Comasinella, il commento del promotore Rubagotti

Ricevo da Gianni Rubagotti (Radicali) il seguente comunicato stampa che pubblico volentieri. Riconosco a Rubagotti l’impegno dimostrato sul tema della via Comasinella.

Dopo 2 anni l’idea di sperimentare la pedonalizzazione mettendo insieme recupero della storia locale e valorizzazione del commercio è riuscita ad arrivare in Consiglio e, non senza colpi di scena, con il principale gruppo della maggioranza che prima si è espresso quasi in maniera contraria seguito da una dichiarazione collettiva di voto favorevole, passa all’unanimità.

Nessuno ha ricordato che l’idea nasce dal sottoscritto e nessuno ha ricordato che ho potuto elaborarla grazie ai libri sulla storia locale fortemente voluti dall’ex ViceSindaco e Sindaco Gianfranco Massetti.

Ma sono contento lo stesso per una serata in cui l’opposizione ha fatto da forza di governo portando la giunta non solo su questa proposta ma anche al tentativo di inserirsi nel progetto Mind in corso nell’area post-Expo.

Ora vedremo se Paderno sarà l’unico comune a valorizzare una strada che attraversa 3 province a valorizzarla e se si saprà dare una regia, magari regionale ma in collaborazione con le amministrazioni comunali e provinciali e Città Metropolitana, rendendo forse il primo tentativo di mettere a sistema le varie anime del nostro Comune l’occasione di mettere a sistema un asse vecchio forse anche più di 7 secoli per conquistarci un futuro migliore.

Per intanto ecco l’intervista che ho fatto a Massetti sulla videoenciclopedia di Paderno Dugnano fatta nel 2012, poco dopo essermi occupato di riaprire al pubblico il Pilastrello citato da Giovanni Giuranna.

Gianni Rubagotti

Consiglio Comunale: Anpi, streaming Commissione, Forum Foreste, progetto MInD, DUP, Comasinella

Consiglio Comunale breve stasera.

Il vicesindaco riferisce con una punta di polemica la questione Almirante-Anpi. Ghioni rincara la dose.

Io faccio due comunicazioni: progetto Infrastruttura Verde al Forum mondiale delle foreste in corso a Mantova e gravi mancanze nella videotrasmissione in streaming ieri durante la Commissione Territorio da parte del presidente della Commissione Legalità Boatto.

Segue approvazione variazione al bilancio e DUP senza dibattito.

Epilogo curioso: la mozione sulla via Comasinella inizialmente snobbata dal consigliere Fossati ha poi ottenuto – previo conciliabolo durante il mio intervento – una gradita approvazione all’unanimità. Non potevano bocciarlo o astenersi, come forse era nei piani.

Riunione finita alle ore 21,30.

Rubagotti attacca la Lega su Bigenitorialità e Comasinella

Ricevo dal radicale Gianni Rubagotti il seguente comunicato:

Comasinella e Bigenitorialità: la smettete di scherzare sulla pelle degli altri?

Il dramma dei padri separati e la crisi del commercio di vicinato meritano serietà e non l’atteggiamento irresponsabile della maggioranza di centrodestra e dei 2 ex-5 stelle in Consiglio Comunale.
Ho creduto che Gianantonio Biraghi abbia abbandonato l’opposizione approdando a partito di Salvini per portare avanti il tema dei padri separati ed effettivamente il segretario della Lega Rodolfo Tagliabue aveva tirato fuori il registro della bigenitorialità poco dopo il suo arrivo.
La risata che si è fatto l’assessore milanese Pierfrancesco Majorino quando gli ho detto che quello che lo attaccava sulla sua pagina facebook per non aver fatto il registro a Milano era un consigliere comunale ex 5 stelle della Lega di un comune dove da 3 anni la maggioranza di centrodestra non realizzava questo strumento dopo un voto all’unanimità del Consiglio Comunale è il simbolo di come la situazione sia rimasta a livello di semplici chiacchiere.
Biraghi racconti ad altri che un consigliere comunale di Paderno Dugnano è determinante nella approvazione di un disegno di legge come quello del leghista Pillon che, lungi dal sistemare tutto da Roma, sta provocando molte polemiche, anche tra l’altro dal padre della legge sull’affido condiviso, Marino Maglietta.
Che è dell’Associazione Crescere insieme che il registro della bigenitorialità ha inventato a Parma.
Altrimenti viene da ridere a me: ma una risata amara.
Sempre dal gruppo della Lega arriva il massimo dei minimi con la gestione della proposta di pedonalizzazione della Comasinella, da tempo oltre il tempo massimo per essere realizzata ma ancora in ballo.
Non so se sia mai capitato che un consigliere comunale abbia comunicato durante una seduta del Consiglio Comunale che la Commissione di cui fa parte aveva discusso il giorno prima di un argomento per essere smentito poco dopo.
Tutto questo è accaduto lo scorso luglio al recordman di cambio di casacche Francesco Rienzo (ex-Lista Di Maio – Vivere Paderno con furia dell’Assessore Di Maio, ex-Vivere Paderno senza Di Maio e ora ex-Progetto Paderno Dugnano per salire sul Carroccio).
E come se non bastasse al suo fianco c’era il suo compagno di partito e Presidente della stessa Commissione Mario Mosconi (ex-capogruppo di Forza Italia ed ex-Progetto Paderno Dugnano).
Il punto è stato infatti presentato alla Commissione per scoprire la seduta stessa che nessun suo componente aveva ricevuto la documentazione, tanto era l’interesse a consultarla.
Ora che da luglio sono passati 3 mesi e la commissione si è ben guardata dal riunirsi per recuperare il punto all’ordine del giorno ci si potrebbe aspettare che Rita Tomaselli tagli corto e lo porti in Consiglio Comunale per chiudere questa brutta sceneggiata.
Neanche per sogno, dopo aver detto di dare fiducia a una maggioranza che così si comporta la consigliera ex-5 Stelle ha ribadito su facebook un mese e mezzo fa che al suo rientro si sarebbe parlato del tema la ex 5 Stelle ora tace.
Ora basta: cosa costa alla maggioranza chiarire che di queste 2 proposte non vuole sentire parlare?
Se questo è lo spettacolo scatenato dalla uscita di scena di Alparone c’è davvero da chiedersi cosa combinerebbe la Lega al timone della città, magari da sola.
Non mi stupirei infatti se la vocazione maggioritaria del PD renziano potesse essere contagiosa.

Gianni Rubagotti

L’Associazione per l’Iniziativa Radicale ‘Myriam Cazzavillan’ è la associazione che nel 2017 si è presa carico della promozione delle attività del Partito Radicale a Milano e in altre zone della Lombardia contribuendo al raggiungimento delle 3000 iscrizioni lo stesso anno.
Web: iniziativaradicale.wordpress.com
Twitter: @AirCazzavillan
Facebook:
Associazione per l’Iniziativa Radicale “Myriam Cazzavillan”