Silvana Carcano: “So chi votare: Giovanni Giuranna”

Devo ringraziare Silvana Carcano (ex consigliera regionale M5S) che stamattina ha pubblicamente preso posizione su facebook offrendomi uno straordinario endorsement.

GRAZIE, Silvana!!!

Grazie, Silvana, di queste parole che danno una forza incredibile!!!! Grazie per la stima, per averlo detto a tutti, pubblicamente! Il tuo contributo è prezioso per dare una vera svolta a #PadernoDugnano!! 👍😍🐞

Io il migliore? Non lo sono. Lettera al direttore del Notiziario

Domenica scorsa (20 gennaio) ho rilasciato un’intervista al Notiziario, che si può leggere sul numero che è ancora in edicola. Purtroppo alcuni aspetti necessitano di una precisazione.

Per questo ho scritto la seguente lettera al Direttore, chiedendone la pubblicazione.

Il titolo dell’articolo non esprime il mio pensiero: potrebbe essere corretto così.

Presto in libreria i 10 comandamenti di Silvana Carcano

Ho il piacere di segnalare una novità editoriale a firma di Silvana Carcano, ex consigliera regionale M5S.

Di seguito una presentazione del volume:

Vi presento l’esito del mio periodo sabbatico! La mia creatura sarà in libreria dal 22 gennaio (anche in versione e-book).
Il tutto nasce dalla constatazione che viaggiamo senza bussola, e, cosa ancor peggiore, senza un comandante che guidi la nostra nave. E allora: hanno ancora senso i dieci Comandamenti nella società attuale? Per rispondere a questa domanda, ho incontrato dieci persone, e dalle nostre conversazioni su ogni singolo precetto sono emersi dieci originali significati del decalogo, a prescindere da un’appartenenza religiosa o meno. Sì, perché è con gli altri, per gli altri e dagli altri che troviamo vita, speranza e nuove idee, aprendoci alla relazione e al dialogo.
Nel Vishnu Purana si legge: «Quando la società raggiunge uno stadio in cui la proprietà determina il rango, la ricchezza diviene l’unica fonte di virtù, la passione il solo legame che unisce marito e moglie, la falsità la fonte del successo nella vita, il sesso l’unico mezzo di ottenere godimento, e quando i paramenti esteriori vengono confusi con la religione interiore allora siamo nel Kali Yuga». È così. Noi in occidente abbiamo dieci Parole che possono esserci d’aiuto per uscire «dal Kali Yuga»: sono apertura all’eterno, dalla notte dei tempi, al passo coi tempi. Sono solo dieci. Tuttavia, contengono l’infinito.
Le dieci conversazioni sono con: Abdullah Tchina, imam di Sesto S. Giovanni; Giampiero Massolo, presidente dell’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) ed ex direttore generale dell’intelligence italiana; Maurizio Colasanti, direttore d’orchestra; Nando dalla Chiesa, sociologo, docente universitario e, ovviamente, figlio del Generale dalla Chiesa; Mario Furlan, fondatore dei City Angels; Paolo Gulisano, medico, scrittore e uno dei più apprezzati cultori di Star Wars e letteratura fantasy, in particolare, di Tolkien; Paolo Ricci, docente universitario ed ex presidente delle Belle Arti di Napoli; Susanna Parigi, cantautrice italiana; Samuele Pinna, sacerdote ambrosiano e teologo; Enzo Favoino, coordinatore scientifico di Zero Waste Europe. Postfazione di Elena Lea Bartolini De Angeli, studiosa di origine ebraica e teologa dell’ecumenismo.
Non vedo l’ora di sapere cosa pensate del libro!

Silvana Carcano

Silvana Carcano: “Siamo mafiosi?”

Il 19 ottobre scorso l’ex consigliera regionale M5S Silvana Carcano ha firmato il seguente articolo sulla testata Libera Informazione: Seminare mafia

La vera lotta alla mafia riporta all’interrogarci su chi siamo e su che società abbiamo costruito. Insegniamo ai nostri figli ad essere sempre i primi, a divenire uomini e donne forti che si sanno imporre sull’altro, a manipolare il potere, grande o piccolo che sia, come segno di successo sociale, a disinteressarsi della qualità e profondità delle relazioni umane. Domina da decenni l’educazione al potere e alla lotta continua, sfiancante, snervante, deprimente. Ignoriamo l’educazione all’amore e alla fragilità come caratteristica strutturale di noi stessi. Facilitiamo in tantissimi modi la competitività e quasi mai la cooperazione. Non esiste un’educazione al «noi», ma solo una all’«io».