Potenza della #parola

Le parole sono diverse tra parlato e scritto.

Io, per esempio, mi chiamo Giovanni Giuranna (questo è il mio nome per iscritto), ma nel mondo magico dei suoni sono /dʒo’vanni dʒu’ranna/.

Per entrare veramente in relazione con la realtà è importante non fermarsi a codificazioni unilaterali; occorre auscultare attentamente le parole, prenderle sul serio per coglierne il dinamismo esistenziale.

Quando si riesce a fare ciò, la parola si rivela nella sua forza poietica, creatrice e generatrice di mondi; in caso contrario resta segno grafico o semplice flatus vocis.

Troppo spesso chiacchiera improduttiva.