Prendiamo esempio da #Friburgo

Domani sera, giovedì 7 marzo alle ore 21, presso la nuova sede della lista civica Insieme per cambiare (via Rotondi 71) vieni a vedere che cosa potrebbe diventare Paderno Dugnano con una politica ambientale e sociale all’avanguardia.

Racconteremo il nostro viaggio-studio effettuato nel giugno 2017 a Friburgo in Brisgovia (Germania), una delle città più ecologiche d’Europa, e sulla base di quest’esperienza metteremo a fuoco alcune scelte per il programma elettorale.

Vogliamo cambiare Paderno Dugnano guardando avanti!

Basta politiche di galleggiamento!

#CambiamentiClimatici e #Amianto sono un pericolo anche a #PadernoDugnano

Occorre prestare massima attenzione al tema dell’ambiente e della salute.

Tra pochi giorni comincerà in Polonia COP 24, la Conferenza mondiale sui cambiamenti climatici (3 – 14 dicembre).

Di seguito segnalo un contributo alla riflessione/azione segnalato dalla rivista dei gesuiti milanesi.

Aggiornamenti Sociali (27 novembre):  Verso la COP24: un documento della Rete CepEA

Aggiungo una triste notizia che ci riguarda.

Il Giorno (27 novembre): Amianto, in Lombardia 2.000 morti in un anno. A Milano il triste record di casi di mesotelioma


Maltempo devastatore? Diciamo basta alla malapolitica ambientale!

In questi giorni siamo tutti allibiti dalla potenza distruttiva dell’acqua e del vento.

Riusciremo finalmente a prendere atto che i cambiamenti climatici sono da prendere sul serio? Anche a Paderno Dugnano è urgente una politica ambientale di autodifesa (su questo la Giunta Alparone/Bogani si è dimostrata altamente inadeguata).

Nei giorni scorsi il noto meteorologo Luca Mercalli è intervenuto al IV Convegno italiano sulla riqualificazione fluviale, organizzato dal CIRF a Bologna. Il tema che ha trattato: “Cambiamenti climatici e gestione dei corsi d’acqua” (a noi padernesi interessa particolarmente in relazione alle sorti future del Seveso).

Cambiare le città per cambiare l’Italia

Lunedì 29 ottobre a Milano Legambiente presenta Ecosistema Urbano, il rapporto annuale sulle performance ambientali delle città. Lo studio, costruito in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore, verrà introdotto nel corso del convegno “Cambiare le città per cambiare l’italia”.

Qui il programma dell’evento

Segreteria organizzativa: 06. 86288312
ecosistemaurbano@legambiente.it

Da dove si riparte?

Da dove si comincia, amici, a ricostruire? / Queste macerie lasciano sgomenti. / Salvini non è che la maschera epifanica / di tanta cattiveria diffusa / che un tempo sguazzava nel limo profondo / e quando usciva alla luce / veniva additata, riconosciuta, respinta, / ora invece ha l’ardire di riscrivere impunemente / galateo e comandamenti. / Da dove si ricomincia, / ora che lo sguardo di troppi è malato / e le forze per reagire / mancano? / Forse dalle grotte, / dagli eremi, / dai banchi di scuola, / dalle cantine nascoste, / dal pensiero vigile fino a notte fonda… / Forse occorre lasciar riposare la terra / come usava un tempo / e avere la pazienza dei sassi / e aspettare / che venga migliore stagione. / O, al contrario, bisogna dannarsi / e bussare a tutte le porte / e chiedere aiuto / e risvegliare gli animi dei timidi / e dei silenti / e tentare insieme / per l’ultima volta / di fondare una città / in cui si provi a vivere da uomini / cioè da fratelli / e sorelle, / città senza l’imperio del cemento / senza interessi di pochi a dettar legge, / città senza confini / che non siano varchi / e ponti e cerniere… / Io credo che sia possibile / evitare l’esito, che oggi sembra scontato, / di questo male / che abbrutisce. / Italia, è ora di tornare ai valori / che ti hanno resa grande / nella cultura, nell’arte, nella generosità, / nella finezza del pensiero e dei sentimenti, / nella fede – umana o divina – che apre / a orizzonti di bellezza / e fraternità / e genio. / Da dove si riparte, compagni?

Il futuro di #PadernoDugnano: la domanda centrale

Riprendo un tweet di qualche tempo fa della lista civica Insieme per cambiare:

 

Ministro Costa vuole subito una legge contro il consumo di suolo

Una notizia di rilievo dal Ministro dell’Ambiente.

ANSA (26 giugno): Costa, legge su consumo di suolo è priorità mio dicastero

Si tratta ora di capire i contenuti della nuova normativa in corso di gestazione.

Sul consumo di suolo infatti esistono già norme e progetti di legge che fanno enunciazioni ma non consentono una reale azione di contrasto.

Un esempio da non seguire: la Legge Regionale lombarda n.31/2014.

 

Al lavoro per una città più bella: 17 maggio

Dopo la triste approvazione della Variante RE3, con cui l’Amministrazione ha concesso un parco ad un costruttore privato, la lista civica Insieme per cambiare non si arrende. Anzi, rilancia: per il futuro immaginiamo una città più bella e più vivibile.

Giovedì 17 maggio vieni a Cassina Amata al secondo incontro del tavolo di lavoro su territorio, ambiente e mobilità