Basta “gratta e vinci” fino al 25 marzo

Da oggi fino al 25 marzo a Paderno Dugnano è vietato vendere/acquistare “Gratta e Vinci”. Lo prevede l’ordinanza del Sindaco, esposta all’albo pretorio.

Emergenza Coronavirus

Come annunciato ieri, il Sindaco Ezio Casati ha appena firmato l’ordinanza con cui vieta ogni tipologia di gioco lecito che prevede vincite in denaro (ad esempio slot, gratta e vinci, lotto, superenalotto e similari) sul territorio comunale in tutte le rivendite autorizzate.

Il provvedimento riguarda, quindi, i tabaccai, le edicole e qualsiasi altro esercizio commerciale autorizzato a rimanere aperto al pubblico dal DPCM dell’11 marzo. Il divieto è esteso anche ai distributori automatici di gratta e vinci che dovranno rimanere spenti fino al 25 marzo prossimo.

“Ho deciso di adottare questa ulteriore ordinanza perché sono ancora troppi i cittadini, soprattutto anziani, che escono di casa per acquistare gratta e vinci o per giocare al lotto, nonostante le disposizioni nazionali in vigore e gli appelli che continuiamo a ribadire sulla necessità di stare a casa – aggiunge il Sindaco Casati – Ne va della salute di tutti e spero che queste misure facciano comprendere fino in fondo quanto sia pericoloso uscire, per se stessi e per gli altri”.

Per info, qui http://www.comune.paderno-dugnano.mi.it/prim…/pagina211.html

Tabaccherie ed esercizi vari sono tenuti al rispetto di quanto prescritto.

Un segnale importante (non solo in funzione anti-coronavirus).

Lotteria: Paderno biglietto vincente. Ma siamo sicuri che la febbre del gioco ci faccia vincere davvero?

Una notizia di cronaca locale e una riflessione di Famiglia Cristiana sull’azzardopatia (patologia del “gioco” d’azzardo).

Notiziario (7 gennaio): Lotteria Italia: biglietti vincenti a Paderno Dugnano, Varedo, Seveso e Sesto

Il Cittadino (7 gennaio): Lotteria Italia, la Brianza si consola con cinque premi da 20mila euro

Famiglia Cristiana (6 gennaio): Le nostre vite divenute lotteria perenne. E perdiamo sempre

Che senso ha la Lotteria Italia in un tempo in cui si gioca ovunque e sempre, anche di notte? Non per vincere ma per riempire il tempo di esistenze andate distrutte. Negli anni Novanta si giocava molto di meno e si vinceva di più. Poi lo Stato decise che bisognava far cassa arruolando alla dipendenza patologica di massa milioni di persone

Varie: bambina dimenticata, Fiera di Primavera, truffa anziani, Whistleblowing

Notiziario (21 marzo): Paderno, bambina lasciata in auto: la mamma ai Gratta e Vinci, denunciata

Monza Today: ‘Fiera di primavera’: dal 6 all’8 aprile spettacoli e street food a Paderno Dugnano

Monza Today (21 marzo): Tubature contaminate, falso tecnico e finto carabiniere truffano novantenne a Paderno

Il Comune di Bresso pubblicizza canale anticorruzione: Segnalazione illeciti mediante WhistleblowingPA

La lobby dell’azzardo ci controlla: Paderno approva il Regolamento contro le slot

L’ho detto ieri sera in Consiglio Comunale a proposito del Regolamento sul gioco d’azzardo: “Provate a pubblicare online un aggiornamento relativo alla regolamentazione delle attività legate all’azzardo e, in breve tempo, la notizia sarà rilanciata dai siti specializzati. Segno che la lobby potentissima dell’azzardo controlla ogni minimo movimento…”.

Così è anche oggi.

Ieri il Consiglio ha approvato il Regolamento Comunale ed ecco l’agenzia specialistica che rileva quanto succede nella nostra città: Paderno Dugnano (MI): via libera del Consiglio Comunale al Regolamento per la prevenzione e il contrasto del Gap

Per avere un’idea della gravità del problema anche a Paderno Dugnano date un’occhiata a questa banca dati, purtroppo aggiornata solo al 2016: L’Italia delle slot – Scopri quanto si gioca nel tuo Comune

Azzardo: guardate come la lobby dei giochi è attenta a ciò che accade a #PadernoDugnano

La riunione della Commissione Legalità svoltasi martedì sera in Comune ha suscitato attenzione immediata nell’area economica che promuove i “giochi” d’azzardo.

AGIMEG, Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco, ha prontamente pubblicato questo lancio (12 settembre): Paderno Dugnano (MI): Comune al lavoro su Regolamento comunale sul gioco. Tra i luoghi sensibili saranno inseriti camere mortuarie, cimiteri e monasteri

Gioco d’azzardo, Comuni coraggiosi: #PadernoDugnano non c’è

Nonostante l’impegno del presidente della Commissione Legalità Boatto, l’Amministrazione di Paderno Dugnano non si è dimostrata coraggiosa e determinata nel combattere la piaga delle slot machine e della azzardopatia.

Altri Comuni si muovono.

Avvenire (26 aprile): La guerra dei Comuni per frenare l’azzardo. Ecco la mappa dei Comuni che hanno sconfitto a colpi di sentenze la lobby delle slot

#PadernoDugnano, 20 milioni di euro nelle slot

Sulla home page della Repubblica sono consultabili i dati relativi agli incassi slot suddivisi per Comune. A Paderno Dugnano nel 2016 sono stati buttati nelle slot oltre 20 milioni di euro (giocate procapite: 430 euro). Altre informazioni su L’Italia delle slot.

Il dato padernese, per fortuna, è più basso rispetto ai Comuni vicini ma deve comunque spingerci a intensificare l’azione e l’informazione anti-azzardo. Non è un gioco!