Passaggio a livello: il punto di vista del Comitato per Palazzolo

Pubblico di seguito il comunicato del Comitato che si è costituito contro la decisione di Ferrovie Nord di chiudere il passaggio a livello di Palazzolo:

COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO PER PALAZZOLO MILANESE

La notizia dell’apertura di un tavolo di confronto su un problema che riguarda la nostra città, ovvero la chiusura del passaggio a livello di Palazzolo Milanese, è un primo importante risultato raggiunto.

La sospensione dei termini per la chiusura e la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale sono i temi prioritari affrontati nell’incontro odierno e sono anche il frutto del nostro incontro con l’Amministrazione Comunale .

Rimaniamo in attesa di trovare riscontro formale e concreto, da parte di Ferrovie Nord, che ha annunciato il ritiro della richiesta al Comune di adottare un’ordinanza di chiusura del passaggio a livello entro il prossimo 22 giugno.

Un primo importante passo sembra essere stato ottenuto quindi e per questo desideriamo ringraziare l’Amministrazione Comunale che ha sostenuto il nostro impegno e l’iniziativa, condividendola.

Riteniamo però che la discussione e il confronto debbano ancora iniziare;
vogliamo vengano presi in considerazione tutti gli aspetti territoriali connessi all’attraversamento del passaggio a livello per non tagliare in due Palazzolo Milanese, assolutamente per metterlo rapidamente in sicurezza ma anche per progettare e definire una riqualificazione più completa dell’area, sotto diversi punti di vista.

Rimandare o risolvere ? Questa è la domanda che abbiamo posto all’Amministrazione Comunale in occasione dell’incontro avuto il giorno 08/06/20. La nostra posizione non è cambiata, ne ieri ne oggi, nonostante l’apertura di un tavolo di confronto.

Sarà un percorso lungo, complesso, anche complicato ma che è necessario ed indispensabile affrontare, perchè si lega a progetti futuri che interessano la nostra comunità.

Il ruolo ed il compito del Comitato è molto chiaro; affiancare l’Amministrazione Comunale nella definizione di una progettazione più ampia, completa e definitiva di riqualificazione dell’area, senza rimandare il problema nel tempo, senza archiviarlo per il momento, senza pensare a chi toccherà, … con un obiettivo condiviso quindi e di ampio respiro.

Perchè il problema sicurezza del passaggio a livello è più ampio rispetto al semplice attraversamento pedonale. Già diversi anni addietro fu richiesto di metterlo in sicurezza da parte dell’Associazione Genitori; perchè il tema sicurezza riguarda anche vie adiacenti e vicine a quella zona attualmente rese pericolose ed insicure, oltre che poco vivibili.

E sono solo alcuni esempi fra tanti.

Non ci interessa rinviare il problema al futuro; siamo interessati ad intraprendere il percorso migliore per risolvere il problema definitivamente, sotto tutti i punti di vista.

Auspichiamo un nuovo incontro con il Sindaco, per dare concretamente inizio a tutto questo.

Comitato per Palazzolo Milanese

Chiusura passaggio a livello Palazzolo: no del sindaco, nasce un comitato

L’Amministrazione Comunale ha risposto prontamente e seccamente al diktat di Ferrovienord (chiusura entro un mese del passaggio a livello con ordinanza del sindaco o chiusura per altre vie). Dopo la lettera indirizzata al Governatore Fontana e all’Assessore Terzi il Sindaco attende risposte.

Intanto, riguardo a questa vicenda è nato un Comitato per Palazzolo Milanese che sta raccogliendo rapidamente adesioni (per maggiori informazioni visita il gruppo facebook e la pagina facebook dedicata).

Il blog Qui Paderno Dugnano dell’ex sindaco Gianfranco Massetti scrive: No alla chiusura del passaggio a livello

Il Notiziario (31 maggio): Paderno, contro la chiusura del passaggio a livello di Palazzolo: nasce comitato e raccolta firme

In controtendenza, la posizione del blog Paderno 7.0: CHIUSURA DEL PASSAGGIO A LIVELLO DI PALAZZOLO MILANESE. ALCUNE CONSIDERAZIONI

Richiamo infine la netta e immediata presa di posizione dell’Ammministrazione, come riferita dal Giorno del 28 maggio: Paderno Dugnano, il sindaco Casati: “No alla chiusura del passaggio a livello”. Immediata la lettera alla Regione: ricadute viabilistiche ed economiche pesanti per Palazzolo

Inceneritore Villaggio Ambrosiano: TAR Lombardia respinge il ricorso dell’azienda

Il Comitato intercomunale  NO.I. (NO Inceneritore) nato nel 2010 per contrastare il progetto di Paderno Energia di installare un inceneritore al Villaggio Ambrosiano, nell’area ex Tonolli, ha raccolto all’epoca oltre 10mila firme di cittadini di Paderno, Bollate, Novate, Cormano, Senago, Varedo, Cusano, Bresso…

Per me è stato il “battesimo” politico, nel senso che da questa esperienza di partecipazione è nato e si è consolidato l’impegno diretto nella politica locale.

Accolgo con grande soddisfazione, pertanto, la notizia del NO DEFINITIVO da parte del TAR della Lombardia al ricorso promosso dall’azienda.

Finalmente la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi.

Giusta la soddisfazione dell’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano riferita dal Notiziario: Inceneritore di Paderno, bocciato ricorso al Tar. Alparone: “Ha vinto la nostra comunità”

Sul sito del Tribunale Amministrativo puoi leggere integralmente la Sentenza del TAR Lombardia (N. 00664/2018 REG.PROV.COLL. – N. 01037/2013 REG.RIC.), pubblicata il 9 marzo scorso.

Viva Paderno Dugnano, NO INCENERITORE!