Sostituzione alberi e sistemazione dell’alveo del Seveso

Due avvisi del Comune su cura del verde e fiume Seveso:

📌 Pulizie straordinarie per il nostro Seveso.
⏰ Domani, sull’area verde di via Camposanto, sarà posizionato il cantiere logistico per l’intervento di manutenzione dell’alveo del fiume, programmato dall’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPO) e condiviso con il Servizio Ambiente e Verde Pubblico del nostro Comune.
ℹ️ Lavori che riguarderanno anche gli altri Comuni sull’asta del Seveso: Cesano Maderno, Bovisio Masciago e Varedo. Gli interventi, che nel tratto padernese dureranno circa un mese, saranno mirati alla pulizia con decespugliamento della vegetazione spontanea infestante, al taglio di piante pericolanti e all’asportazione di piante riverse e abbandonate nell’alveo del fiume. Sono previsti inoltre interventi di riprofilatura delle sponde e rimodellamento dell’alveo sui tratti dove le piene del fiume, negli anni passtai, hanno accumulato o eroso materiali ghiaiosi ‼️👉”L’intervento di AIPO – commenta l’Assessore all’Ambiente Giovanni Giuranna- non risponde solo a esigenze di sicurezza, ma è un’occasione di cura e attenzione verso il fiume che fa parte della nostra storia e che ha bisogno nei prossimi anni di essere bonificato e rinaturalizzato”.


🔴 22 alberi 🌳🌳ormai pericolosi per l’incolumità dei cittadini dovranno essere rimossi dal Centro Sportivo Toti e dal Parco Lago Nord. Entro aprile, nelle due aree verdi, saranno piantumati 23 nuovi alberi: 1️⃣ in più‼️
La decisione si è resa necessaria a seguito di un’analisi che ha mappato lo stato di salute di 30 piante già attenzionate e che ha evidenziato l’estrema propensione al cedimento dei 22 alberi irrimediabilmente ammalorati.
👉 Un intervento che arricchirà anche qualitativamente il nostro patrimonio arboreo e renderà più sicuri i due parchi della nostra città.

Rotonda via Battisti: finalmente pedoni e ciclisti più sicuri!

E’ passato un anno, c’è voluto il cambio della Giunta… ma alla fine il risultato a tutela della sicurezza dei cittadini è arrivato. E di questo sono veramente soddisfatto, anche se sembra una piccola cosa!

Vi invito a leggere che cosa chiedeva un anno fa Legambiente all’Assessore ai Lavori Pubblici Tonello: lettera aperta

Inoltre c’è un’altra situazione, potenzialmente molto pericolosa, che va sistemata adeguatamente. Riguarda un tratto ciclo-pedonale in corrispondenza dell’ingresso del cantiere Rho Monza che si affaccia sulla rotonda “Unes”. In questo tratto di strada, il percorso riservato ai pedoni e ai ciclisti è delimitato solo da una riga gialla, in una zona che di notte è completamente buia. Chi si trova a percorrere questo tratto è esposto al rischio concreto di essere investito dalle automobili, soprattutto da quelle provenienti da via Battisti che, imboccata la rotonda in direzione cavalcavia FNM, non vedendo la linea gialla, praticamente invisibile fino all’ultimo secondo, tendono pericolosamente ad invadere il tratto di cui parliamo, che è senza alcuna protezione. La cosa più semplice che ci viene da suggerire è che, fatto salvo lo spazio di accesso al cantiere, i due segmenti che vanno, uno in direzione della Giraffe e l’altro in direzione del cavalcavia,vengano protetti dalla circolazione delle auto mediante posizionamentodi barriere di cemento, in luogo dell’esistente ed inutile striscia gialla sull’asfalto. A sottolineare ulteriormente l’altissimo grado di pericolosità, segnaliamo che alcuni giorni fa , due signore residenti in via Montessori, che percorrevano, di sera e a piedi il tratto di strada di cui sopra, in direzione Giraffe, non sono state investite da una automobile per puro miracolo. Riteniamo che sia il caso di intervenire senza indugi.

Circolo Grugnotorto Legambiente

Circolo Grugnotorto di Legambiente (15 dicembre 2018): SOTTOPASSI DELLA RHO-MONZA A PADERNO DUGNANO. LA LUCE STA ARRIVANDO. E IL RESTO?

Circolo Grugnotorto di Legambiente (19 dicembre 2018): SCUSATE IL DISTURBO, MA DOBBIAMO INSISTERE!

Legambiente Nord Milano, assemblea open air in Comasina: lavorare insieme per l'ambiente

Ho partecipato stamattina all’assemblea pubblica all’aperto, svoltasi a Milano Comasina, sul tema “In nome del popolo inquinato”.

Hanno preso la parola i vari Circoli di Legambiente del Nord Milano, alcuni comitati ambientalisti e i Comuni di Cusano Milanino (Valeria Lesma), Novate Milanese (Daniela Maldini), Paderno Dugnano (Giovanni Giuranna), Cormano (Luigi Magistro) e Milano (Marco Granelli).

Di seguito il video del mio intervento:

Legambiente Lombardia (18 gennaio): Nord di Milano attanagliato da traffico congestionato, inquinamento, opere incompiute, scarsa sicurezza. Assemblea pubblica “in nome del popolo inquinato”

Il Notiziario (18 gennaio): Legambiente, assemblea in Comasina: “La Milano-Limbiate a rischio per Senago e Varedo”

Iskrae (18 gennaio): Legambiente scende in piazza nel quartiere Comasina…

Gazzetta di Milano (18 gennaio): Smog, l’assemblea pubblica di Legambiente

Giro dei Quartieri: oggi pomeriggio a Palazzolo

Pubblico questa foto per farvi vedere una cosa di cui molti potrebbero non accorgersi perché si trova in un’area interna, sulla ciclopedonale lungo Seveso a Palazzolo. Una parte del muro di cinta del Parco Borghetto è crollato… molti, molti anni fa e non è mai stato ripristinato dalla Giunta di centrodestra. Adesso, invece, è in costruzione.

Abbiamo fatto un giro in via Manzoni, dove il marciapiede lato scuola versa in situazione critica perché le radici dei tigli e una non attenta manutenzione lo hanno reso difficilmente percorribile per anziani e carrozzine.

Poi abbiamo proseguito il cammino su via Coti Zelati, salutando alcuni cittadini e scambiando opinioni su possibili interventi. Non tutto si può fare, naturalmente, per ragioni di bilancio. Soprattutto non tutto si può fare subito, ma con alcune attenzioni puntiamo a fare meglio di chi ci ha preceduto.

Non costruiremo case nei parchi (a proposito l’udienza del TAR sul caso RE3 si svolgerà il mese prossimo), non realizzeremo nulla di simile a Piazza Berlinguer (costosa e poco convincente)…

Grubria, Arturo Lanzani confermato Presidente del Plis

Di seguito il comunicato stampa unitario dei Comuni aderenti al nuovo Parco GruBria:

COMUNICATO STAMPA DEL 17/01/2020

Nominati gli organi di governo del nuovo Consorzio del “Parco Grugnotorto Villoresi e Brianza Centrale” (Grubria), dei 10 Comuni di Bovisio Masciago, Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Desio, Lissone, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano, Seregno e Varedo.

Nel corso della prima Assemblea Consortile del PLIS, che si è tenuta il 15 gennaio 2020, i rappresentanti dei Comuni consorziati, dopo aver nominato il Presidente e Vice Presidente dell’Assemblea Consortile nelle persone di Andrea Apostolo (Vice Sindaco del Comune di Nova Milanese) ed Enrico Zonca (Assessore del Comune di Cinisello Balsamo), hanno proposto ed eletto i 5 componenti del Consiglio di Amministrazione nelle persone di: Conte Paolo, Galli Maurizio, Lanzani Arturo, Stancanelli Giuseppe e Valentini Silvia.

Tra questi, come previsto dallo Statuto del Parco, è stato nominato il Presidente del Parco.

In un clima estremamente sereno e collaborativo, all’unanimità è stato nominato Arturo Lanzani, già Presidente del Parco Grugnotorto Villoresi.

Grande soddisfazione manifestata da tutti i presenti per la nascita del nuovo PLIS, ed in particolare dall’Assessore Claudio Vergani di Seregno per la maggiore tutela di un territorio tanto compromesso e delicato.

Obiettivo concorde, la “ricucitura” delle aree del Parco, tanto più importanti in quanto ultime aree libere in un territorio fra i più urbanizzati d’Europa.

Notiziario, errata corrige: Scuola De Marchi e Piazza Berlinguer

Ringrazio Il Notiziario per il consueto servizio informativo, ma sono necessarie due precisazioni.

Per la scuola De Marchi non c’è guasto alla caldaia, per cui nel fine settimana questa non verrà sostituita. Si è verificata una perdita nella tubazione nel tratto su cui a fine ottobre – inizio novembre c’è stato il precedente intervento. Per fortuna questa volta il tubo non presenta coibentazione in amianto per cui la riparazione è più semplice. Per approfondire l’intervento più ampio di sostituzione linee da realizzarsi dopo l’inverno vedi comunicato stampa.

Circa l’infiltrazione nel soffitto del parcheggio sotterraneo di piazza Berlinguer (nei punti di aggancio della pensilina soprastante) l’ufficio tecnico sta verificando le cause e valutando la situazione.

Scuola De Marchi, ancora un guasto: l’intervento del Comune

Rilancio il comunicato del Comune su guasto e intervento previsto alla scuola De Marchi:

🔴 COMUNICATO STAMPA
Riscaldamento scuola ‘De Marchi’, intervento per nuovo guasto. Il Comune ha già previsto la sostituzione definitiva dell’impianto‼️

📌 Paderno Dugnano (15 gennaio 2020). Venerdì pomeriggio (17 gennaio p.v) l’azienda incaricata dal Comune interverrà presso la scuola “De Marchi” per riparare un guasto all’impianto di riscaldamento dell’istituto che in questi giorni ha creato disagi alle classi dell’ultimo piano dell’ala sud. La riparazione richiederà necessariamente lo svuotamento totale e il relativo spegnimento dell’impianto stesso. Per cui, al fine di ridurre al minimo il disagio per tutta l’utenza scolastica e gli operatori, è stato condiviso con la Direzione Scolastica di eseguire le lavorazioni durante il week end per avere il riscaldamento funzionante già da lunedì 20 gennaio. In questi giorni, per proseguire l’attività didattica in ambienti più confortevoli, le classi interessate sono state ospitate in altri locali scolastici.
👉 “Questo nuovo guasto è simile a quello avvenuto a ottobre scorso e fortunatamente riguarda una porzione delle tubazioni non coibentate con materiali contenenti fibre di amianto. Ciò ci consente di poter intervenire tempestivamente su un impianto comunque ormai vetusto – commentano il Sindaco Ezio Casati e l’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Giuranna – Proprio domani (giovedì 16 gennaio p.v.) in Giunta sarà in approvazione il progetto di fattibilità per la bonifica dall’amianto di tutte le dorsali dell’impianto di riscaldamento della scuola “De Marchi” e la loro relativa e definitiva sostituzione. Un impegno che avevamo preso nei mesi scorsi e che intendiamo realizzare entro l’estate per garantire ai nostri studenti, a tutti gli operatori scolastici e alle famiglie, una ripresa del nuovo anno scolastico con un impianto nuovo, funzionante e senza amianto, come è giusto che sia”.
ℹ️ La Giunta darà, contestualmente, mandato agli uffici comunali di partecipare al bando ‘Edifici scolastici #amiantozero’ di Regione Lombardia per poter accedere al contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa che il Comune dovrà sostenere per il progetto, stimata per circa 130mila euro.
L’Amministrazione Comunale

Rifiuti e amianto in via Erba

Rilancio il comunicato del Comune su via Erba con una mia dichiarazione:

🔴 Nei prossimi giorni inizieranno gli interventi per inibire l’accesso all’area privata situata tra le vie Erba e De Nicola dove negli ultimi tempi è stato registrato un continuo e sempre più preoccupante abbandono di rifiuti.
Numerose sono state, negli ultimi tempi, le sollecitazioni degli Uffici Comunali nei confronti della proprietà per il ripristino dello stato dei luoghi. Dopo l’ultimo abbandono di rifiuti speciali contenenti amianto di settimana scorsa, a seguito di una segnalazione di cittadini è risultato determinante l’intervento dell’Ufficio Ambiente e della Polizia Locale 👮‍♂️👮‍♂️che hanno avviato le procedure per la messa in sicurezza delle aree. 🚧
La nuova società locataria dell’immobile, e quindi anche dell’area privata antistante, si è formalmente impegnata a predisporre una recinzione e ad avviare lo smaltimento dei rifiuti speciali seguendo modalità e tempistiche previste dal protocollo delle autorità sanitarie locali.🤝

“L’azione del Comune e la pronta disponibilità della ditta che è responsabile dell’area – ha dichiarato l’Assessore all’Ambiente Giovanni Giuranna – sono una buona notizia per la salute di tutti e per il decoro della città. Abbandonare rifiuti in strada è un reato, oltre che un segno di inciviltà. Scaricare rifiuti pericolosi è un attentato alla comunità, perché l’amianto uccide!”.

Parco GruBria: oggi prima assemblea consortile per la nomina del cda

Dopo la costituzione presso il notaio del nuovo Parco GruBria (19 dicembre) si svolge oggi la prima assemblea consortile. All’ordine del giorno la nomina del nuovo cda e del presidente del Parco.

I Comuni che fanno parte del nuovo consorzio GRUBRIA (Grugnotorto Villoresi e Brianza Centrale) sono 10: Bovisio Masciago, Cusano Milanino, Cinisello Balsamo, Desio, Lissone, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano, Seregno e Varedo.
La superficie del nuovo parco è 2.061,79 ettari, con un bacino di utenza di oltre 350.000 abitanti dei comuni consorziati. E’ tra i PLIS più grandi della Regione Lombardia e in particolare della Provincia di Monza e della Città Metropolitana di Milano.

Scarica la mappa del nuovo Parco GruBria