna pensare soprattutto alla sicurezza.

Certo, la sicurezza è condizione di un’esistenza serena.

Ma la sicurezza parte da qui: da un ambiente in cui tutti si sentano rispettati e rispettino le regole del vivere comune.


Mattarella, lezione di volley

Ieri Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato al Quirinale la Nazionale italiana femminile di pallavolo finalista ai Mondiali 2018 in Giappone.

Anche secondo me l’Italia ha da imparare dalle ragazze della nazionale di volley

Leggi il discorso del Presidente della Repubblica.

Vorrei aggiungere anche che ciò che rende il vostro sport popolare – per quanto mi riguarda particolarmente attraente – è la correttezza che contrassegna il gioco e il rispetto nei confronti degli avversari. Vorrei davvero che il nostro Paese, in tutti gli ambienti, avesse queste due caratteristiche: il senso di coesione, di vicendevole aiuto, sostegno e solidarietà, e di correttezza e rispetto nei confronti degli avversari. (…) Vorrei ringraziarvi molto per quanto avete fatto, soprattutto per l’esempio che offrite…

Sergio Mattarella

Calderina di agosto online: Fermi tutti!

L’ultimo numero della Calderina è stato pubblicato oggi sul sito del Comune.

Il Vicesindaco Bogani cerca legittimazione nel suo nuovo ruolo e fa promesse per i prossimi mesi, la Lega assicura che farà partire al più presto il controllo di vicinato (senza dire che si tratta di una proposta della lista civica Insieme per cambiare), Forza Italia abbaia, le coccinelle intimano l’ALT ad un Consiglio sciolto ma ancora in carica, una Giunta decaduta ma ancora operativa e a un Vicesindaco facente funzioni di Sindaco).

Consiglio Comunale sciolto: notificato ai consiglieri il Decreto del Presidente Mattarella

Nel primo pomeriggio di oggi ho ricevuto a casa, tramite messo comunale, la notifica ufficiale dello scioglimento del Consiglio Comunale con Decreto del Presidente della Repubblica (vedi Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 161 del 13 luglio 2018).

Per effetto dell’art.53 del TUEL il Consiglio Comunale, sciolto, continuerà a operare fino alla prima finestra elettorale utile. E’ evidente tuttavia che si tratta di un organismo in scadenza.

Mattarella e lo spirito degli italiani

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato oggi, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, i “moltissimi concittadini” che “tengono vivo lo spirito di umanità che – profondamente radicato nella nostra Costituzione – contraddistingue il popolo italiano“.

Questo spirito di umanità è la nostra bandiera identitaria, dice il Presidente.

Ma è ancora così ora che moltissimi (troppi!) si riconoscono nelle parole avvelenate di Salvini?

Credo di sì, ma dipende da noi: se sapremo riconoscere la pericolosità di uno sguardo malevolo sull’umanità.

Salvini punta al potere (chissenefrega della Costituzione)

Un tweet di Ferruccio De Bortoli da considerare attentamente:

Ieri notte ho riassunto così il mio punto di vista: