Parlare di politica con i giovani

Ho trascorso una bellissima serata, ieri, a Cormano presso l’oratorio di via Roma 10 con un nutrito gruppo di giovani universitari e lavoratori delle parrocchie cittadine.

Sono stato invitato a raccontare le motivazioni profonde del mio impegno politico. Per farlo ho rinunciato ad alcuni impegni di campagna elettorale a Paderno Dugnano, ma non ho rimpianti perché non ho perso tempo.

Ogni volta che ti poni con tutto te stesso davanti ai giovani ne esci arricchito.

Mi sono specchiato nei loro occhi e ho ripensato ad un famoso discorso di Giorgio La Pira:

Le generazioni nuove sono come gli uccelli migratori: come le rondini: sentono il tempo, sentono la stagione: quando viene la primavera essi si muovono ordinatamente, sospinti da un invincibile istinto vitale – che indica loro la rotta e i porti! – verso la terra ove la primavera è in fiore!

Giorgio La Pira

Filosofia del bello, concorso Romanae Disputationes: il liceo scientifico Gadda vince 3° posto

Si è svolto a Roma il convegno conclusivo del Concorso filosofico Romanae Disputationes. Il liceo scientifico Gadda di Paderno Dugnano si è piazzato al terzo posto nella categoria Junior.

Congratulazioni ai docenti e agli studenti Asperti Giacomo, Bossoletti Luca, Corso Alessandro, Dallara Alessandro, Foschi Marta, Gila Sara, Magistro Chiara, Milanesi Gladia, Paoletti Luca, Ritaccio Andrea!

 

Storie in Fiera: il programma 2018

COMUNICATO STAMPA

STORIE (DI PERSONE) IN FIERA

INCONTRI ED ESPERIENZE DA RACCONTARE

TRE SERATE A TEMA TUTTE DA VIVERE E ASCOLTARE
CON LE STORIE DI:

MARCO GIARRATANA
DANIELE CASSIOLI
e
CLAUDIO TROTTA

TERZA EDIZIONE
15, 21 E 27 MARZO 2018 A PADERNO DUGNANO (MI)
AUDITORIUM TILANE – P.ZZA DELLA DIVINA COMMEDIA

Dopo la fortunata Edizione 2017, torna “Storie (di persone) in Fiera”, appuntamento culturale ideato e proposto dal Comitato Promotore “Fiera di Primavera” di Paderno Dugnano in occasione della tradizionale manifestazione cittadina giunta alla sua 38^ Edizione.

L’idea è quella di far incontrare al pubblico persone che abbiano una storia particolare e interessante da raccontare: esperienze di vita vissuta, vista, fotografata, scritta. Le tre serate affronteranno temi di attualità a partire dalle pagine dei libri pubblicati dai protagonisti invitati e dalle loro esperienze.

GIOVEDÌ 15 MARZO 2018 inizieremo questa Edizione con MARCO GIARRATANA, autore di “Romanzo con angolo cottura” (Longanesi, 2018). Il suo libro racconta una vicenda generazionale in cui tanti trentenni si riconosceranno: Marco ha lasciato la Sicilia per Milano, convinto che avrebbe presto combinato Qualcosa di Serio, magari con la musica. Poi invece… la crisi, l’affitto, il lavoro che non c’è e se lo trovi è bene tenertelo anche se non ti piace. Gli anni volano via mentre lui fotocopia le sue giornate nell’open space dove scrive annunci pubblicitari per otto euro l’ora. Fino alla Settimana che Cambia Tutto, quella in cui prima viene sfrattato e poi, con tre quarti dell’open space, licenziato. Catastrofe. Ma lo è davvero? Perché non approfittarne per provare a fare qualcosa che gli piaccia davvero? E a Marco piacciono moltissimo diverse cose: la musica, il sesso, il cibo. Non per forza in quest’ordine. Nasce così il foodblog dell’Uomo Senza Tonno, il barbuto Scièf a Domicilio che prima conquista il web e poi, una cena per volta, seduce Milano e dintorni con i suoi piatti stravaganti, spesso arditi, capaci di far sorridere anche i palati più severi. Mentre fioccano i clienti e con loro incontri e situazioni impreviste, in una sarabanda di cucine, città e menu, Marco parte per un viaggio che lo porterà parecchio fuori dalle rotte già tracciate. Ma al centro esatto di questa cosa imprevedibile chiamata vita.

MERCOLEDÌ 21 MARZO 2018 sarà con noi DANIELE CASSIOLI, il più grande sciatore nautico paralimpico di tutti i tempi: 22 titoli mondiali, 20 titoli europei e 31 titoli italiani. Premiato come atleta dell’anno 2010, 2012 e 2014 dalla Federazione Internazionale di sci nautico, è il primo e unico atleta ad aver ottenuto tre volte questo riconoscimento importante. Nel 2013 all’Idroscalo di Milano vince 5 medaglie d’oro, esperienza che si ripete nel 2015 in California e nel 2017 in Australia. Detiene il record mondiale nelle specialità slalom, figure e salto. Grande amante della vita e dei piccoli eroi che a occhi chiusi si approcciano allo sport, Daniele è sempre accanto alle famiglie di bambini non vedenti.

MARTEDÌ 27 MARZO 2018 concluderemo questa Edizione in compagnia di CLAUDIO TROTTA, autore di “No pasta, no show” (Mondadori Electa, 2017). La sua entusiasmante autobiografia è anche l’affresco di un’epoca, di un pezzo di storia italiana illuminato da una prospettiva particolare e affascinante: quella dei concerti, degli spettacoli dal vivo, della musica come partecipazione e progetto culturale. È una galleria di personaggi indimenticabili, tratteggiati con freschezza da chi ha avuto la fortuna di conoscerli da vicino; ed è il racconto di una passione intramontabile, una dichiarazione d’amore nei confronti della musica e della Bellezza. Un amore che l’autore non ha mai smesso di rinnovare e che, ancora una volta, vuole condividere con gli altri. In 40 anni di carriera e di vita on the road Claudio Trotta ha contribuito a promuovere e a far conoscere nel nostro Paese le stelle di prim’ordine della scena musicale internazionale, organizzando show e festival di grande successo. L’incontro sarà moderato dal giornalista MASSIMO POGGINI (Spettakolo.it).

Nel corso delle serate è prevista una serie di botta e risposta con il pubblico, nello spirito dell’ascolto e dell’incontro: il format è una proposta decisamente controcorrente in un momento storico nel quale i talk show saturano gli spazi televisivi con tante “gare” a chi urla di più e pochi contenuti di spessore.

Gli incontri si terranno alle ore 20.45 presso l’Auditorium Tilane (P.zza della Divina Commedia). La partecipazione è a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Si consiglia di prenotare gratuitamente il proprio posto on-line su https://storieinfiera2018.eventbrite.it o presso la Libreria ParoleDolci di Paderno Dugnano in via Roma 62/i. Per il pubblico è a disposizione un comodo parcheggio gratuito presso la piazza del mercato di Dugnano (via Oslavia).

“Storie (di persone) in Fiera” è un evento realizzato dal Comitato Promotore “Fiera di Primavera” e patrocinato dal Comune di Paderno Dugnano.

https://www.fieradiprimavera.it/storieinfiera
https://www.facebook.com/storieinfiera
#storieinfiera

Paderno Dugnano (Mi), 20 febbraio 2018

 

Verso le elezioni, decisi a cambiare le cose

Il 4 marzo siamo chiamati al voto. E’ inevitabile provare un certo sentimento di disorientamento circa le scelte da fare…

Eppure dobbiamo scegliere; e impegnarci a cambiare le cose!

Chi non lo fa è solo un chiacchierone che, con il proprio disimpegno, contribuisce all’avanzata del peggio.

Ho apprezzato molto le parole dei Vescovi lombardi in vista dell’appuntamento elettorale: «Partecipazione attiva e responsabile per una buona politica»

Leggetelo con attenzione, magari insieme alla bella lettera dell’Arcivescovo di Milano ai 18enni.

Parole preziose per discernere.

Ma ora è necessario che le cose cambino, perché la politica è l’esercizio della responsabilità per il bene comune e per il futuro del paese. E chi può avviare un cambiamento se non uomini e donne che si fanno avanti e hanno dentro la voglia di mettere mano all’impresa di aggiustare il mondo?

RE3: il parco di via Gorizia ha una storia che gli amici del cemento non ricordano

Ho ricevuto da un cittadino un contributo alla riflessione sul Parco di Via Gorizia / Via Dalla Chiesa. Lo pubblico volentieri perché inserisce la vicenda RE3 di cui parleremo abbondantemente giovedì sera in un quadro diacronico di storia padernese.

Gentile Consigliere Giuranna,

ho a lungo riflettuto se scriverle o meno questa storia.
Ma ho pensato che, forse, la battaglia che sta conducendo per salvare l’area di Via Gorizia potrebbe avere bisogno di un piccolo contributo. Come tutte le storie che vengono da lontano anche questa comincia con

C’era una volta,

c’era una volta una Città che ascoltava i Cittadini e pensava che potessero avere qualcosa da dire anche in virtù del fatto che gli Amministratori di allora erano convinti che potessero ascoltare tutti i Cittadini in modo più libero degli Amministratori.

Torniamo agli anni 80 del 900 e all’inizio del decentramento che era stato instaurato con una legge del 1978 che seguiva quella della partecipazione nella scuola che mi pare di ricordare fosse del 1974.

Al decentramento partecipavano con entusiasmo e passione Cittadini che lo facevano su base volontaria solo e unicamente per il bene comune.

I tempi anche nelle Città di Provincia cambiano e negli anni 80 anche a Paderno Dugnano c’era spaccio di droga e ragazzi con dipendenze.

I consiglieri di Quartiere di Paderno, in quanto genitori, ne erano consapevoli e preoccupati e pensarono di rendere vivo il piccolo parco di via Gorizia allora molto giovane e organizzarono per alcuni anni feste e intrattenimenti nel parco che avevano uno scopo sociale volto anche al controllo degli spazi cittadini attraverso la partecipazione e non con la repressione.

Tutto questo è documentato negli archivi comunali perché ci furono delibere per le spese necessarie alle iniziative e forse se lo ricorda anche l’allora consigliere di Quartiere per il PCI Riboldi (oggi Capogruppo della Lega Nord).

Cordialmente,

[lettera firmata]