Lotteria: Paderno biglietto vincente. Ma siamo sicuri che la febbre del gioco ci faccia vincere davvero?

Una notizia di cronaca locale e una riflessione di Famiglia Cristiana sull’azzardopatia (patologia del “gioco” d’azzardo).

Notiziario (7 gennaio): Lotteria Italia: biglietti vincenti a Paderno Dugnano, Varedo, Seveso e Sesto

Il Cittadino (7 gennaio): Lotteria Italia, la Brianza si consola con cinque premi da 20mila euro

Famiglia Cristiana (6 gennaio): Le nostre vite divenute lotteria perenne. E perdiamo sempre

Che senso ha la Lotteria Italia in un tempo in cui si gioca ovunque e sempre, anche di notte? Non per vincere ma per riempire il tempo di esistenze andate distrutte. Negli anni Novanta si giocava molto di meno e si vinceva di più. Poi lo Stato decise che bisognava far cassa arruolando alla dipendenza patologica di massa milioni di persone

Azzardo: guardate come la lobby dei giochi è attenta a ciò che accade a #PadernoDugnano

La riunione della Commissione Legalità svoltasi martedì sera in Comune ha suscitato attenzione immediata nell’area economica che promuove i “giochi” d’azzardo.

AGIMEG, Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco, ha prontamente pubblicato questo lancio (12 settembre): Paderno Dugnano (MI): Comune al lavoro su Regolamento comunale sul gioco. Tra i luoghi sensibili saranno inseriti camere mortuarie, cimiteri e monasteri

Commissione Legalità: in esame oggi regolamento azzardo

Si riunisce oggi alle 18,30 la Commissione Legalità per esaminare (dopo tanta attesa… era ora!) il Regolamento comunale sul gioco d’azzardo.

La seduta è p0ubblica. Se il portone del Municipio fosse chiuso, suonare il campanello.

Contro il gioco d’azzardo servono azioni coordinate e concrete

Importante convegno stamattina a Milano sul tema “Istituzioni e Azzardo in Italia”, organizzato dalla Consulta Nazionale Antiusura, la Fondazione San Bernardino e la Caritas Ambrosiana.

Di seguito alcune sintesi giornalistiche:

Il Consiglio Comunale di Paderno Dugnano ha recentemente approvato un ordine del giorno contro il gioco d’azzardo che fa seguito alla delibera del 2013 (non richiamata nel testo votato il 29 maggio scorso).

Occorre mettere in atto in modo efficace questi orientamenti.