Comune, primo giorno di apertura dopo l’inizio dell’emergenza #coronavirus

L’ordinanza del Sindaco Casati per contrastare la diffusione del coronavirus è stata firmata verso le 22 di domenica. Lunedì il Comune è rimasto chiuso al pubblico per consentire la predisposizione di misure di tutela dei lavoratori.

Oggi primo giorno di apertura dei servizi ai cittadini. All’ingresso gli agenti della Polizia Locale dotati di mascherina hanno garantito l’accesso a due persone alla volta. Una piccola fila si è allungata su via Grandi.

Qualcuno, passando, si è meravigliato, ha scattato qualche foto e ha postato un commento sui social… La scena è certamente insolita, ma l’organizzazione del Comune di Paderno Dugnano è già una risposta all’emergenza.

All’interno del Municipio, nell’open space dell’URP, lunedì in giornata sono stati montati dei pannelli in plexiglass per la tutela delle lavoratrici impegnate nei servizi a sportello. Ufficio tecnico e operai del magazzino hanno messo in campo un lavoro ben fatto (non una soluzione posticcia), che servirà ben oltre i giorni del virus.

Il primo giorno è trascorso.

Continuiamo così, con serietà e dedizione al servizio dei cittadini.

Villaggio, cittadini in azione contro il buio

Il problema è stato segnalato più volte all’Amministrazione Comunale da residenti preoccupati dalla situazione dei sottopassi Rho-Monza completamente al buio e, nel caso di via Trieste, con un fondo stradale del marciapiede / pista ciclabile piuttosto pericoloso.

Occorre accendere i riflettori su una situazione che non può essere tollerata.

Passaparola e vieni anche tu!

Di seguito l’iniziativa dei Circoli Acli – Legambiente – Meridiana.

Per protestare contro lo stato di trascuratezza dei sottopassi di via Trieste e via Brasile, lasciati completamente al buio e per questo pericolosi, il Circolo Acli Villaggio Ambrosiano, il CCIRM, il Circolo Eco-culturale La Meridiana e il Circolo Grugnotorto Legambiente, hanno indetto una manifestazione di protesta che avrà luogo sabato 1/12 alle ore 17.30, con ritrovo di fronte all’ingresso della scuola Curiel.
Sarà anche l’occasione per richiamare l’attenzione degli organi competenti sul grave rischio che i lavori, relativi alla riqualificazione in autostrada della Rho Monza, già pesantemente in ritardo, subiscano ulteriori ritardi inaccettabili a causa di ventilati problemi finanziari di una delle aziende che compongono il consorzio che si è aggiudicato l’appalto.
Si invita la cittadinanza a partecipare

Gli organizzatori