La barzelletta di Alparone

A Natale, si dice, dobbiamo essere tutti più buoni (anche Gramellini sul Corriere della Sera di oggi ci ricorda la missione Salviamo il Natale dai cattivisti).

Buoni sì, ma non fessi.

Sul Cittadino a pagina 42-43 si può leggere la barzelletta di Natale: l’ex sindaco ora consigliere regionale Marco Alparone si dichiara (impudicamente) soddisfatto della nomina del fratello Mario a direttore generale dell’ASST di Monza e ricorda a tutti che i due hanno “sempre tenuto distinte le rispettive figure” e i loro percorsi…

Come se i cittadini fossero tutti storditi e non sapessero (è scritto su tutti i giornali!) che Mario Alparone è stato nominato in quota Forza Italia!

Disagio treni: chi governa in Lombardia e a Paderno?!

Chi viaggia quotidianamente con Trenord soffre molto per frequenti soppressioni di treni, conseguente sovraffollamento e ritardi.

La Regione è in mano al centrodestra da data immemore e a Paderno Dugnano gli amministratori sono dello stesso colore, anzi dello stesso partito (che di questi tempi va per la maggiore).

Bogani (facente funzioni di sindaco) dovrebbe battere i pugni un giorno sì e uno no sul tavolo del Governatore Fontana e l’ex Alparone, ora consigliere regionale, dovrebbe farsi valere. Invece se ne stanno quieti.

È ora di cambiare!!!

Consiglio Regionale: Alparone ancora in panchina

E’ divertente seguire gli aggiornamenti del toto-Giunta-Regionale.

Fino a qualche giorno fa la squadra sembrava pronta, imminente la presentazione. Fontana aveva annunciato di dare la poltrona a 16 pretendenti (la Giunta Maroni si fermava a 14 assessori), poi i tempi si sono allungati e la soglia massima è tornata a 14.

Si attende naturalmente che cosa decideranno a Roma, perché le alchimie politiche sono cosa delicata.

Dal Giorno di oggi le ultime notizie: Giunta regionale, i tre nodi da sciogliere. Intese nazionali, donne e province: questi i rebus. Verso 14 assessori

Il Sindaco Alparone per ora rimane in panchina.