Se sei d’accordo con #Greta, agisci a #PadernoDugnano!

Occhi puntati sulle moltissime piazze del mondo che oggi si mobilitano al fianco di @GretaThunberg

Fai un gesto concreto per sostenere quest’azione globale contro i cambiamenti climatici. Partecipa, in qualche modo, alla manifestazione – come ha detto ieri sera Silvana Carcano – anche solo con una parola, un messaggio WhatsApp agli amici, un post su Facebook, Instagram, Twitter, eccetera…

Di’ chiaramente da che parte stai!

E poi, passato questo giorno di notevole visibilità mediatica, impegnati sul territorio con chi ti sembra più vicino ai pensieri e ai desideri di Greta.

Non fare l’errore (imperdonabile) di dichiararti d’accordo con questa ragazza svedese senza poi trarne le conseguenze sul piano pratico.

Soprattutto nel luogo dove vivi.

E sì, abbiamo bisogno di una speranza, certamente. Ma più ancora della speranza, ci serve l’azione. Quando inizieremo ad agire, troveremo ovunque motivi per sperare. Quindi, invece di affidarci alla speranza, dedichiamoci all’azione. A quel punto, e solo a quel punto, avremo ragioni per sperare.

Greta Thunberg

The Global Catholic Climate Movement continua a crescere

Il Movimento Cattolico Mondiale per il Clima è nato di recente, dopo l’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco, e si sta diffondendo velocemente.

Sull’ultimo numero della rivista Credere si può leggere l’intervista al fondatore Tomás Insúa (31 anni, di nazionalità argentina, ex manager Google, ora residente a Roma per collaborare con il Vaticano): Tomás Insúa: «È tempo di unire le forze per salvare Madre Terra»

Famiglie senz’auto, consumo di suolo, cambiamenti climatici, innovazione, testamento biologico

Mentre l’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano sonnecchia grazie ad una Giunta in scadenza, intorno a noi si evidenziano problematiche di rilievo che ci coinvolgono e interpellano.

Segnalo alcuni spunti:

Famiglie senz’auto, emergenza clima, commercio di vicinato (Brescia), mercoledì di Senago, ricerca e innovazione (Piacenza), 3 bandi di cofinanziamento su gestione rifiuti (MinAmbiente), eccetera…

Alcuni cittadini sono rimasti delusi dai lavori di risistemazione della stazione in Via Arborina (realizzati alcuni stalli per il posteggio, ma neanche un albero… solo asfalto e cemento!).

E sul testamento biologico Paderno Dugnano a che punto è? C’è una legge nazionale ma i cittadini sono informati di cosa hanno diritto di chiedere al Comune? E il Comune è in grado di garantire l’esercizio dei diritti?

Segnalo importante Convegno promosso dall’Unione Nazionale Camere Civili il 13 giugno scorso nell’aula magna della Cassazione: “L’Avvocato nel sociale – biotestamento tra etica e diritto alla vita”.

Su Radio Radicale è disponibile l’audio integrale delle relazioni.

Imperativo: rimettere l’ambiente al centro del discorso politico

C’è arrivato anche Walter Veltroni oggi su Repubblica: Il Pd ha dimenticato la battaglia per l’ecologia.

La lista civica Insieme per cambiare ricorda: Il clima sta cambiando: l’estate appena finita lo conferma

Stasera al TG3 il climatologo dell’ENEA Gianmaria Sannino ha spiegato con parole semplici gli effetti e le cause dei cambiamenti climatici che porteranno eventi estremi sempre più intensi e frequenti (vedi VIDEO dal minuto 16′ 33″).

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, esprimendo cordoglio ai familiari delle vittime di Livorno, ha dichiarato:

“Questa ennesima calamità provocata da straordinario maltempo dovrà sollecitare al più presto nel mondo politico una riflessione, seria e approfondita, sugli effetti dei cambiamenti climatici e su come difendere efficacemente il nostro territorio”.

A Paderno Dugnano restiamo a guardare o passiamo all’azione?

Eventi estremi sempre più frequenti in futuro. Paderno Dugnano lo sa?

La violenta grandinata di venerdì ha suscitato stupore e apprensione in molti cittadini. Anche paura.

Bisognerebbe però fare il passo successivo e riflettere su ciò che accade intorno a noi. Perché l’intensità e la frequenza di eventi estremi sono dati ormai acquisiti,  dei quali faremmo bene a tenere conto nell’organizzazione della vita della nostra comunità.

Sul sito del Ministero dell’Ambiente si può scaricare e leggere il Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici (PNACC), sottoposto a consultazione pubblica (è possibile inviare osservazioni e integrazioni fino al 13 ottobre).

Nel PNACC la città di Paderno Dugnano rientra nella Macroregione 1, la prima delle sei “macroregioni climatiche omogenee” che presentano condizioni climatiche simili negli ultimi trent’anni (1981-2010).

Anche Paderno Dugnano deve elaborare una strategia di adattamento ai cambiamenti climatici. In altre parole occorre ripensare seriamente la gestione del territorio considerando le sfide che abbiamo davanti.

È importante sottolineare come l’elemento climatico sia nella maggioranza dei casi solo un fattore esasperante criticità pregresse dovute in larga parte a miope pianificazione e gestione delle risorse. In questo senso, il processo di urbanizzazione scarsamente controllato nel corso dell’ultimo secolo, la sistematica impermeabilizzazione del suolo e la trasformazione dei corsi d’acqua, associati in molti casi a sistemi scolanti inadeguati, hanno contribuito ad aumentare il rischio da dissesto idrogeologico urbano. La scarsità di vegetazione, l’abbondanza di superfici riflettenti, densità e altezza delle costruzioni, intensificano la vulnerabilità agli aumenti di temperatura con ricadute negative sulla salute.

Il partito CCC a Paderno Dugnano

Anche a Paderno Dugnano esiste una corrente – ampiamente diffusa – di incoscienza, la cui vision può essere sintetizzata nello slogan Cambiamenti Climatici Chissenefrega (d’ora in avanti: CCC).

La prossima Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la Cop23, si terrà a Bonn dal 6 al 17 novembre 2017 e proseguirà il lavoro delle precedenti sessioni (la famosa Cop21 di Parigi, svoltasi nel 2015, e la meno nota Cop22 di Marrakech, 2016).

Il padernese CCC pensa: “Che Cazzo Cenefrega?!”.

Se provi a spiegargli che la presidenza di Cop23 non sarà affidata al paese ospitante, la Germania, ma alle Isole Fiji in quanto, a causa dei cambiamenti climatici, sono esposte a gravissimi rischi per l’innalzamento dei mari… il padernese CCC reagisce con una smorfia annoiata sul viso: “Chi Ci Capisce?”.

Inutile insistere su temi globali. Meglio tentare un approccio su questioni più immediate e, dunque più facilmente comprensibili.

“In questi giorni di fine agosto – gli dici –  fa un caldo boia, neh?!”.
Lui pare capire e risponde: “Cavoli! Così Crepiamo!”.

Prendi la palla al balzo e gli spieghi che questa calura non è normale, come non sono normali le precipitazioni tropicali che sempre più frequentemente colpiscono anche il nostro territorio abbattendo alberi e provocando danni… “Dobbiamo fare qualcosa al più presto, correre ai ripari perché i cambiamenti climatici non sono un fenomeno lontano da noi, ma condizionano la nostra vita e la nostra salute. Dobbiamo cambiare!!!“.

L’amico CCC per cortesia non si scompone, ma aggrotta dubbioso le sopracciglia: “Cambiare Che Cosa?”.

Azzardi una proposta scientificamente fondata e sperimentata in varie parti del mondo: “Potremmo difenderci, almeno in parte, dai cambiamenti climatici piantando molti alberi. Gli esperti dicono che il verde ha un incredibile potenziale sia nella lotta contro l’inquinamento dell’aria, sia nella riduzione delle isole urbane di calore… “. [Per approfondire scarica il Rapporto integrale, in inglese, Planting Healthy Air Report a cura di The Nature Conservancy, 2016]

Convinto delle tue ragioni, aggiungi pensiero a pensiero: “Non servono alberelli decorativi per l’arredo della città, ci vuole una vera e propria forestazione urbana (a Roma nel 2015 con la collaborazione dell’ISPRA sono state presentate alcune Linee guida che potremmo adattare alla situazione di Paderno Dugnano)…”. [Per approfondire Manuale Linee guida di forestazione sostenibile per Roma Capitale, 16 dicembre 2015]

Termini il discorso e, con sgomento, ti accorgi di essere rimasto solo: l’interlocutore CCC se n’è andato mentre cercavi di convincerlo

Anche a Paderno Dugnano il partito Cambiamenti Climatici Chissenefrega è forte e ben radicato.

Dobbiamo unire le forze e le intelligenze per sconfiggerlo.