Liberare spazio: ricominciare in modo diverso da prima

Leggete con attenzione il documento Paderno Dugnano 2020, approvato dalla Giunta. La cosa più importante è l’idea che l’emergenza covid che abbiamo vissuto e da cui speriamo di uscire presto è occasione per ripensare la nostra città.

Non dobbiamo tornare a come eravamo, ma vogliamo cambiare le nostre abitudini per diventare una città migliore.

Sostegno al commercio di vicinato

L’Amministrazione Comunale, attraverso l’assessore Paolo Mapelli, è al lavoro per favirire il commercio cittadino:

📌 Misure di sostegno alle attività commerciali e di artigianato di servizio

➡️L’Amministrazione Comunale ha ritenuto, al fine di incentivare la ripresa di tutte le attività commerciali che operano sul territorio, di ampliare la platea delle attività che – fino al 31 ottobre 2020 – potranno utilizzare spazi pubblici senza il pagamento del canone COSAP.

➡️ Tutte le attività commerciali e le attività artigianali di servizio sono esentate dal pagamento del canone Cosap per le maggiori superfici di suolo pubblico che saranno utilizzate per assicurare il distanziamento sociale.

➡️ Le attività commerciali e le attività artigianali di servizio che già utilizzano spazi pubblici sono escluse dal pagamento dell’occupazione di suolo pubblico per il periodo in cui, a causa dell’emergenza Covid-19, sia rimasta oggettivamente inibita la fruizione delle aree fino al 31 ottobre.

➡️ I titolari di occupazioni suolo pubblico che hanno già versato il canone per il periodo sopra indicato otterranno il rimborso/compensazione delle somme pagate.

ℹ️ Per maggiori dettagli clicca qui 👇
http://www.comune.paderno-dugnano.mi.it/comunicati/pagina2155.html

Virtus e F.C. Palazzolo per i commercianti locali

Segnalo con piacere una bella iniziativa che lega sport e commercio locale. Le due società palazzolesi scrivono così sui propri profili Facebook:

#facciamosquadra 🙌 CON CHI CI HA SEMPRE SOSTENUTO .
@fc_palazzolo e @virtus_opm mettono a disposizione gratuitamente i loro canali social per promuovere e sponsorizzare le iniziative dei commercianti e degli artigiani del nostro territorio.
Come fare? È semplicissimo, manda un messaggio QUI 👇 delle due società indicandoci cosa vorresti fare…ti ricontatteremo e penseremo noi a sponsorizzarlo tra i nostri followers…

Ripensare la città, rigenerando il territorio e il commercio di quartiere

Alla festa di Insieme per cambiare, svoltasi lo scorso week-end al Parco Toti, si è parlato approfonditamente di aree dismesse, di rigenerazione urbana, di rilancio del commercio di vicinato, di smart city…

Lo abbiamo fatto domenica pomeriggio con l’Assessore al commercio e attività produttive Anna Maria Campi, che ha gentilmente accolto il nostro invito, e con l’Architetto Stefano Manini di ANCI.

Modera il confronto Walter Tiano capolista di Insieme per cambiare.

Il futuro del commercio esige di ripensare i mega centri commerciali

La scadenza elettorale ha imposto un momentaneo stop al progetto di ampliamento del Carrefour tanto caro all’ex Sindaco Alparone (che per questo si è esposto), al suo collaboratore primo Gianluca Bogani e alla lista civica Paderno Dugnano Cresce.

Dopo il voto però la questione tornerà di attualità perché l’opposizione della Lega è determinata solamente da una valutazione negativa delle ricadute del progetto sulla città (in poche parole il Carroccio per dire sì all’ampliamento vorrebbe più risorse da spendere e più opere da realizzare).

Il ragionamento da fare invece è un altro.

Il modello dell’ipermercato è ancora valido e ha prospettive per il futuro oppure no? Qual è lo stato di salute dell’azienda Carrefour in Italia? Su questo rinvio all’ultimo aggiornamento pubblicato oggi da MARK UP). Il modello dei mega centri commerciali si pone sulla linea dell’innovazione o dell’archeologia commerciale? Come si potrebbe fare altrimenti?

Per rispondere a queste domande, tenendo conto delle dinamiche attuali del commercio e delle conseguenti implicazioni urbanistiche VIENI GIOVEDI’ 24 GENNAIO in Auditorium Tilane: Centri commerciali e negozi di vicinato, grande distribuzione e consumo di suolo

Capire le dinamiche del commercio prima di ampliare il #Carrefour

Gli Amministratori Comunali della nostra città hanno fatto il passo più lungo della gamba, impegnandosi con Carrefour per l’ampliamento del Centro Commerciale Brianza. Hanno pensato (illusoriamente) che un semplice ampliamento della galleria commerciale potesse rendere possibile il rilancio dell’ipermercato. Così, purtroppo, non è. Questa progettualità si rivela – all’esame dei fatti e delle dinamiche in corso – semplicistica e fuori dalla realtà.

Bene pertanto che ci sia stato uno stop all’ampliamento del Carrefour, almeno fino alle elezioni.

Il commercio, infatti, sta attraversando una profonda crisi di trasformazione sia a causa della guerra in atto tra vari colossi della Grande Distribuzione sia per effetto del commercio online
(vedi per esempio l’ultimo report di GDO News: nell’ultimo anno si è registrato un calo “soprattutto per un importante decremento provocato dai risultati deludenti degli ipermercati“).

Per capire meglio la posta in gioco ti invito a partecipare ad una serata di grande valore culturale e politico giovedì 24 gennaio in auditorium Tilane.

Ampliamento #Carrefour: perché Bogani insiste?

L’Amministrazione Comunale padernese ha i giorni contati, perché mancano sei mesi alle elezioni.

Eppure, il Vicesindaco Gianluca Bogani (Lega) vuole ottenere l’approvazione dell’ampliamento del Centro Commerciale Brianza che ha sollevato dubbi e perplessità non solo tra le forze di opposizione ma anche all’interno della maggioranza.

Si tratta di una situazione abbastanza curiosa: Bogani (che da sempre è la “spalla” di Alparone) spinge per l’ampliamento, mentre altri a lui vicini frenano, pongono condizioni, invitano a rimandare l’esame di questa progettualità al dopo-elezioni

Sul Cittadino di sabato il capogruppo della Lega Fabrizio Riboldi si è detto sorpreso dell’accelerazione impressa a questo tema. E Il Notiziario di venerdì scorso titola: “Ampliamento Carrefour al bivio. La maggioranza alla resa dei conti“. Insomma… qualche problemino c’è.

I cittadini sono invitati domani sera in aula consiliare per evitare che gli interessi di qualcuno arrechino un danno alla nostra città.

Cinisello e il commercio di vicinato

Per iniziativa della precedente Amministrazione di centrosinistra il Comune di Cinisello ha pubblicato le graduatorie del bando per il commercio di vicinato, come riferisce oggi NordMilano24.it: Cinisello, assegnati i bandi per il commercio a 20 negozianti

Interessante anche il portale del commercio di Cinisello Balsamo, realizzato per dare visibilità al Distretto Urbano del Commercio che è stato riconosciuto nel 2017.

A Paderno Dugnano dal 2009 ad oggi… che cosa ha fatto la Giunta Alparone/Bogani per il commercio locale?