Limbiate – Repubblica Democratica del Congo: ricordo dell’ambasciatore Luca Attanasio

Il ricordo di don Angelo Gornati, suo parroco a Limbiate: «Luca Attanasio, un raggio di sole con uno sguardo di stima e fiducia»

Notiziario: Limbiate sconvolta per la morte dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio

Di seguito l’articolo di Giusy Baioni, esperta di Africa e R.D. Congo, sul Fatto Quotidiano: Luca Attanasio ucciso nell’area più pericolosa del Congo: era in viaggio per distribuire alimenti alla popolazione

Diocesi di Milano: ARCIVESCOVO Luca Attanasio: «Nella sua educazione cristiana le radici del suo impegno»

Famiglia Cristiana: IL MIO AMICO LUCA, UOMO E DIPLOMATICO SEMPLICE E ATTENTO AGLI ALTRI

Famiglia Cristiana: LA REGIONE DEL KIVU TRA GUERRE, VIOLENZE E POVERTÀ

Repubblica: Luca Attanasio, da Limbiate ai consolati nel mondo: chi era l’ambasciatore italiano ucciso in Congo

Stampa: Chi è Luca Attanasio, l’ambasciatore ucciso in Congo

Sole 24 Ore: Congo: chi era l’ambasciatore Luca Attanasio. «Missione pericolosa, ma dare l’esempio»

AGI: Luca Attanasio, l’ambasciatore di pace che amava raccontare l’Africa

Educare, educare, educare: necessità prima

Il tema dell’educazione (non della buona o cattiva educazione, ma dell’azione educativa intesa come fonte di socialità) è stato spesso sottovalutato o anche tenuto ai margini in nome di una libertà educativa che spesso si è configurata come giustificazione pretestuosa per abbandonare invece i più giovani a se stessi, ai media e, più di recente, ai social…

Oggi più che mai si avverte il bisogno di tornare a educare, cioè a lavorare con i ragazzi facendo loro intravedere dei fini per cui valga la pena vivere.

In questo orizzonte segnalo il comunicato stampa della Diocesi di Milano:

L’ARCIVESCOVO INVITA TUTTA LA DIOCESI A UN MOMENTO DI PREGHIERA PER ADOLESCENTI E GIOVANI, LA SERA DEL 21 FEBBRAIO
 
Milano, 13 febbraio 2021 – Anche a seguito dei drammatici fatti di cronaca che hanno recentemente coinvolto alcuni adolescenti e giovani, e in sintonia con l’appello di papa Francesco, che l’8 febbraio scorso – nel discorso al Corpo Diplomatico presso la Santa Sede – ha chiesto di non rimanere inerti di fronte alla “catastrofe educativa”, l’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, invita tutta la Diocesi a una speciale preghiera il 21 febbraio, prima domenica di Quaresima.
 
Lo fa con un’accorata lettera in cui intende «condividere lo strazio dell’impotenza». Desiderio dell’Arcivescovo è quello di «dare voce a tutti i genitori, gli educatori, gli insegnanti che percepiscono questo momento come una emergenza spirituale ed educativa e si rendono conto che non sono a portata di mano rimedi e soluzioni immediate».
 
Soprattutto, mons. Delpini vuole «dare voce a ragazzi e ragazze che sono sconvolti dall’isolamento, dai comportamenti incomprensibili e violenti fino alla morte di coetanei ai quali sono affezionati».
 
«Vorrei – scrive ancora l’Arcivescovo nella lettera che in questi giorni è stata inviata a tutte le parrocchie – che questa voce arrivasse alle istituzioni e che l’alleanza tra le istituzioni si rivelasse con maggior evidenza e incisività. Brucia dover constatare la mia, la nostra impotenza».
 
Ma, prosegue Delpini, «non ho niente da rimproverare a nessuno, non ho niente da insegnare. Verrà il momento per discorsi più ragionati, per proposte e impegno: la Chiesa c’è, ci sarà, per tutti. Ma in questo momento porto davanti al Signore questi sentimenti, con la certezza che il Signore continua ad amare ciascuno».
 
Con queste premesse e intenzioni, l’Arcivescovo conclude la lettera annunciando che domenica 21 febbraio pregherà dalle 20.45 nel santuario di San Pietro in Seveso: «Vorrei sentire che siamo in tanti in ogni parte della Diocesi a pregare in quella sera di inizio Quaresima. Tanti: genitori, adolescenti e giovani appassionati del bene e avvertiti del male che insidia e rovina anche i loro coetanei. Tanti: preti, persone consacrate, insegnanti, educatori, tutti coloro che condividono lo strazio dell’impotenza e continuano a gridare verso Dio. Ogni chiesa, ogni santuario, ogni convento, ogni monastero, può essere aperto, in questo stesso orario, per un tempo di preghiera».
 
Leggi sul sito della Diocesi di Milano

Delpini e la lezione del Cardinal Ferrari

C’è qualcosa di profondo – che vale per credenti e non – nelle parole pronunciate dall’Arcivescovo Mario Delpini in memoria del Cardinal Ferrari.

Morin quasi centenario analizza lucidamente quello che sta succedendo (e la svolta possibile)

In questo periodo di #iorestoacasa abbiamo più tempo per leggere, e allora non perdiamoci questa bella intervista a Edgar Morin, pubblicata due giorni fa da Avvenire: Parla il sociologo. Edgar Morin: «Per l’uomo è tempo di ritrovare se stesso»

In tempi non sospetti mons. Mario Delpini ha proposto questo slogan per l’anno pastorale in corso: «La situazione è occasione»

Fa una certa impressione rileggere oggi -in piena epidemia coronavirus- alcune parole dell’Arcivescovo pubblicate nell’estate 2019:

Lo Spirito rende attenti e pronti a trasformare ogni situazione in occasione: dentro ogni condizione di vita, dentro ogni situazione, dentro la nostra stessa quotidianità c’è un’occasione di grazia, un’opportunità per il Vangelo e per la carità.

don Mario Delpini

Ebbene, in questa situazione che mai avremmo immaginato di vivere c’è forse (io ne sono convinto) una possibile svolta, un balzo in avanti. Anche se, come dice Morin, può anche darsi che si verifichi il contrario, perché il progresso non è inarrestabile: “ci sono progressi possibili, progressi incerti e ogni progresso che non si rigeneri degenera. Tutto può regredire”.

Mi piace però questo pensiero, che dà speranza:

La storia insegna anche come a un certo punto tutto sembri crollare, la romanità per esempio; poi da un processo multisecolare scaturisce qualcosa di nuovo e rivoluzionario.

Edgar Morin

Il cambiamento dipende da ognuno di noi.


(Dedicato a Luis Sepulveda, lo scrittore che ci ha insegnato a volare)

Varie: psicosi coronavirus, lavoratori sanità, Delpini, incendio, municipio aperto, Legambiente per la città, messaggio di don Mauro

Giorno (26 febbraio): Psicosi da Coronavirus: tensione dal medico di base a Paderno

Qui Paderno Dugnano (26 febbraio): Grazie ai lavoratori della sanità

Chiesa di Milano (26 febbraio): Delpini: «Anche l’emergenza può essere occasione per intensificare la relazione con Dio»

Non ingigantire la situazione creatasi con il Coronavirus, né cedere agli allarmismi, ma cogliere l’opportunità anche «per sentirsi parte di una comunità, che sa inventare nuove forme di prossimità, sollecitudine e generosità verso i più deboli»

Mon. Mario Delpini

Notiziario (25 febbraio): Incendio in discarica abusiva, fumo visibile a Cormano e Paderno Dugnano

Notiziario (25 febbraio): Coronavirus, Municipi chiusi (a Bollate, Baranzate, Senago). A Paderno in coda fuori

Circolo Grugnotorto di Legambiente (24 febbraio): Primi interventi urgenti di messa in sicurezza dei giochi nei parchi cittadini

Comunità pastorale Paolo VI (Calderara – Dugnano – Incirano): Coronavirus

Chiesa di Milano: 1° marzo La Messa dell’Arcivescovo in diretta su Rai3

Lettera all’Arcivescovo di Milano — LEGAMBIENTE CIRCOLO DI BOLLATE

Vi segnalo l’esperienza bollatese di collaborazione tra Legambiente e la parrocchia di Cassina Nuova. Ne è scaturita la seguente lettera all’Arcivescovo Mons. Delpini.

Questo il testo fatto pervenire all’Arcivescovo Mons. Mario Delpini, in occasione della sua visita pastorale avvenuta ieri, 26.01.2020, nelle frazioni di Cassina Nuova e Cascina del Sole. Un ringraziamento a Don Claudio per averci fatto da tramite. A sua Eccellenza Mons Mario Delpini, Arcivescovo di Milano e p.c. Molto Reverendo Don Claudio Stramazzo Crediamo […]

lettera all’Arcivescovo di Milano — LEGAMBIENTE CIRCOLO DI BOLLATE

Varie: Mons. Delpini a Cinisello e crisi IperDì

Ieri a Cinisello ho partecipato all’incontro dell’Arcivescovo Delpini con gli Amministratori Locali.

Di Paderno Dugnano c’erano anche il Sindaco Ezio Casati, gli assessori Anna Varisco e Paolo Mapelli, il consigliere comunale Elia Zanardi e alcuni familiari.

Sul sito della Diocesi si può leggere un resoconto: Alleanze sul territorio e passione per il bene comune moltiplicano le risorse


Dal Giorno di oggi invece un aggiornamento sul lavoro/commercio: Crisi IperDì, il punto vendita di Cesano resta fuori dall’asta

La Giunta

Sto tornando a casa dopo una giornata intensa tra impegni scolastici (esami di terza media), corsa alle 14 a Paderno Dugnano per firmare l’accettazione delle deleghe con gli altri assessori, poi di nuovo esami e ora in gran fretta dall’arcivescovo a Cinisello

Sul Notiziario si può leggere il quadro degli assessorati: Paderno, i nuovi assessori e la giunta nominati dal sindaco Ezio Casati

Vedi anche sul sito del Comune.

Comincia un nuovo percorso e avrò bisogno dell’impegno di tutti. Grazie!