Varie: Mons. Delpini a Cinisello e crisi IperDì

Ieri a Cinisello ho partecipato all’incontro dell’Arcivescovo Delpini con gli Amministratori Locali.

Di Paderno Dugnano c’erano anche il Sindaco Ezio Casati, gli assessori Anna Varisco e Paolo Mapelli, il consigliere comunale Elia Zanardi e alcuni familiari.

Sul sito della Diocesi si può leggere un resoconto: Alleanze sul territorio e passione per il bene comune moltiplicano le risorse


Dal Giorno di oggi invece un aggiornamento sul lavoro/commercio: Crisi IperDì, il punto vendita di Cesano resta fuori dall’asta

La Giunta

Sto tornando a casa dopo una giornata intensa tra impegni scolastici (esami di terza media), corsa alle 14 a Paderno Dugnano per firmare l’accettazione delle deleghe con gli altri assessori, poi di nuovo esami e ora in gran fretta dall’arcivescovo a Cinisello

Sul Notiziario si può leggere il quadro degli assessorati: Paderno, i nuovi assessori e la giunta nominati dal sindaco Ezio Casati

Vedi anche sul sito del Comune.

Comincia un nuovo percorso e avrò bisogno dell’impegno di tutti. Grazie!

Cattolici, un po’ di coraggio!

Una parte non esigua di cattolici simpatizza, tifa, stravede o addirittura spasima per Matteo Salvini. Mi pare impossibile che sia così, ma devo arrendermi all’evidenza: persone che conosco e a cui in chiesa stringo la mano per scambiare la pace la pensano così. Non so dire quanti siano, ma sono consapevole che sono più di quelli che, come me, provano disagio.

Come può Salvini riscuotere il consenso di chi si fida di (ha fede in) Gesù? Me lo chiedo ma, in questa sede, non provo a rispondere.

Piuttosto mi rivolgo agli altri cattolici, a quelli che non si riconoscono nella politica, negli slogan e nei selfie di Salvini. Tra questi penso ai cattolici padernesi e mi permetto di lanciare una proposta.

Abbiamo a disposizione un magistero così stimolante come quello di Papa Francesco, nella nostra Diocesi di Milano abbiamo la parola dell’Arcivescovo Mons. Mario Delpini che recentemente ha visitato Paderno Dugnano, lasciandoci un messaggio che merita di essere preso sul serio: Il paese dei desideri piccoli… Siamo eredi di una tradizione ricchissima di insegnamenti e di testimonianze: non possiamo restare in un angolo o ridurci al silenzio per timidezza!

Se c’è un tempo in cui i cattolici sono chiamati a venire fuori per dare il proprio contributo alla costruzione della città di tutti nella ricerca del bene comune, questo tempo è adesso (parola di mazzolariana memoria!).

“La messe è molta ma gli operai sono pochi”, diceva Gesù nel vangelo. Anche nel campo politico le necessità sono tante, ma le persone disposte a metterci la faccia e a spendere le proprie forze sono troppo poche…

Fai un passo avanti, coinvolgiti, lavoriamo insieme per Paderno Dugnano!

Varie: Elezioni Abruzzo, fiera del vinile, droga nel box, What’s Up al Metropolis, Delpini in Consiglio Comunale

Qui Paderno Dugnano (12 febbraio): Messaggi dall’Abruzzo

Monza Today (11 febbraio): Ecco la fiera del vinile a Paderno Dugnano

Monza Today (11 febbraio): Occupano uno scantinato e lo trasformano in una “fabbrica” di droga: arrestata una coppia. È successo a Paderno Dugnano, nei guai una coppia di cittadini albanesi

Nerdpool.it (11 febbraio): What’s Up? Il futuro prossimo in rassegna ad Area Metropolis 2.0

Chiesa di Milano (11 febbraio): Per il bene comune collaborare con una cittadinanza attiva, vigile, intraprendente

Delpini: il paese dei desideri piccoli

Foto Comunità pastorale S.Paolo VI

Che cosa è venuto a dire l’Arcivescovo alle comunità parrocchiali e alla città di Paderno Dugnano? Prendendo le mosse dal vangelo delle nozze di Cana in cui si parla di sei giare di pietra piene d’acqua, Mons. Delpini ha raccontato una storia: Il paese dei desideri piccoli.

Spero che i parroci si procurino il testo dell’omelia e lo mettano a disposizione di tutti, perché mi sembra una riflessione utile per dare slancio al cammino comunitario dei prossimi mesi.

Oggi siamo tutti accovacciati su desideri piccoli: la salute, lo star bene, un po’ di compagnia, una carezza, un cagnolino o un gattino che quando entri in casa ti faccia un po’ di festa, qualche affetto precario, divertirsi un po’, avere qualche soldo da spendere, piccole sistemazioni, un po’ di sicurezza (porte corazzate e inferriate alle finestre), isolarsi per sentirsi al sicuro, l’ossessione dell’apparenza, il bisogno di farsi notare (che qualcuno si accorga e parli di me), rapporti virtuali, ogni capriccio deve essere accontentato (anche se non farà mai contenti)…

Nel paese dei desideri piccoli è proibito avere grandi desideri: un amore che prenda tutta la vita, una città solidale e giusta, rapporti di buon vicinato (capace di garantire attenzione e sicurezza), essere sé stessi e costruire rapporti reali, far crescere una comunità in carne ed ossa, prendere sul serio le grandi responsabilità della vita, cercare la felicità autentica…

Il Vescovo nella visita pastorale ha detto: “Voi, discepoli del Signore, siete quelli che custodiscono i grandi desideri. Costruite il vostro desiderare non su un capriccio o sulle piccole misure, ma sulle promesse di Dio! Ecco: siete autorizzati ad avere grandi desideri! Voi cristiani siete incaricati di avvisare i vostri fratelli e le vostre sorelle e dire loro che possiamo avere anche grandi desideri. Abbiamo la promessa di Dio perciò possiamo aprirci alla speranza. Desideriamo la felicità che non delude e non soltanto un po’ di soddisfazione, desideriamo la verità che fa risplendere in ciascuno la gloria di Dio e non soltanto l’apparenza, desideriamo la città giusta e solidale e non soltanto qualche soldo in tasca, desideriamo l’amore e non solo un po’ di compagnia provvisoria, desideriamo il buon vicinato e non soltanto un po’ di inferriate per difenderci dalle minacce, desideriamo la vita eterna e non soltanto un po’ di salute… Siamo un popolo in cammino verso il regno di Dio”.

Grazie, Vescovo Mario. Queste parole sono preziose!

Mons. Delpini completa la visita pastorale nella nostra città

Si svolge stamattina a Palazzolo / Cassina Amata e, nel pomeriggio, a Paderno / Villaggio Ambrosiano la visita pastorale dell’Arcivescovo MOns. Mario Delpini. Ricevo da Alberto Manzoni la seguente comunicazione relativa agli appuntamenti dello scorso fine settimana Dugnano, Incirano e Calderara (altre foto qui: tweet 1tweet 2).

Ciao Giovanni, mentre le comunità pastorali “Santi Ambrogio e Martino vescovi” (Palazzolo Milanese e Cassina Amata) e “Santa Maria Nascente e Sacra Famiglia” (Paderno e Villaggio Ambrosiano) si apprestano a ricevere domani la visita pastorale dell’arcivescovo di Milano, penso che possa esser gradito ai tuoi lettori un piccolo ricordo degli incontri che monsignor Mario Delpini ha avuto sabato 12 e domenica 13 con la comunità pastorale “San Paolo VI” (Calderara, Dugnano e Incirano). Un resoconto completo richiederebbe molto spazio; diciamo solo che tutto si è svolto secondo le previsioni (si può andare a rivedere http://www.comunitapaolosesto.it/index.php/en, ma d’altro canto anche tu avevi riportato i programmi) e che, rispetto a quanto annunciato, si possono aggiungere un paio di particolari:al momento della sosta al cimitero di Dugnano, sabato 12 alle ore 17, i preadolescenti, gli adolescenti e i giovani con i loro educatori hanno salutato monsignor Delpini, il quale li ha esortati a progettare la loro vita sull’esempio di quanti li hanno preceduti nella via cristiana;domenica l’arcivescovo ha fatto visita ad alcuni ammalati, prima di recarsi al “Ricovero Uboldi”, dove insieme con i nonni della casa di riposo lo hanno salutato anche una ventina di bambine e bambine della scuola per l’infanzia “Asilo infantile Uboldi”, accompagnati da genitori e maestre.Si è registrata una grande partecipazione a ciascuna delle tre sante Messe previste; in quella delle ore 11 presso il santuario dell’Annunciazione di via Piaggio a Dugnano, oltre al parroco don Luca e agli altri sacerdoti che collaborano nelle tre parrocchie, ha concelebrato l’Eucaristia anche il vicario episcopale della Zona pastorale VII, don Antonio Novazzi. In ciascuna delle celebrazioni erano presenti autorità civili e militari della città e rappresentanti di gruppi e associazioni. Circa 130 fedeli hanno partecipato alla recita del santo Rosario davanti alla statua della Madonna di Fatima, la sera di sabato nella chiesa parrocchiale di Dugnano. Qui il vescovo ha raccomandato di valorizzare questo appuntamento mensile come momento di preghiera unitario della comunità.In ciascuno degli incontri con le famiglie delle ragazze e dei ragazzi della iniziazione cristiana monsignor Delpini ha rivolto un chiaro invito ai genitori a rispondere con coraggio alla loro propria vocazione di primi educatori alla fede.Grazie dell’attenzione. Ciao, Alberto.

Il programma di oggi: