Anche #PadernoDugnano a Bolzano per guardare al futuro dell’edilizia

Una notizia che è opportuno far conoscere anche nella nostra città, perché Paderno Dugnano può essere (e già è) all’avanguardia in campo ambientale

Il palazzolese Massimiliano Caruso (Ceo di Aakhon e presidente di Active House Italia), ha partecipato oggi alla tavola rotonda, all’interno della kermesse di Klimahouse 2020, che ha messo a confronto le certificazioni di qualità ambientali. Al dibattito sono intervenuti i rappresentanti degli enti di certificazione oggi più autorevoli e più ricercati all’interno della filiera dell’edilizia (LEED, Passive House, Active House, Arca, Biosafe, Well).

Guarda il videoservizio dell’agenzia giornalistica Askanews.

Anche il meteorologo Luca Mercalli ha partecipato alla fiera Klimahouse 2020 di Bolzano, che raccoglie il meglio dell’edilizia bio, tecnologica e green

Siamo andati a Friburgo per immaginare il futuro di #PadernoDugnano

Grande partecipazione ieri sera nella nuova sede di Insieme per cambiare di via Rotondi.

Il “giro di Paderno Dugnano in 80 giorni” (tanti ne mancano al voto del 26 maggio) è iniziato idealmente da Friburgo in Brisgovia, dove una delegazione di Insieme per cambiare si è recata nel giugno 2017 per un viaggio-studio finalizzato a conoscere le scelte amministrative di questa città tedesca, che è all’avanguardia da tanti punti di vista.

Se sei interessata/o, trovi un videoracconto dettagliato del viaggio in questi tre filmati nei quali sono stati raccolti i nostri appunti di viaggio


Il “condominio ecologico” nella via che non ama l’ecologia

Durante l’estate è apparso sul Giorno un articolo che merita attenzione: Paderno, sei stelle al condominio ecologico. Un premio all’edilizia ambientale. La certificazione al palazzo “Borgogna” di via Sant’Ambrogio

La lettura di questo pezzo lascia un retrogusto amaro pensando a quanto avvenuto nei giorni scorsi in quella strada, che era una delle più belle della nostra città.

Che cosa pensano gli abitanti del condominio ecologico dell’operazione antiecologica realizzata dal Sindaco?

 *   *   *

Ieri sul blog Paderno 7.0 (che il compianto Carlo Arcari chiamava il “megafonino comunale della destra in appoggio alla giunta”) è apparso un articolo ispirato probabilmente da una musa che siede nel Palazzo Comunale: IL CASO DEI TIGLI DI VIA SANT’AMBROGIO: CONSIDERAZIONI TECNICHE

Sulla sosttuzione arborea (una nuova piantumazione per ogni tiglio abbattuto) ho già fatto notare in Consiglio Comunale che il bilancio è economicamente (prima che ecologicamente) in perdita.

In un momento come quello che stiamo vivendo, stravolto dai cambiamenti climatici, non si può sostituire un albero maestoso che ha 60 anni di vita con una pianticella esile che ha bisogno di molto tempo prima di poter raggiungere la medesima efficacia in  termini produzione di ossigeno e frescura.

La semplice sostituzione 1 a 1 è indice di superficialità.