Rotonda via Battisti: finalmente pedoni e ciclisti più sicuri!

E’ passato un anno, c’è voluto il cambio della Giunta… ma alla fine il risultato a tutela della sicurezza dei cittadini è arrivato. E di questo sono veramente soddisfatto, anche se sembra una piccola cosa!

Vi invito a leggere che cosa chiedeva un anno fa Legambiente all’Assessore ai Lavori Pubblici Tonello: lettera aperta

Inoltre c’è un’altra situazione, potenzialmente molto pericolosa, che va sistemata adeguatamente. Riguarda un tratto ciclo-pedonale in corrispondenza dell’ingresso del cantiere Rho Monza che si affaccia sulla rotonda “Unes”. In questo tratto di strada, il percorso riservato ai pedoni e ai ciclisti è delimitato solo da una riga gialla, in una zona che di notte è completamente buia. Chi si trova a percorrere questo tratto è esposto al rischio concreto di essere investito dalle automobili, soprattutto da quelle provenienti da via Battisti che, imboccata la rotonda in direzione cavalcavia FNM, non vedendo la linea gialla, praticamente invisibile fino all’ultimo secondo, tendono pericolosamente ad invadere il tratto di cui parliamo, che è senza alcuna protezione. La cosa più semplice che ci viene da suggerire è che, fatto salvo lo spazio di accesso al cantiere, i due segmenti che vanno, uno in direzione della Giraffe e l’altro in direzione del cavalcavia,vengano protetti dalla circolazione delle auto mediante posizionamentodi barriere di cemento, in luogo dell’esistente ed inutile striscia gialla sull’asfalto. A sottolineare ulteriormente l’altissimo grado di pericolosità, segnaliamo che alcuni giorni fa , due signore residenti in via Montessori, che percorrevano, di sera e a piedi il tratto di strada di cui sopra, in direzione Giraffe, non sono state investite da una automobile per puro miracolo. Riteniamo che sia il caso di intervenire senza indugi.

Circolo Grugnotorto Legambiente

Circolo Grugnotorto di Legambiente (15 dicembre 2018): SOTTOPASSI DELLA RHO-MONZA A PADERNO DUGNANO. LA LUCE STA ARRIVANDO. E IL RESTO?

Circolo Grugnotorto di Legambiente (19 dicembre 2018): SCUSATE IL DISTURBO, MA DOBBIAMO INSISTERE!

Clima e acqua: l’impegno del Comune

Comune Paderno Dugnano: Nuovo Patto dei Sindaci per clima e energia. Giuranna: “L’impegno del Comune per… il bene comune

Di seguito un’informazione relativa al controllo dell’acqua potabile:

🚰 Nelle ultime settimane è in corso un’attività di monitoraggio da parte dei tecnici di Gruppo Cap – l’azienda che gestisce il servizio idrico integrato della nostra città – su alcune utenze private che hanno segnalato la presenza di residui nei filtri dei rubinetti. In alcuni condomini i tecnici dell’acquedotto e del laboratorio di Cap hanno già eseguito la disinfezione e la sanificazione degli impianti accertando l’assoluta potabilità dell’acqua 💦

📍 E’ un fenomeno, come spiega Gruppo Cap, che si sta presentando a macchia di leopardo solo su alcune utenze, non solo della nostra città, e che può essere riconducibile al deterioramento naturale del biofilm presente nei tubi che, in alcune condizioni come ad esempio il cambio della durezza/dolcezza dell’acqua in rete, può generare i problemi evidenziati specie in caso di reti interne obsolete e/o in presenza di addolcitori casalinghi.

🔴 Qui a Paderno Dugnano il Gruppo Cap sta affrontando e circoscrivendo il problema, in accordo con le utenze private che lo hanno segnalato, nelle vie Curiel, Machiavelli e delle Rose, fornendo il massimo supporto; è stato infatti anche creato uno specifico gruppo di lavoro ed è stata aumentata la frequenza delle attività di spurgo e di manutenzione delle reti sui tratti maggiormente vicini ai luoghi delle segnalazioni.

👉Chiunque riscontri anomalie nell’acqua del rubinetto può rivolgersi al numero verde di Gruppo Cap 800175571 sempre attivo 24 ore su 24 ℹ️

Giovani #FridaysForFuture e impegni del Consiglio Comunale a #PadernoDugnano

Ieri pomeriggio ho registrato questa breve intervista con Gaetano Fracassio, curatore di Paderno Dugnano In&Out (pagina facebook di informazione locale).

Abbiamo parlato della straordinaria manifestazione di venerdì, organizzata in occasione del 3° Sciopero Globale per il Clima, e della delibera del Consiglio Comunale di rinnovare l’adesione al Patto dei Sindaci.

Paderno Dugnano vuole prendere sul serio il desiderio di tantissimi giovani (e meno giovani) che sono scesi in piazza in tutto il mondo per dire alla politica che occorrono azioni concrete per salvaguardare il clima del pianeta.

Per questo il Consiglio Comunale nella seduta di giovedì ha deciso – nonostante l’incomprensione delle forze di minoranza – di rinnovare l’adesione al percorso europeo. Nel 2009 l’allora sindaco Gianfranco Massetti aveva firmato il Patto dei Sindaci, ma con il cambio di Amministrazione il centrodestra non ha mantenuto gli impegni presi e non ha elaborato il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).

A distanza di 10 anni riprendiamo il cammino e ci predisponiamo a realizzare l’inventario delle emissioni di CO2 in atmosfera, la mappatura delle vulnerabilità del nostro territorio e l’individuazione delle soluzioni locali.

Prossimamente maggiori dettagli.

Biciclettata Puliamo il Seveso: mio intervento a Milano

Ieri mattina ho partecipato anch’io insieme a molti altri alla pedalata ecologica organizzata da Legambiente e altre realtà Puliamo il mondo / Puliamo il Seveso.

Di seguito il mio intervento come assessore all’Ambiente all’arrivo a Milano.

Il TG3 Regionale di ieri alle ore 19,30 ha trasmesso un servizio sulla manifestazione che vi invito a guardare (dal minuto 6:51).

Puliamo #PadernoDugnano (e soprattutto non sporchiamo!)

Nel pomeriggio a Incirano è stata organizzata la pulizia dei parchi De Marchi e Cappellini nell’ambito dell’evento internazionale “Puliamo il Mondo”. Ci sarò anch’io come cittadino attivo e anche come assessore all’ambiente.

In questa seconda veste vorrei dire a tutti che la pulizia della nostra città non può essere delegata all’Amministrazione Comunale. Serve la collaborazione di tutti.

Anzitutto è importante non sporcare (quante cicche di sigarette vengono ancora gettate per terra nonostante la legge 221/2015 che prevede sanzioni pesanti!). Occorre poi rafforzare una rete di monitoraggio e amore per il territorio che provveda a segnalare e, in molti casi, intervenga direttamente per piccole azioni di cura.

Clean Up The World!

Villaggio, mercoledì 18 h 18: contro l’abbandono dei rifiuti

Mercoledì 18 settembre alle ore 18, presso la sede Acli di via Messico 3 (ex sede di quartiere) sarò al Villaggio Ambrosiano per incontrare i cittadini con l’obiettivo di risolvere i problemi di abbandono rifiuti sul territorio.

👉 Partecipa anche tu perchè senza l’impegno dei residenti è difficile risolvere situazioni di degrado e inciviltà.

Paderno in Folk: flashmob e mio saluto

Ieri sera sono intervenuto, come Assessore all’Ambiente, all’evento “Paderno in Folk”, organizzato al Parco Toti dal Circolo Eco-Culturale La Meridiana. Nei giorni precedenti lo hanno fatto anche il Sindaco Ezio Casati e l’Assessore Anna Varisco.

Dopo anni di disattenzione da parte dell’Amministrazione Comunale, quest’anno la manifestazione di danze popolari ha ricevuto il riconoscimento dovuto… con gli arretrati 🙂

Di seguito il breve flashmob sui cambiamenti climatici e il mio saluto.

La Scommessa, Paderno Blog e la resa dei conti nell’opposizione

Questo blog (La Scommessa) è nato nell’estate del 2008 ed è l’unico a offrire un servizio di accesso alle informazioni ad ampio raggio. Mi spiego meglio: funziona come una sorta di portale da cui si possono raggiungere vari siti di interesse locale. Tra i link ci sono – da sempre – blog amici e blog piuttosto lontani per area di appartenenza e sensibilità. Credo che questo sia un valore aggiunto.

Naturalmente, non pubblico tutte le idee e osservazioni che pervengono, ma metto il lettore nelle condizioni di allargare lo sguardo e sentire campane diverse, cliccando sui link di altri blog.

Gli altri non fanno così.

In 11 anni di attività sul web non ho quasi mai visto La Scommessa nell’elenco dei link proposti.


Oggi aggiungo alla lista dei link Paderno Blog – L’altra metà di Paderno Dugnano, a cura di Mario Mosconi (con la collaborazione di Francesco Boatto). Insomma area Lega.

Vi invito a scorrere gli articoli, perché si coglie in modo limpido il punto di vista di una destra sconfitta e riottosa.

A tratti la lettura è esilarante, come quando Mosconi parla di me.

Dice che per gli incarichi ricevuti in Giunta sono stato umiliato, che sono un capopopolo che si ritrova con un pugno di mosche in mano, che non potrò più fare i miei melliflui monologhi, che nessuno mi vorrà ascoltare, che sono inadeguato, che negli ultimi cinque anni la mia opposizione è stata inconcludente ed incapace, che non conto nulla, eccetera…

La definizione più bella, però, è questa: “Giovanni Giuranna, uomo di sinistra travestito da insegnante di religione”.

Rido e penso.

Non credo che l’autore in questione abbia sempre torto, perché anche uno studente impreparato – lo dice la statistica – riesce a dire qualcosa di giusto mentre balbetta di fronte alla commissione d’esame.

Dunque, che cosa c’è di vero nelle parole di Mosconi? Forse che a causa del mio nuovo ruolo di assessore non potrò “intrattenere il mio pubblico con i miei melliflui monologhi”. Questo è vero.

Cercherò di rimediare attraverso il blog 🙂


Concludo segnalandovi che l’ultimo post apparso oggi su Paderno Blog, firmato da Francesco Boatto e da lui proposto sul proprio profilo facebook, ha suscitato quasi 100 commenti il più delle volte roventi.

Una vera e propria resa dei conti che è utile leggere per comprendere quanto siano profonde le ferite e le divisioni all’interno del centrodestra padernese.

Buona lettura.