Casati saluta e promette impegno a Paderno e Nord Milano

Finisce oggi la XVII Legislatura. Di seguito un commento dell’on. Ezio Casati, teso tra passato e futuro:

Oggi è l’ultimo giorno della XVII Legislatura, oggi si conclude la mia esperienza da Deputato della Repubblica.
Per me è stato un immenso onore essere stato chiamato a ricoprire questa carica e a poter incontrare persone, associazioni, categorie e tanti altri soggetti che rappresentano il nostro Paese.
È stata una bellissima esperienza.
Le elezioni del 4 Marzo hanno dato un risultato che ha rivoluzionato il quadro politico, dobbiamo prenderne atto e chiedere a chi ha riscosso il consenso su programmi (evito di scrivere promesse) che hanno incontrato il giudizio favorevole degli elettori adesso si impegnino per rispondere con i fatti.
Cosa farò io, sicuramente non lascio la politica e non mi disimpegno, mi concentrerò sul mio territorio e in particolare sul Nord Milano.
Questo territorio ha bisogno di attenzione ed è quello che, assieme ad altri, stiamo programmando.
Mi occuperò del mio partito, il PD, convinto che in questa comunità sia ben rappresentato lo spaccato ampio della società , dai diritti dei lavoratori agli interessi delle imprese, dagli interessi del mondo delle associazioni ai bisogni della gente.
Il PD esce ridimensionato da questo turno elettorale ma nei giorni scorsi una amica mi ha detto una frase pronunciata dal Card Carlo Maria Martini che simboleggia il mio stato d’animo ma anche la prospettiva.
“LA POTATURA È DOLOROSA MA NECESSARIA E SALUTARE PER LA CRESCITA DELLA PIANTA”.
Non perdiamoci di vista

La grande incertezza

Il quadro politico padernese appare incerto.

Silvia Sardone – così sembra – diventerà assessore regionale e questa sua promozione salverà Alparone dallo smacco di arrestarsi sul limitare del Consiglio Regionale. Entrerà dunque nell’Olimpo, ma senza il corteo di trionfo che si prefigurava…

Se così fosse il vicesindaco Bogani (Lega fu Nord) sarà per un anno il timoniere comunale, incaricato di traghettare l’Amministrazione fino al voto della primavera 2019. La Lega però ha già fatto sapere sulle pagine del Notiziario (ancora in edicola) che il suo nome non è gradito come futuro candidato sindaco. Dichiarazione sorprendente (e non smentita).

Nel centrodestra è iniziata la lotta intestina per la successione. Non sono un esperto conoscitore di quel mondo, ma è facile intuire che le diverse anime e fazioni stanno affilando le lame.

Da non dimenticare che la Lega può contare su un notevole incremento di voti (grazie a Salvini), mentre Forza Italia è in flessione. I civici di Paderno Dugnano cresce non vanno d’accordo con la Lega e non sono disposti a piegarsi ad altri che non siano Marco Alparone.

Il Partito Democratico padernese finora non ha commentato i risultati delle elezioni. Immagino che, al suo interno, si aprirà un confronto sulle scelte da fare. Sono possibili due strade: il ritorno a tutti gli effetti di Ezio Casati o l’avvio di un percorso innovativo che guardi al futuro.

La lista civica Insieme per cambiare continua a lavorare sui problemi concreti di Paderno Dugnano. Non ci interessano le questioni di bandiera o di bottega! Domenica prossima in occasione della Fiera di Primavera allestiremo due stand (in piazza Matteotti e in via Camposanto) per incontrare i cittadini e distribuire l’ultimo numero de La Coccinella con le notizie del territorio.

Il Movimento 5 Stelle per ora tace. L’ex consigliera regionale Silvana Carcano è data come la figura che potrebbe ricostituire il gruppo padernese che negli ultimi mesi si è dissolto per protesta nei confronti dell’evoluzione/involuzione nazionale.

Paderno: M5S primo partito, Lega raggiunge e supera il PD, FI arretra, Casati non passa all’uninominale

Avremo tempo per analizzare attentamente il risultato locale del voto di ieri.

Ad un primo sguardo si coglie il balzo in avanti del Movimento 5 Stelle che (rimasto senza rappresentanti in Consiglio Comunale!) è divenuto la prima forza politica cittadina.

La Lega (fu Nord) di Salvini al Senato raggiunge il PD e alla Camera, col voto dei giovani, lo supera.

Forza Italia appare in calo e soprattutto perde la primazia nel centrodestra. Il vicesindaco del Carroccio Bogani gongola, mentre il coordinatore cittadino di F.I. Elia Torraca soffre.

Il Partito Democratico cittadino è in netta flessione: alle Politiche del 2013 aveva ottenuto alla Camera 8.229 voti, nel 2014 alle Europee fece il boom raggiungendo 10.606 voti e ieri è stato sostenuto alla Camera da 5.993 elettori.

Il candidato padernese di centrosinistra nel collegio uninominale della Camera non è stato eletto. Ezio Casati arriva, purtroppo, terzo alle spalle di Jari Colla (centrodestra) e Daniela Gobbo (M5S).

Casati ha pubblicato su Facebook in mattinata la seguente dichiarazione:

È complicato scrivere oggi, ovvero basterebbe dire
Ho Perso!!!
Ed è la verità, ho perso e perso male.
Però voglio aggiungere una riflessione, breve ma doverosa,
Il 50% degli italiani hanno scelto Lega e Movimento 5 Stelle.
Non pronuncio le parole hanno vinto i populismi.
Hanno vinto la paura dello straniero e la facile soluzione a problemi molto più complicati.
Ma bisogna portare molto rispetto per il voto dei cittadini.
Ora tocca a loro, non so come formeranno un governo e mi auguro che il PD decida di restare all’opposizione.
I numeri per formare un governo Lega 5 Stelle ci sono.
Forza Italia esce molto indebolita e può solo fare la portatrice di voti, le carte le danno gli altri.
Il PD, il mio partito esce pesantemente sconfitto e con esso la sua leadership,
Io torno a fare il cittadino e l’imprenditore, ringrazio tutti quelli che hanno creduto e sperato in me, molti mi avevano detto di non metterci la faccia e di stare ad aspettare, io non sono fatto così , io ce l’ho messa e non mi pento.
Voglio però dirvi che provo preoccupazione per il nostro Paese, adesso bisogna passare dalle promesse ai fatti e penso che ne vedremo delle belle.
Vi ringrazio…….una parola sul futuro ……certamente non lascio l’impegno politico .
Buona fortuna Italia mi auguro fortemente e saldamente dentro l’Europa.

Liberi e Uguali ottiene un risultato molto basso (Camera 2,97% e Senato 3,09%)

Resta da conoscere il risultato personale del Sindaco Marco Alparone candidato alle Regionali. Lo spoglio inizia oggi alle ore 14.

Oggi ore 18,30 al Circolo Acli: a confronto con Casati, De Marchi e Armelloni

Ti aspetto stasera alle ore 18,30 presso il Circolo Acli del Villaggio Ambrosiano per un breve momento di riflessione e di confronto in vista del 4 marzo.

Ezio Casati ha chiesto di incontrare gli aclisti (l’incontro naturalmente è aperto a tutti).

Saranno presenti anche Giovanni Battista Armelloni (ex presidente Acli, attuale responsabile organizzativo del Forum del Terzo Settore della Lombardia e capolista della lista civica Gori Presidente) e Diana De Marchi (candidata del centrosinistra al collegio uninominale Senato).

Per saperne di più: www.eziocasati.it

Ezio Casati incontra gli aclisti: porte aperte a tutti

Ezio Casati ha chiesto di incontrare gli aclisti per un momento di confronto e ascolto.

L’appuntamento, aperto a tutti, è fissato per mercoledì 21 febbraio ore 18,30 presso il Circolo Acli di Via Messico 3.

Caro aclista,
come saprai sono candidato per la coalizione di centrosinistra alla Camera dei Deputati nel collegio di Cinisello Balsamo, che comprende anche la nostra città di Paderno Dugnano. Si voterà il prossimo 4 marzo: mi farebbe molto piacere poterti incontrare per chiacchierare di un po’ dei progetti che ho in mente riguardanti il sociale, il lavoro e, più in generale, le problematiche di questo territorio.
Come vedi, lo slogan scelto è PRENDERE A CUORE, che amo declinare come PRENDERE A CUORE le persone, le associazioni, le imprese e il mondo del lavoro, l’ambiente e, specificatamente, questo territorio.
Ti aspetto, se lo desideri, presso la sede della ACLI di via Messico 3 a Paderno Dugnano, il giorno mercoledì 21 febbraio alle ore 18.30 per parlare e prendere assieme un aperitivo.

Ezio Casati

Difetto di cortesia istituzionale

Serata organizzata da Liberi e Uguali con la partecipazione dell’on. Laura Boldrini, Presidente della Camera.

Sono rimasto negativamente colpito dall’assenza in aula consiliare del Sindaco Marco Alparone e del Deputato del territorio, on. Ezio Casati.

Certamente si trattava di un appuntamento di carattere elettorale, ma Laura Boldrini è pur sempre la terza carica dello Stato.

Un saluto veloce era doveroso.

Casati su mobilità sostenibile: metrotranvie e metropolitana

Ricevo da Enrico Englaro (servizio stampa on. Ezio Casati) il seguente avviso di conferenza stampa:

Conferenza stampa sul tema

Mobilità sostenibile

Parliamo delle Metrotranvie Milano-Limbiate e Milano-Seregno e del prolungamento delle linee metropolitane da Milano a Monza – passando da Cinisello Balsamo.

Ezio Casati incontra

l’assessore alla Mobiltà del Comune di Milano

Marco Granelli

Martedì 20 febbraio

ore 17

presso il Comitato elettorale 

in via Gramsci 46 – Paderno Dugnano

Ezio Casati inaugura il comitato elettorale

Stasera in via Gramsci 46 l’on. Ezio Casati ha inaugurato il proprio comitato elettorale alla presenza di sindaci, parlamentari e consiglieri regionali del Partito Democratico. Ho ascoltato con interesse i vari interventi. E’ emersa l’idea di costruire un “argine democratico” a pericolose derive.

Condivido la preoccupazione, perché l’aria che si respira in questi giorni è greve.

I fatti di Macerata (non adeguatamente condannati da tutte le forze politiche) sono un pessimo segnale per il futuro.

Di seguito il servizio trasmesso oggi da TV 2000:

Come ho già detto, ad oggi ancora non so se il 4 marzo voterò PD, lista Insieme, Casati all’uninominale oppure sceglierò altre soluzioni. Credo sia importante ascoltare, riflettere e, infine, decidere.

Da dove nasce la mia incertezza?

Da quanto avvenuto nell’area di centrosinistra negli ultimi anni. L’evoluzione del Partito Democratico, che in passato ho votato con convinzione e speranza, mi lascia molto perplesso. D’altra parte mi rendo conto che occorrerebbe ritrovare la forza per rimettere insieme i pezzi e tessere pazientemente una nuova tela. Per farlo però occorre una volontà precisa, che fatico a vedere…

Il 4 marzo si avvicina.

Riflettiamo con attenzione pensando al bene del Paese senza lasciarci prendere nel gorgo delle tifoserie.

 

Casati inaugura la campagna elettorale: lunedì ore 18

Ricevo da Enrico Englaro (servizio stampa On. Ezio Casati) il seguente avviso.

Lunedì 5 febbraio alle ore 18 presso la sede del Comitato Elettorale in via Gramsci 46 a Paderno Dugnano Ezio Casati inaugura la campagna elettorale per la Camera dei Deputati – Collegio Uninominale di Cinisello Balsamo.

Hanno confermato la loro presenza:

I Candidati del Pd

Carlo Borghetti – candidato alla Regione Lombardia

Diana De Marchi – candidata al Senato

Franco Mirabelli – candidato al Senato 

Lorenzo Gaiani – Sindaco di Cusano Milanino

Tatiana Cocca – Sindaco di Cormano

Rosaria Longoni – Sindaco di Nova Milanese

Maria Fiorito – Sindaco di Muggiò

Laura Barzaghi – consigliere regionale PD

Daniela Gasparini – deputata PD