Aumento ponderale

Quanto pesa adesso, in termini elettorali, la lista civica Insieme per cambiare? Se lo chiedono in tanti.

Certamente, in questi cinque anni la “coccinella” ha fatto un grande lavoro, sia in Consiglio Comunale sia sul territorio. Ha promosso l’azione in rete su singoli temi di interesse per la città: contro le palazzine in un parco pubblico (cosiddetto RE3), contro l’ampliamento del Carrefour, sui temi della sicurezza urbana (controllo di vicinato), eccetera…

Il peso elettorale di questo straordinario gruppo, che è sempre al lavoro (per rendersene conto basta passare davanti alla sede di via Rotondi 71), è certamente aumentato rispetto al 2014.

I cittadini più attenti se ne sono accorti.

Purtroppo, però, ci sono anche i padernesi distratti, sbadati, menefreghisti, qualunquisti… Quelli che dicono: “Sono tutti uguali”.

Non è assolutamente vero. Basta approfondire un po’ e ci si accorge che non è così.

Eppure nelle urne pesa anche il loro voto (e non voto).

Non pochi per cambiare le cose a Paderno Dugnano penseranno di affidarsi a Forza Italia e alla Lega, senza considerare che nel nostro Comune queste due forze politiche governano (maluccio) da 10 anni.

Per cambiare le cose bisogna mandare a casa chi ha gestito la città finora: Bogani, Ghioni, Alparone , ecc…

Quanti incontri!

Raccogliere le firme è occasione di incontro e di confronto. Le persone si avvicinano curiose, altre invece già ci conoscono. Alcuni chiedono e raccontano di sé e del quartiere dove vivono.

C’è voglia di partecipare e soprattutto di una città con una vita politica diversa da quella degli ultimi anni.

Chi l’ha detto che Paderno Dugnano debba essere per sempre anonimo dormitorio del Nord Milano?

Noi lavoriamo per restituire la città ai cittadini.

Entriamo nel programma

La campagna elettorale sta entrando in una fase nuova. Dopo la presentazione dei candidati (pare che ne stia per arrivare un altro, il sesto), comincia ora la fase di presentazione delle cose che si intendono fare. In una parola: il tempo dei programmi.

Come potete immaginare, i programmi sono fondamentali ma nella maggior parte dei casi vengono letti solo dagli addetti ai lavori.

La lista civica Insieme per cambiare ha distribuito domenica, in occasione della Fiera di Primavera, un volantino con alcune proposte concrete.

Se siete interessati, fate un salto nella nostra sede in via Rotondi 71 e ritirate il matetiale informativo. Potrete scambiare qualche parola con i nostri volontari.

Grazie alla mia squadra: stiamo crescendo!

Sono arrivato stanco ieri sera, ma molto contento perché i segnali di attenzione e simpatia che sto ricevendo sono incoraggianti. Non dispongo di veri e propri sondaggi perché costerebbero troppo ed è preferibile usare le risorse disponibili per farsi conoscere piuttosto che per misurare l’attuale notorietà e indice di gradimento.

Il post di ieri con gli interventi di Anna Maria Nava e Franco Rainoldi e il mio discorso ha ottenuto in poche ore ascolti record. Che cosa vorrà dire? Solo curiosità o anche voglia di aria nuova?

Del resto, l’apprezzamento che percepisco non è per me o solo per me. Sta passando il messaggio giusto: siamo una squadra che sta facendo un grande lavoro e che, in caso di vittoria, saprà fare bene per la nostra città.

Chi ha dimostrato sul campo di agire con creatività e costanza stando in opposizione, quanto meglio saprà e potrà fare in caso di vittoria?

Devo ringraziare tutti coloro che si impegnano con me: le tre liste che sostengono la mia candidatura (Insieme per cambiare, Sinistra per Paderno Dugnano e – novità della campagna elettorale – Persone al centro).

Grazie perché siamo diversi e sappiamo unirci per il bene comune.

Aiutateci a farci conoscere.

Stranezze della politica locale

Fa strano vedere che Alberto Ghioni, dopo essere stato fedelissimo di Alparone, ora che è stato piantato in asso da Forza Italia per bieche ragioni di equilibri provinciali… si vanti di essere libero da vincoli di partito! Vedi lo spot diffuso dalla lista civica. Fino a ieri il vincolo c’era eccome.

Colpisce (e non poco) l’assenza di Marco Alparone dalla città il giorno della Fiera di Primavera.

Girando per le vie della Fiera ho visto gli stand di tutte le forze politiche. Sarà una competizione elettorale insolita con finale a sorpresa. In passato le cose erano più scontate e prevedibili.

Mi fa riflettere (e sorridere) l’appunto postato oggi da Sergio Bucci su Facebook:

Politica locale: Oggi ho visto un po’ tutti i competitor legati alla consultazione di fine maggio e nonostante i loro sorrisi ho la sensazione che più di qualcuno andrà a sbattere. Rimane sempre buona la teoria del pop corn e birra aspettando l’inizio del film.

Sergio Bucci

Molti si chiedono con rammarico perché io e Casati non ci siamo messi d’accordo per andare in coalizione. Spiace anche a me, perché in questi anni ho sempre lavorato per unire. La risposta è rintracciabile nel mio saluto al Congresso PD del 18 novembre 2018. La lista Insieme per cambiare chiedeva una formula politica nuova con civismo in primo piano e partiti a servizio di un progetto innovativo. Da parte del PD si è preferita la formula che conosciamo, cioè il contrario di quanto da noi proposto.

Fiera di Primavera: ho incontrato tante persone

La pioggia non ferma la @fieraprimavera e neanche l’impegno delle tre liste che sostengono la mia candidatura a sindaco.

Con uno straordinario impegno da parte di tutti i volontari e militanti abbiamo animato ben cinque postazioni: tre di Insieme per Cambiare (due gazebo: piazza Matteotti e via Camposanto, più la sede di via Rotondi 71), una della lista civica Persone al centro (piazza Oslavia) e una di Sinistra per Paderno Dugnano (via Roma, zona stazione).

La nostra coalizione è viva e varia: persone diverse che lavorano insieme con un obiettivo comune. Questa è una grande ricchezza, non un limite come qualcuno vorrebbe far credere.

Girando oggi per le vie della Fiera di Primavera, ho incontrato tante persone; tanti si sono accorti di me, grazie alle gigantografie posizionate ai gazebo o ai volantini distribuiti. Molti sono entrati nella nostra bella sede di via Rotondi.

A fine giornata sono un po’ stanco, ma molto contento.

Grazie a tutte/i