Don Luca Andreini: “Voglio lodare i cristiani che si impegnano in politica”

Sul bollettino della Comunità pastorale San Paolo VI (Calderara, Dugnano e Incirano) questa settimana si può leggere questa riflessione del parroco, Don Luca Andreini:

Voglio lodare i cristiani che si impegnano in politica.  Tutti coloro che si impegnano con onestà sono da lodare (cristiani e non cristiani), ma vorrei avere una particolare attenzione  per le sorelle e i fratelli che si rendono disponibili – anche nella nostra città –  in questo tempo in cui si dice che i credenti siano timidi e un po’ disimpegnati.
Li voglio ringraziare, perché vedo le loro buone disposizioni di intelligenza e di cuore e perché mi pare che la loro fede non sia estranea a questa scelta di impegno, ma li spinga a prendersi cura degli altri.
Li voglio anche incoraggiare perché questo servizio è una vera forma di carità. Però è una carità “esigente”, non facile (come scrisse S. Paolo VI), che chiede fortezza d’animo, che esige rigore morale, che porta al sacrificio della dedizione. Solo così si può sfuggire alla seduzione del potere e alla tentazione dello scoraggiamento.
Li voglio anche accompagnare. Vorrei farlo con tutta la nostra comunità. Per dire che li seguiamo con stima perché abbiamo una considerazione alta dell’impegno politico quando è vissuto come servizio.  Per condividere con loro il desiderio di aiutare questa umanità e questa città. Per fare sentire loro la sincerità della nostra preghiera. Anche per assicurarli che li avvertiremo, fraternamente e francamente, quando li vedremo tentati di sfuggire le esigenze del Vangelo.
Voglio lodare i cristiani che si impegnano in politica; quella vera.  
Anche così, infatti,  la Chiesa è fedele al Signore.

don Luca

Mons. Delpini completa la visita pastorale nella nostra città

Si svolge stamattina a Palazzolo / Cassina Amata e, nel pomeriggio, a Paderno / Villaggio Ambrosiano la visita pastorale dell’Arcivescovo MOns. Mario Delpini. Ricevo da Alberto Manzoni la seguente comunicazione relativa agli appuntamenti dello scorso fine settimana Dugnano, Incirano e Calderara (altre foto qui: tweet 1tweet 2).

Ciao Giovanni, mentre le comunità pastorali “Santi Ambrogio e Martino vescovi” (Palazzolo Milanese e Cassina Amata) e “Santa Maria Nascente e Sacra Famiglia” (Paderno e Villaggio Ambrosiano) si apprestano a ricevere domani la visita pastorale dell’arcivescovo di Milano, penso che possa esser gradito ai tuoi lettori un piccolo ricordo degli incontri che monsignor Mario Delpini ha avuto sabato 12 e domenica 13 con la comunità pastorale “San Paolo VI” (Calderara, Dugnano e Incirano). Un resoconto completo richiederebbe molto spazio; diciamo solo che tutto si è svolto secondo le previsioni (si può andare a rivedere http://www.comunitapaolosesto.it/index.php/en, ma d’altro canto anche tu avevi riportato i programmi) e che, rispetto a quanto annunciato, si possono aggiungere un paio di particolari:al momento della sosta al cimitero di Dugnano, sabato 12 alle ore 17, i preadolescenti, gli adolescenti e i giovani con i loro educatori hanno salutato monsignor Delpini, il quale li ha esortati a progettare la loro vita sull’esempio di quanti li hanno preceduti nella via cristiana;domenica l’arcivescovo ha fatto visita ad alcuni ammalati, prima di recarsi al “Ricovero Uboldi”, dove insieme con i nonni della casa di riposo lo hanno salutato anche una ventina di bambine e bambine della scuola per l’infanzia “Asilo infantile Uboldi”, accompagnati da genitori e maestre.Si è registrata una grande partecipazione a ciascuna delle tre sante Messe previste; in quella delle ore 11 presso il santuario dell’Annunciazione di via Piaggio a Dugnano, oltre al parroco don Luca e agli altri sacerdoti che collaborano nelle tre parrocchie, ha concelebrato l’Eucaristia anche il vicario episcopale della Zona pastorale VII, don Antonio Novazzi. In ciascuna delle celebrazioni erano presenti autorità civili e militari della città e rappresentanti di gruppi e associazioni. Circa 130 fedeli hanno partecipato alla recita del santo Rosario davanti alla statua della Madonna di Fatima, la sera di sabato nella chiesa parrocchiale di Dugnano. Qui il vescovo ha raccomandato di valorizzare questo appuntamento mensile come momento di preghiera unitario della comunità.In ciascuno degli incontri con le famiglie delle ragazze e dei ragazzi della iniziazione cristiana monsignor Delpini ha rivolto un chiaro invito ai genitori a rispondere con coraggio alla loro propria vocazione di primi educatori alla fede.Grazie dell’attenzione. Ciao, Alberto.

Il programma di oggi:

Benvenuto tra noi, Arcivescovo Delpini!

Questo fine settimana ed il prossimo sono interessati dalla visita pastorale dell’Arcivescovo Mons. Mario Delpini alle parrocchie della nostra città (vedi programma).

Le comunità pastorali lo accolgono con gioia.

Personalmente invito a leggere sul sito della diocesi la sintesi dell’incontro di ieri con le Acli di Milano: Organizzare in ogni parrocchia un incontro per pensare l’Europa

Giornata mondiale della pace: ieri al Santuario di Dugnano

Come ogni anno, ieri alle ore 17 le parrocchie cittadine si sono date appuntamento presso il Santuario dell’Annunciazione a Dugnano per la celebrazione dell’eucaristia nella Giornata mondiale della Pace.

Hanno concelebrato: da sinistra don Simone Arienti, don Giuliano Alberti, don Paolo Boccaccia, il diacono permanente don Andrea Spinelli, don Maurizio Zago (che ha presieduto), don Luca Andreini, don Andrea Sangalli, don Agostino Brambilla.

Un bel momento di Chiesa animato dall’intensa omelia di don Maurizio Zago, ex fidei donum in Zambia e da poco responsabile dell’Ufficio Diocesano di Pastorale Missionaria, durante la quale ha commentato le letture bibliche e invitato a leggere con attenzione il Messaggio di Papa Francesco. “In un paese non lontano da qui – ha detto poi don Maurizio – un uomo si è rifiutato durante la messa di scambiare la pace con un ragazzo nero… Come è possibile che nella comunità cristiana si manifestino pensieri e atteggiamenti simili?!”.

Al termine della celebrazione, come in passato, è stato consegnato ai partecipanti un ricordo con l’invito ad approfondire la conoscenza della santa / del santo con cui affrontare il cammino nel nuovo anno.

Giornata mondiale della pace: oggi ore 17 al Santuario di Dugnano

Durante l’Angelus Papa Francesco ha ricordato la ricorrenza odierna:

Il santo Papa Paolo VI ha voluto che il primo gennaio fosse la Giornata Mondiale della Pace; e oggi noi celebriamo la cinquantaduesima, che ha per tema: La buona politica è al servizio della pace. Non pensiamo che la politica sia riservata solo ai governanti: tutti siamo responsabili della vita della “città”, del bene comune; e anche la politica è buona nella misura in cui ognuno fa la sua parte al servizio della pace. Ci aiuti in questo impegno quotidiano la Santa Madre di Dio.

Papa Francesco

A Paderno Dugnano presso il Santuario di Dugnano (via Piaggio) alle ore 17 verrà concelebrata una Santa Messa per tutta la nostra Città.


30 ottobre: San Paolo VI in Tilane

Ricevo da Alberto Manzoni per conto della COMUNITÀ PASTORALE “SAN PAOLO VI” il seguente comunicato del 24 ottobre:

Buongiorno, a nome e per conto di don Luca Andreini, responsabile della comunità pastorale “San Paolo VI” in Paderno Dugnano (parrocchie di Calderara, Dugnano e Incirano), invio la locandina riguardante l’iniziativa, promossa dalla comunità medesima per martedì prossimo 30 ottobre, che conclude la serie di appuntamenti programmati in occasione della canonizzazione di papa Paolo VI – Giovanni Battista Montini, che come noto ha avuto luogo a San Pietro in Vaticano domenica 14 ottobre u. s..

Questo è il primo comunicato che inviamo con la nuova denominazione della comunità pastorale, da “Beato Paolo VI” mutata in “San Paolo VI”.

Ricordiamo che in questo mese di ottobre si sono già svolte diverse iniziative legate a questo importantissimo evento:
– la mostra ospitata presso il santuario dell’Annunciazione dal 6 al 15;
– il santo Rosario nella chiesa parrocchiale dei Santi Nazaro e Celso, recitato – per la centesima volta dal 2009 – davanti alla statua della Madonna di Fatima ed accompagnato dalla figura di Montini, la sera del 13;
– la prima Celebrazione eucaristica in onore del nuovo Santo, la sera del 15, ancora in santuario;
– il pellegrinaggio al Sacro Monte di Varese, la scorsa domenica 21.

[Segue locandina dell’evento di martedì 30 in Auditorium Tilane]