Esondazioni #Seveso e vasche di laminazione: Amici del Parco Nord rispondono all’Assesore Granelli

Nei giorni scorsi le piogge hanno riportato l’attenzione sulle esondazioni del Seveso e sul progetto vasche di laminazione, attualmente in stallo. L’assessore di Milano Marco Granelli è intervenuto via stampa.

Corriere della Sera (26 agosto): Seveso, Granelli e le opere in ritardo: «Necessaria la vasca al Parco Nord»

L’Associazione Amici del Parco Nord di Bresso ha risposto in modo secco all’Assessore Granelli tramite la propria pagina facebook. Condivido!

Dopo le interviste dell’ Assessore Granelli, l’ Associazione Amici Parco Nord precisa e rilancia. Ripetiamo: le esondazioni a Milano devono cessare. Per noi questo resta un imperativo categorico. Avete il potere e i quattrini, se non avete fatto nulla interrogatevi e prendetevi le vostre responsabilità. Le vasche sono una soluzione sbagliata, culturalmente arretrata e dannosa. Per questo solleva le proteste dei Comuni, delle associazioni e dei cittadini. Pulire le acque del Seveso, bloccare gli scarichi abusivi, completare il sistema della depurazione, realizzare le aree golenali a Cantù: almeno su questo siamo d’accordo, ma non avete fatto nulla.

1 luglio: Prima Festa del Seveso

Carissimi amici,

il 1 luglio l’Associazione Amici Parco Nord, l’Ente Parco e la Consulta delle associazioni del Parco, terranno la 1° Festa del Seveso. La manifestazione che coprirà l’intera giornata, sarà animata da numerosi spettacoli, soprattutto musicali, giochi e attività per ragazzi, nonché una esibizione di “canoa in piedi”sullo specchio d’acqua del laghetto di Niguarda, in fondo a via Ornato, ove si terrà l’iniziativa. Ci saranno numerosi espositori, hobbisti per lo più, una mostra di pittura e anche artisti che dipingeranno en plein air. Alla sera dopo cena (il ristoro è garantito anche a mezzogiorno), si concluderà la giornata con un concerto lirico: saranno suonate da un quartetto d’archi e cantate da quattro cantanti d’opera le più belle arie e romanze del repertorio lirico.

Perché la 1° Festa del Seveso? Ci sarebbe in verità poco da festeggiare! Ma noi, che da anni conduciamo la battaglia per restituire al fiume la sua bellezza e naturalità, vogliamo essere positivi, infondere fiducia e costruire il fronte più largo delle persone di buona volontà e delle istituzioni per vincere questa battaglia. La Festa la facciamo con l’Ente Parco, che in questi anni ha fatto interventi significativi per sistemare il letto del fiume e rinaturalizzare le sue sponde; con le associazioni del volontariato raccolte in una Consulta attiva e generosa, e con i Comuni. Nel fiume, secondo la stessa Procura di Milano, si versano, privi di autorizzazione e di controlli, le acque sporche e inquinate di 1420 scarichi abusivi, su un totale di 1505: un vero Far West. Non per niente il Seveso è uno dei corsi d’acqua più inquinati d’Europa. Insomma, quella che stiamo conducendo, oltre che essere una battaglia ambientale è una battaglia di legalità: siano rispettate finalmente le leggi che pure esistono! 

La possiamo, la dobbiamo superare questa prova, con voi e anche con una Festa bella e allegra.

Vi aspettiamo, con le vostre famiglie e con i vostri bambini.

Arturo Calaminici

La lezione del voto amministrativo

Che cosa possiamo ricavare dalle elezioni che si sono svolte domenica in vari Comuni d’Italia, tra cui alcuni nostri vicini (Bresso, Cinisello Balsamo, Nova Milanese… ma anche Arese, Seregno, Seveso…)?

Comincio con l’affluenza: poco più di un elettore su due si è recato alle urne (non è un buon segnale).

Vince sicuramente la Lega che traina il centrodestra, i Cinque Stelle appaiono fiacchi, il PD insieme all’area di centrosinistra resiste con fatica. La sconfitta al primo turno di Bresso e la situazione molto incerta di Cinisello Balsamo suscitano preocupazione.

Un’indicazione importante, a mio parere, è la forza del civismo, sulla quale bisognerà riflettere l’anno prossimo anche a Paderno Dugnano (soprattutto in un momento così delicato per i partiti, ad eccezione del Carroccio).

Prendo in esame il caso di Sondrio, dove il 24 giugno si terrà il ballottaggio tra centrodestra (vicinissimo al successo con il 46,81% dei consensi) e il centrosinistra (36,08%). Colpisce il risultato ad una cifra di M5S (2,96%), Forza Italia (3,03%), PD (8,2%)… Nel centrodestra la Lega ha ottenuto il 15,04%, a causa della vicenda dell’ex leghista Provera. Il peso delle formazioni civiche è comunque significativo.

Forza Italia intanto promette di rinnovarsi sensibilmente: lo annuncia Silvio Berlusconi attraverso una lettera al Corriere della Sera. Mi chiedo che cosa vorrà dire ciò per gli azzurri padernesi, capitanati da anni da un coordinatore cittadino che non è stato eletto e che non risulta gradito ad alcune componenti del partito. Tutto ciò mentre è in corso una migrazione verso la Lega

Quale rinnovamento? Silvio, pensaci tu