Buona Pasqua, festa della rimozione delle pietre

Auguri di Buona Pasqua a tutti voi che mi seguite attraverso il blog e i vari canali social.

Ai cristiani l’augurio di sperimentare sempre più il dinamismo rinnovatore della Pasqua. Come ha detto stanotte il Papa:Pasqua è la festa della rimozione delle pietre”.

Ai diversamente credenti e ai laici l’augurio di gioia e serenità in questa antica festa familiare, che trae origine dai ritmi della natura (la primavera che si risveglia dopo l’inverno).

Auguri, Paderno Dugnano!

Mattarella, sentirsi comunità

Molti hanno ascoltato e rilanciato sui social il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Invito a considerare attentamente le sue parole (vedi discorso integrale sul sito del Quirinale):

Sentirsi “comunità” significa condividere valori, prospettive, diritti e doveri.

Significa “pensarsi” dentro un futuro comune, da costruire insieme. Significa responsabilità, perché ciascuno di noi è, in misura più o meno grande, protagonista del futuro del nostro Paese.

Vuol dire anche essere rispettosi gli uni degli altri. Vuol dire essere consapevoli degli elementi che ci uniscono e nel battersi, come è giusto, per le proprie idee rifiutare l’astio, l’insulto, l’intolleranza, che creano ostilità e timore.

So bene che alcuni diranno: questa è retorica dei buoni sentimenti, che la realtà è purtroppo un’altra; che vi sono tanti problemi e che bisogna pensare soprattutto alla sicurezza.

Certo, la sicurezza è condizione di un’esistenza serena.

Ma la sicurezza parte da qui: da un ambiente in cui tutti si sentano rispettati e rispettino le regole del vivere comune.


Buona Pasqua, cioè fratelli!

A tutti voi che leggete più o meno costantemente questo blog auguro buona Pasqua con la parola “fratello/fratelli” che il parroco, don Paolo Boccaccia, ha fatto risuonare con forza durante la Veglia Pasquale in Santa Maria Nascente:

Chi divide le persone in base al colore della pelle o dei capelli o degli occhi, chi fa differenze secondo la statura o il grado di bellezza o intelligenza… è ridicolo.

Se dici: “Non sto vicino a quello là perché puzza…”, fai attenzione perché puzzi tu, le tue parole puzzano, sei marcio dentro!

Noi che abbiamo le parole e l’esempio di Cristo, non possiamo ricoprirci di ridicolo costruendo muri e divisioni tra le persone…

Siamo tutti fratelli!

Buona Pasqua, dunque!

Capodanno, gli auguri dell’Amministrazione Comunale saranno di buon auspicio?

Ho ricevuto alcune segnalazioni e io stesso ho potuto verificare di persona. L’Amministrazione Comunale ha trasmesso gli auguri di capodanno attraverso l’app MyPaderno, commettendo un vistoso errore.

Uno dei cittadini che mi ha contattato commenta: “E’ segno patente della loro inefficienza”. Un altro si chiede: “L’augurio di Alparone porterà sfiga?”.