Istantanee dalla campagna elettorale

Ormai manca poco al voto amministrativo del 26 maggio.

In città sono stati montati i pannelli metallici per le affissioni delle varie forze politiche, circolano gigantografie di alcuni candidati su camion-vela oppure sul retro degli autobus. Iniziative di sicura visibilità che comportano costi non indifferenti.

Sono consapevole di lottare con i giganti, ma la cosa non mi spaventa. Anche perché i cittadini – bombardati da anni dai messaggi pubblicitari – sono diventati esperti e non si accontentano facilmente.

Preferisco incontrare le persone direttamente, dopo averle raggiunte in qualche modo attraverso il mio blog, attivo sul territorio da oltre 10 anni.

Non sapete che emozione quando mi capita di stringere la mano a qualcuno che mi dice: “Sì, io la conosco… Leggo il suo blog”. Una signora mi ha ringraziato per il mio impegno nella comunicazione e per averle fatto sapere tante cose in questi anni… Mi ha quasi commosso, lo confesso.

Stamattina, invece, ho partecipato ad un’inconsueta riunione di vicini di casa a Palazzolo. Una trentina di persone residenti in Via Risorgimento e nelle due strade vicine si sono date appuntamento in giardino per conoscermi e approfondire il tema del Controllo del Vicinato.

Un bellissimo momento di ascolto e confronto su vari temi della zona. Più di uno ha lamentato, facendo esempi concreti, che Palazzolo è stata trascurata mentre merita più attenzione.

Se altri hanno voglia di organizzare qualcosa del genere, possiamo vederci. Sono disponibile.

Contattatemi.


Tanto da fare, non perdiamo la fiducia!

Girando per Paderno Dugnano, raccolgo tanti sentimenti di scoraggiamento. Le persone si guardano attorno, vedono che le cose non funzionano come dovrebbero e si convincono che nulla possa cambiare.

Alcuni pensano che i politici siano tutti uguali, ma ci sono anche tante persone che attendono veramente una svolta. Ricevo anche molti segnali di simpatia e di speranza.

Molti non sono informati su quanto sta accadendo in città.

Questo dipende soprattutto dal fatto che l’Amministrazione Comunale in questi anni non si è preoccupata di informare puntualmente i cittadini sulle progettualità in corso.

Per il futuro bisognerà fare molto di più per la trasparenza e per un’adeguata comunicazione.

C’è molto da fare: lavoriamo insieme per migliorare questa nostra città!

Alparone: escluso dalle Parlamentarie M5S, pronto a parlare

E’ piuttosto nervoso Alparone (Stefano, di Brindisi). Non accetta l’esclusione e si prepara a vuotare il sacco: “Ho atteso conclusione parlamentarie M5S, da cui sono stato escluso. Ma domani parlo io”

In gran fermento, invece, l’altro Alparone (Marco, di Paderno Dugnano) che si accinge a varare il nuovo sito personale.

Sul web il centrodestra padernese fa tenerezza: quando arrivano le elezioni, attivano i siti internet per la propaganda; quando invece il voto è alle spalle, li lasciano languire. Forse perché, lontano dalle competizioni elettorali, non hanno nulla da dire ai cittadini!

Il discorso vale per il sito di Marco Alparone, ma anche per quelli locali di Forza Italia, Paderno Dugnano Cresce e (un po’ meno) Lega Nord.