Econord condannata dal giudice: avevano ragione i lavoratori

Ricordate il boicottaggio delle elezioni RSU da parte dei lavoratori Econord? Bene, il Tribunale di Monza si è pronunciato e ha condannato l’azienda per atteggiamento antisindacale.

CUB (9 ottobre): ECONORD DI PADERNO DUGNANO (MI): IL GIUDICE CONDANNA L’AZIENDA A RICONOSCERE LA RAPPRESENTANZA SINDACALE DELLA FLAICA CUB

Varie: cimitero, vasche di laminazione, IperDì, traduttori, truffa elettricità

[Convoglio delle “Nord” diretto verso Cadorna ripreso tra Palazzolo Milanese e Paderno Dugnano, 3 gennaio 1987 – by Maurizio Messa]

Il Notiziario (6 settembre): Paderno, la ladra del cimitero incastrata dalle telecamere della Polizia Locale | VIDEO

NordMilano24.it (6 settembre): Paderno, danni al cimitero: denunciata una donna di 70 anni

Comunicato stampa del Comune di Paderno Dugnano (6 settembre): Danneggiamenti al cimitero: la Polizia Locale denuncia una settantenne

Il Giorno (6 settembre): Seveso, cinque vasche solo sulla carta. E ogni pioggia è un pericolo. La guerra di carte bollate frena il piano contro le esondazioni

Il Giorno (2 settembre): IperDì, svolta nelle trattative: riaprono i discount. I supermercati verranno ceduto ad altre società: speranza per i mille dipendenti

Ansa (31 agosto): L’Europa cerca i migliori giovani traduttori del continente. Da domani aperte iscrizioni scuole per concorso Ue sulle lingue

Lo scorso anno a trionfare fra gli studenti italiani era stato Gianluca Brusa, allievo dell’Istituto di Istruzione Superiore Carlo Emilio Gadda di Paderno Dugnano, in provincia di Milano.

Il Cittadino (26 agosto): Paderno Dugnano: truffa sull’elettricità, gestore cambiato all’insaputa degli utenti

EcoNord: Amministrazione come Ponzio Pilato

Il noto procuratore romano della Giudea si lavò le mani, cioè si sottrasse alle proprie responsabilità, e mandò così a morte un innocente.

Con metodo simile l’Amministrazione Comunale guidata da Marco Alparone si lava ora le mani della sorte di un lavoratore EcoNord (tempo determinato, in servizio a Paderno da tre anni) che viene lasciato a casa nonostante quanto è stato pattuito in occasione del nuovo appalto di igiene e raccolta rifiuti.

Prossimamente i dettagli di questa brutta vicenda.

Varie: Palazzo Sanità, amore e rimpatrio, pericolo binari, sciopero EcoNord

Insieme per cambiare (21 marzo): PALAZZO DELLA SANITA’: TANTE IPOTESI MA NESSUNA SOLUZIONE. INTANTO CADE A PEZZI

Il Giorno (21 marzo): Paderno, i genitori vogliono separarli e vanno a dormire in auto

Il Notiziario (21 marzo): VIDEO “Come le sabbie mobili tra i binari”. A Paderno, scatta il controllo: giù la velocità [conosco il cittadino  che si è accorto del pericolo e ha realizzato il filmato, provvedendo poi a contattare la Polizia Locale, i Carabinieri e le Ferrovie Nord]

Il pane e le rose (20 marzo): Paderno Dugnano, 22 marzo: agitazione dei lavoratori dei servizi di Igiene Ambientale. Con blocco degli straordinari fino al sabato successivo

Trony, grave crisi (anche presso il Centro Commerciale Brianza)

Mercoledì sono passato nel tardo pomeriggio dal Centro Commerciale Brianza. Ho notato la preoccupante “desertificazione” dell’area Trony. Davvero impressionante.

Sul Giorno di oggi leggo questo articolo: Trony, si lavora nei negozi vuoti. La catena è in ginocchio. E i dipendenti restano senza stipendio

Vedi anche sul Corriere della Sera di oggi: Trony, oltre 800 lavoratori a rischio nella crisi della catena del bianco

Carrefour, la bomba francese (e l’insensato ampliamento a Paderno)

Qualche aggiornamento rispetto alla notizia riferita il 3 febbraio scorso.

Oggi il quotidiano Le Monde parla di un allarme occupazionale ben più ampio dei 2.400 esuberi annunciati qualche settimana fa: L’inquiétude grandissante des salariés de Carrefour

Circa l’episodio antisindacale avvenuto a Novara, su La Stampa di ieri si legge: Carrefour si dissocia dal gestore del market

Entrambi gli articoli sono riservati agli abbonati, ma danno l’idea di un fermento in atto che non può non preoccupare anche i dipendenti italiani del grande marchio francese.

In questo quadro complessivo chiedo al Sindaco Alparone di fermare la progettualità dell’ampliamento del Centro Commerciale Brianza a Paderno Dugnano per una riflessione più approfondita e con lo sguardo alle prospettive di medio-lungo periodo.

A Paderno Dugnano nn è saggio ampliare il Carrefour, incassare il cospicuo gruzzolo che fa gola agli Amministratori Locali, ammazzare definitivamente il commercio di vicinato e poi trovarsi, fra qualche anno, con una grossa area dismessa a rischio speculazione edilizia…

 

Francia, #Carrefour riconosce in Senato errori strategici e debolezza strutturale. E a #PadernoDugnano?

Mercoledì 31 gennaio, in Francia, la Commissione degli affari economici del Senato ha ascoltato Laurent Vallée, segretario generale del Gruppo Carrefour a proposito dell’annunciata situazione di crisi occupazionale (2.400 esuberi).

Qui trovate la videoregistrazione integrale.

Di seguito un estratto eloquente e chiarissimo dell’audizione del dirigente Carrefour:

Vi invito a leggere attentamente il resoconto su Public Sénat (31 gennaio): Carrefour : devant le Sénat, un dirigeant reconnaît « une erreur stratégique » sur les ex-magasins Dia

In Italia, e precisamente a Paderno Dugnano, qual è lo scenario occupazionale che si delinea per il prossimo futuro?

Le ultime notizie non fanno sperare in bene…

La Stampa (2 febbraio): Cgil in sciopero al fianco di Mary: “Sospesa dal market perché ha sbagliato a posteggiare l’auto”

Ecco il comunicato sindacale:

Nell’attuale quadro economicamente variabile che senso ha il progetto di ampliare il Centro Commerciale Brianza di Paderno Dugnano? Siamo sicuri che questa sia la scelta più giusta per la nostra città?

Il Sindaco Alparone (ora tutto preso dalla sua carriera in Regione) dovrebbe riflettere attentamente sul progetto di ampliamento della galleria commerciale della struttura padernese.

Meglio fermarsi prima che sia troppo tardi!