La nostra campagna elettorale si chiude al Villaggio Ambrosiano

La chiusura della campagna elettorale ha in sé, sempre, il senso della propria vision politica. Esprime in forma sintetica, senza troppe parole, ciò che si vuole fare.

Bene: vogliamo far crescere la città di tutti, dove la pluralità delle situazioni e dei quartieri non lasci spazio all’idea che esistano quartieri di serie A e quartieri trascurati, cittadini a cui si riserva un trattamento migliore e altri costretti sempre a prendere quello che viene.

Vogliamo che Paderno Dugnano si rimetta in cammino dopo 10 anni di governo di Lega, Forza Italia, lista Ghioni…

Basta immobilismo: le coccinelle annunciano l’arrivo della primavera!

Per questo chiudiamo la campagna elettorale al Villaggio Ambrosiano (piazza della Costituzione) a partire dalle ore 19.

Vieni per un aperitivo e per uno scambio di opinioni.

Ti aspetto!

Per vincere le elezioni

La campagna elettorale ha dei costi, che copriamo con l’autofinanziamento.

Non siamo andati a battere cassa dai costruttori padernesi (come è tradizione di una certa politica nostrana). Questo perché non vogliamo avere vincoli o condizionamenti quando ci troveremo ad amministrare la città.

Serve, però, l’aiuto di tutti.

Per questo – se vuoi e se puoi – versa un contributo sul conto corrente del Mandatario Elettorale che ho indicato.

IBAN: IT33 B030 6933 5211 0000 0009 100
intestato a Cavalloni Marialetizia
presso Banca Intesa San Paolo, Filiale 2690 di Paderno Dugnano
Perché la somma venga accreditata è necessario specificare la motivazione del versamento: “Contributo per la campagna elettorale di Giovanni Giuranna”.

Grazie!

Dopo il voto la legge prevede una puntuale rendicontazione.

Istantanee dalla campagna elettorale

Ormai manca poco al voto amministrativo del 26 maggio.

In città sono stati montati i pannelli metallici per le affissioni delle varie forze politiche, circolano gigantografie di alcuni candidati su camion-vela oppure sul retro degli autobus. Iniziative di sicura visibilità che comportano costi non indifferenti.

Sono consapevole di lottare con i giganti, ma la cosa non mi spaventa. Anche perché i cittadini – bombardati da anni dai messaggi pubblicitari – sono diventati esperti e non si accontentano facilmente.

Preferisco incontrare le persone direttamente, dopo averle raggiunte in qualche modo attraverso il mio blog, attivo sul territorio da oltre 10 anni.

Non sapete che emozione quando mi capita di stringere la mano a qualcuno che mi dice: “Sì, io la conosco… Leggo il suo blog”. Una signora mi ha ringraziato per il mio impegno nella comunicazione e per averle fatto sapere tante cose in questi anni… Mi ha quasi commosso, lo confesso.

Stamattina, invece, ho partecipato ad un’inconsueta riunione di vicini di casa a Palazzolo. Una trentina di persone residenti in Via Risorgimento e nelle due strade vicine si sono date appuntamento in giardino per conoscermi e approfondire il tema del Controllo del Vicinato.

Un bellissimo momento di ascolto e confronto su vari temi della zona. Più di uno ha lamentato, facendo esempi concreti, che Palazzolo è stata trascurata mentre merita più attenzione.

Se altri hanno voglia di organizzare qualcosa del genere, possiamo vederci. Sono disponibile.

Contattatemi.


La Capigruppo e la campagna elettorale

Si è riunita ieri sera la Commissione dei Capigruppo per discutere, tra l’altro, le modalità di svolgimento della campagna elettorale. La questione principale è l’assegnazione alle diverse forze politiche di spazi per incontri, feste, comizi…

Personalmente ho fatto mettere a verbale che negli ultimi anni molti luoghi precedentemente disponibili sono stati chiusi o sono stati dichiarati inutilizzabili per riunioni politiche (sale di quartiere, Centro Falcone e Borsellino…). Questo, purtroppo, limita considerevolmente la vita democratica della nostra città.

Inoltre ho detto che il criterio, definito nel 2014, di assegnare gli spazi come si fa in occasione della Fiera di Primavera, cioè seguendo l’ordine determinato dai voti presi nell’ultima elezione, non è giusto. In questo modo, infatti, chi ha vinto in passato si pone ai nastri di partenza con un ingiusto vantaggio rispetto alle forze politiche che hanno avuto minori consensi. Lunga discussione. Per ora nessun accordo.

Primavera di scelte

Sbalzi di temperatura, vento improvviso, poi sole caldo e alberi in fiore…

La primavera è stagione incerta e sorprendente: come i giorni che stiamo vivendo verso le prossime elezioni.

Due mesi (60 giorni) di idee che germogliano, di attese che prendono forma, di movimenti evidenti a tutti e di colloqui impercettibili…

Il protagonista della campagna elettorale sei tu, elettrice/elettore, chiamata/o a scegliere tra tante opzioni.

Insieme per cambiare: la campagna elettorale comincia così

Grazie a tutte e tutti quelli che stamattina sono venuti, così numerosi, all’inaugurazione della nuova sede della lista civica Insieme per cambiare in Via Rotondi 71.

Di seguito il testo dell’intervento, che avevo preparato e che ho liberamente proposto ai presenti:

INSIEME,
LA CITTA’ AI CITTADINI

Abbiamo appena tagliato il nastro per inaugurare questa nuova, bellissima sede della lista civica “Insieme per cambiare”: quello che abbiamo tagliato oggi è solo il nastro di partenza… ma noi vogliamo tagliare il traguardo per primi il prossimo 26 maggio, quando Paderno Dugnano sarà chiamata a scegliere, con il voto, chi guiderà la città nei prossimi 5 anni.

Mancano 85 giorni e noi siamo pronti!

Partiamo, simbolicamente, da qui anche se il percorso, per me e per molti altri cittadini come me, è iniziato molto prima, con l’impegno civile e nel volontariato, e quindi con la nascita della consapevolezza che per riuscire a cambiare veramente le cose occorre assumere un ruolo politico attivo e mettersi in gioco in prima persona.

Se la politica non funziona, se non ci piace quello che accade, se il nostro quotidiano è disturbato da scelte che non sanno rispondere ai nostri bisogni, se ci sembra che tutto sia fermo e nulla possa cambiare… occorre esserci, partecipare…

da cittadino
con gli altri i cittadini
per la nostra città!

Quando nel 2014 sono stato eletto in Consiglio Comunale come rappresentante della Lista Civica “Insieme per cambiare”, sapevo che il lavoro dai banchi dell’opposizione non sarebbe stato facile, ma ci ho creduto fino in fondo e insieme agli altri (un gruppo sempre più numeroso raccolto intorno al simbolo della coccinella) siamo riusciti a fare un grande lavoro per Paderno Dugnano, ottenendo anche dei risultati importanti.

Ma questo non basta. Occorre esserci di più, occorre vincere e governare.
Ho accettato di mettermi al servizio come candidato sindaco, assumendo in prima persona la responsabilità della sfida di riuscire a restituire ai padernesi una città più bella, più verde, più unita e sicura, con servizi migliori e più attenti e vicini ai bisogni dei cittadini.

Una città non più in balia delle contingenze, statica, schiacciata sul presente, ma capace di futuro.

CANDIDATO PER FARE COSA?

Vogliamo rendere Paderno Dugnano una città (lo dico in 22 sillabe):
Unita – Sicura – Innovativa – Dinamica – Connessa – Verdissima:

Unita (amicizia, comunità, integrazione)
Sicura (controllo di vicinato, legalità)
Innovativa (lavoro, competenze, rigenerazione urbana)
Dinamica (sport, scuola, cultura, comunicazione)
Connessa (Milano, Italia, Europa, mondo)
Verdissima (giardini, parchi, forestazione urbana)

CON QUALE COALIZIONE?

Da tempo sto lavorando per formare una coalizione forte e credibile, aperta.

Una formula nuova che vada al di là degli schemi del passato e metta al centro i cittadini, i problemi concreti di Paderno Dugnano prima che le appartenenze, le bandiere… Una coalizione che sia segno di una stagione nuova. Una coalizione che abbia la sua forza propulsiva nel civismo, nella partecipazione dei cittadini alla realizzazione della città di tutti.

Il nostro motto è: La Città ai Cittadini

Per questo stiamo parlando con cittadini, con altre forze politiche che si riconoscano nei nostri valori fortemente civici di AMORE per questa città.

Abbiamo tempo fino ad aprile per mettere in piedi una coalizione che sia capace di aggregare non su ideologie astratte ma sui problemi concreti e sulle soluzioni che insieme vogliamo trovare per rendere Paderno Dugnano una città migliore.

HO BISOGNO DI VOI

Io mi candido per raggiungere questo obiettivo, che non è mio ma di tutti.
Per farlo, però, ho bisogno di voi, di ognuno di voi.

Se vogliamo che la nostra città cambi, dobbiamo suscitare una reazione a catena, un contagio di passione, di entusiasmo… Un cerchio che si allarghi sempre di più fino a vincere… INSIEME!

Parlate con il vostro vicino, con i vostri parenti, con i vostri amici… Aiutateci a far arrivare questo messaggio in tutte le case di Paderno Dugnano. Spendete la vostra parola per dire che questo progetto è valido, bello, merita di essere sostenuto. E’ portato avanti da persone che negli ultimi 5 anni hanno dimostrato sul campo quello che valgono in termini di passione, competenza, generosità, impegno…

A Paderno Dugnano non ci sono tante altre realtà come quella rappresentata da “Insieme per cambiare” e dalle forze politiche che in questi anni hanno saputo collaborare per impedire la costruzione di tre palazzine in un parco pubblico, per favorire il commercio di vicinato, per garantire più sicurezza, per dare voce ai bisogni dei cittadini…

Termino con un’immagine: mancano 85 giorni alle elezioni.
Mettiamoci in cammino tutti insieme, ognuno secondo la propria particolarità. Facciamo il giro della città in 80 giorni per dare una scossa di vita a questa città che amiamo!

Con la coccinella diciamo: GOOD LUCK, PADERNO DUGNANO!
Buona Fortuna!

#LaCittàAiCittadini

Giovanni Giuranna

Paderno Dugnano, 2 marzo 2019