IXC: cronaca dettagliata del Consiglio Comunale

Se volete sapere che cosa è successo in Aula Consiliare, non accontentatevi dell’articolo del Notiziario (piuttosto sbilanciato a favore della Lega), nel quale si legge: ” I consiglieri padernesi del partito di Matteo Salvini hanno tenuto in scacco per oltre due ore l’intero consiglio comunale per discutere la mozione [sul bonus libri]”.

Certo, i leghisti hanno agitato le acque e dato spettacolo (bisognerebbe spendere una parola anche sullo stile sguaiato e acre!); non è vero però che la Lega ha tenuto in scacco la maggioranza.

Diciamo, piuttosto, che la maggioranza ha voluto rispondere puntualmente ai vari interventi, dimostrando volontà di ragionare sulla questione. Non si è limitata a dare una risposta stringata per procedere oltre. Ciò ha evidentemente dilatato i tempi, con soddisfazione della Lega che ha utilizzato tutte le strategie regolamentari per fare pressing.

Per farvi un’idea dello svolgimento del dibattito consiliare vi invito a leggere il resoconto pubblicato ieri dalla lista civica Insieme per cambiare: Il Consiglio Comunale del 23 e 24 luglio

Consiglio, secondo tempo più mite. Approvata la Commissione Antimafia e Legalità

Il Consiglio Comunale (seconda serata) si è svolto con toni e modalità decisamente più moderati. E’ un particolare da apprezzare.

Sui contenuti naturalmente c’è ampia diversità di vedute. A mio parere la distanza tra i due schieramenti è aumentata rispetto agli ultimi cinque anni. O meglio: la Lega ha scelto di “salvinizzarsi” e quindi si compiace di mostrare un profilo che trovo inaccettabile; da parte di Forza Italia e delle due liste Ghioni c’è invece un approccio diverso (è forse questo che genera la spaccatura difficilmente sanabile tra le due opposizioni).

Tra i vari punti all’ordine del giorno la definizione e la composizione delle commissioni consiliari. Sono state confermate tre commissioni: Economia, Territorio, Servizi. Si è soltanto modificato il nome della quarta da “Commissione Legalità” a “Antimafia e Legalità” (con fortissime resistenze da parte delle forze di minoranza che puntavano a eliminare il termine antimafia e a esplicitare invece il tema della sicurezza).

Io invece sono proprio soddisfatto.

Come ha dichiarato in aula il capogruppo Walter Tiano di Insieme per cambiare: ascolta il suo breve ma efficace intervento.

Varie: Seveso e ARPA, Sinistra Alternativa, alta criticità idraulica

Insieme per cambiare (3 luglio): Seveso, moria di pesci: l’Assessore all’Ambiente vuole rapporto più stretto con ARPA

Sinistra Alternativa (3 luglio): 1 luglio 2019, primo consiglio comunale di Paderno Dugnano: Tutti parlano di “bene comune” ma ognuno a modo suo

Notiziario (3 luglio): Temporale, guasto elettrico ad Arese: il Centro chiude un’ora prima

Quest’ultima notizia deve farci riflettere sulla crescente intensità e frequenza di eventi temporaleschi che possono essere pericolosi.

Paderno Dugnano è chiamata ad attrezzarsi particolarmente contro fenomeni di rischio idraulico, essendo classificata come “area ad alta criticità idraulica” (vedi Regolamento Regionale n.7/2017 Allegato C).

Varie: moria di pesci nel Seveso e commenti al primo Consiglio Comunale

Giorno (3 luglio): Caldo o inquinamento? Moria di pesci nel fiume Seveso. Continua la moria di pesci nel fiume Seveso. E fioccano le segnalazioni da parte dei cittadini

Insieme per cambiare (2 luglio): Il primo Consiglio Comunale dai banchi della maggioranza

ADM (2 luglio): Il commento del Sindaco Ezio Casati dopo il primo Consiglio Comunale

Qui Paderno Dugnano (2 luglio): La prova del budino. Commento politico di Gianfranco Massetti

Paderno 7 (2 luglio): Primo Consiglio Comunale del Casati III. Il punto di vista della Lega all’opposizione

Viale Bagatti era una discarica, è diventata un luogo meraviglioso!

Guardate questa foto scattata qualche anno fa 🙂 in Viale Bagatti.

E’ significativa.

Si riconoscono il Sindaco di allora Ezio Casati e gli esponenti dei Verdi Damiano Ricci e Michele Crapuzzo.

All’epoca l’area di Viale Bagatti era una discarica a cielo aperto… Grazie all’impegno dell’Amministrazione di allora la zona è stata recuperata e oggi è uno dei luoghi più belli di Paderno Dugnano.

Leggi l’articolo sul blog di Insieme per cambiare: Domenica 9 giugno c’è la festa del Viale Bagatti!

Ieri riflessione dei gruppi in vista del ballottaggio

Ieri sera i gruppi della coalizione che mi ha sostenuto si sono incontrati per focalizzare i prossimi passi in vista del ballottaggio.

Moltissimi cittadini (che ringrazio) mi hanno inviato attestazioni di stima e affetto. Non mancano le domande sul futuro prossimo: “E ora cosa farete?”.

Sono stato contattato per un confronto da Ezio Casati e da Ettore Fusco (commissario della Lega).

“Con Bogani – ho detto – non posso parlare prima che venga rettificato quanto riportato sul sito del Cittadino” (vedi post precedente). Con Casati il dialogo è aperto, e non da oggi.

Elezioni comunali: risultati e prospettive

Sul sito del Comune si possono leggere tutti i numeri delle Amministrative 2019 a Paderno Dugnano.

Rinnovo il ringraziamento a tutti i cittadini che hanno votato per me e per le liste della coalizione.

Adesso, entro sabato, è il momento della riflessione e della decisione circa possibili apparentamenti per il ballottaggio.

Bogani ha detto ieri al Cittadino: “Parlerò con tutti, tranne con Giuranna. Mi siederò al tavolo con chiunque” (considero questa sua dichiarazione come una medaglia al valore 😄).

L’impegno per la città prosegue con la soddisfazione di aver notevolmente rafforzato la rappresentanza politica.

Nel 2014 Insieme per cambiare aveva infatti il 5%, adesso la nostra coalizione ha superato Ghioni (che rispetto a cinque anni fa ha raddoppiato le liste e diminuito i consensi).

Avanti, dunque!

Elezioni, grazie a tutti!

Paderno Dugnano ha votato dando un importante consenso alla coalizione che mi ha sostenuto, che è diventata la terza forza del Comune.
Ringrazio tutti gli elettori che hanno creduto nel nostro progetto di città.
Continueremo a impegnarci, come abbiamo sempre fatto, per dar voce alle persone che vorrebbero una Paderno Dugnano sempre più unita, sicura, dinamica, verdissima, connessa e innovativa.