Nomine Ospedali: Alparone (Mario) torna in Lombardia

La Giunta Fontana ha rivoluzionato i vertici di ospedali e ex ASL regionali.

Così il fratello del nostro ex sindaco, Mario Alparone (naturalmente in quota Forza Italia), può lasciare la sede di Asti e trasferirsi all’ASST di Monza.

Viva la politica e la lottizzazione!

Vedi anche il commento di Fabio Pizzul (capogruppo PD in Consiglio Regionale).

Disagio treni: chi governa in Lombardia e a Paderno?!

Chi viaggia quotidianamente con Trenord soffre molto per frequenti soppressioni di treni, conseguente sovraffollamento e ritardi.

La Regione è in mano al centrodestra da data immemore e a Paderno Dugnano gli amministratori sono dello stesso colore, anzi dello stesso partito (che di questi tempi va per la maggiore).

Bogani (facente funzioni di sindaco) dovrebbe battere i pugni un giorno sì e uno no sul tavolo del Governatore Fontana e l’ex Alparone, ora consigliere regionale, dovrebbe farsi valere. Invece se ne stanno quieti.

È ora di cambiare!!!

Giunta Regionale presentata, Alparone tira un sospiro di sollievo

E alla fine, dopo tanti tira e molla in Forza Italia, ecco la Giunta Regionale.

Varese News (29 marzo): Tutti gli assessori della Giunta Fontana (VIDEO)

La nomina di Giulio Gallera consentirà al nostro Sindaco Alparone di entrare in Consiglio Regionale.

Consiglio Regionale: Alparone ancora in panchina

E’ divertente seguire gli aggiornamenti del toto-Giunta-Regionale.

Fino a qualche giorno fa la squadra sembrava pronta, imminente la presentazione. Fontana aveva annunciato di dare la poltrona a 16 pretendenti (la Giunta Maroni si fermava a 14 assessori), poi i tempi si sono allungati e la soglia massima è tornata a 14.

Si attende naturalmente che cosa decideranno a Roma, perché le alchimie politiche sono cosa delicata.

Dal Giorno di oggi le ultime notizie: Giunta regionale, i tre nodi da sciogliere. Intese nazionali, donne e province: questi i rebus. Verso 14 assessori

Il Sindaco Alparone per ora rimane in panchina.

Alparone: dall’apoteosi annunciata alla trepidante attesa di un ripescaggio

La candidatura del Sindaco Alparone al Consiglio Regionale doveva essere una marcia trionfale e si è tramutata invece in una trepidante e snervante attesa.

Il cavallo di razza della scuderia padernese di Forza Italia spera di essere ripescato grazie alla promozione ad assessore di uno dei quattro consiglieri eletti a Milano (Gallera, Sardone, Comazzi, Altitonante).

La cosa è possibile, forse anche probabile, ma non scontata.

Ecco le ultime news:

Regionali, i risultati a #PadernoDugnano

Lo scrutinio delle Regionali a Paderno Dugnano si è concluso con la pubblicazione dei risultati registrati in città.

Vittoria ampia per Attilio Fontana (45,94%); Giorgio Gori è arrivato secondo con il 28,20%, terzo Dario Violi del M5S…

Il Sindaco Marco Alparone ha ottenuto 2.984 preferenze.

Inaccettabile Fontana: anche don Giacomo prende posizione

La dichiarazione di Attilio Fontana non deve essere sottovalutata. “La razza bianca è a rischio”, ha detto il candidato del centrodestra per la Regione Lombardia dopo l’abbandono del campo da parte di Maroni.

Successivamente, il “leghista moderato” ha tentato di correggere l’uscita improvvida, dicendo che si è trattato di un lapsus. Così, però, ha aggravato la sua posizione in quanto i lapsus sono rivelatori di un pensiero soggiacente e profondamente radicato.

Non possiamo far finta di niente.

Persino don Giacomo Tagliabue, ex parroco di Dugnano-Incirano e notoriamente vicino al centrodestra, ha commentato in modo netto sul profilo facebook dell’on. Ezio Casati: