Parco dell’acqua, il punto sulla progettazione partecipata

Si è parlato del Parco dell’acqua ieri in Commissione Territorio e nell’incontro pubblico di restituzione ai cittadini a conclusione del percorso di co-progettazione.

Scarica il documento di sintesi con descrizione del percorso e orientamenti per la progettazione (pdf)

Di seguito le videoregistrazioni dei due appuntamenti:

Parco dell’acqua, conclusione del percorso partecipativo

La fase di ascolto e partecipazione sull’idea progettuale del Parco dell’Acqua a Calderara sta per concludersi.

Lunedì prossimo 19 aprile alle 18,30 l’argomento sarà all’ordine del giorno della Commissione Territorio e alle ore 21 si terrà una videoconferenza rivolta ai cittadini durante la quale saranno presentati gli elementi emersi e le valutazioni dell’ufficio tecnico e dell’Amministrazione Comunale.

Nel mese di maggio, come prevede la Convenzione, il tema sarà esaminato dal Consiglio Comunale.

Parchi aperti nel fine settimana: ordinanza revocata

Una notizia che fa piacere a tanti e che chiama a comportamenti responsabili. Riprendo l’avviso dai canali di informazione comunale.

Il Sindaco Ezio Casati ha revocato l’ordinanza con cui si disponeva la chisura dei parchi Lago Nord, Toti, Belloni e Borghetto nelle giornate festive e pre-festive.

“Rimane ancora forte la raccomandazione ai cittadini di non creare assembramenti e utilizzarli esclusivamente per le attività consentite dalle misure vigenti previste per il contenimento del rischio contagio – commenta il Sindaco Casati – L’allerta deve rimanere sempre alta per prenderci cura di noi stessi e degli altri”

Una nuova Casa dell’Acqua in arrivo a Palazzolo

E’ pubblicata all’albo pretorio la delibera di Giunta N.30/2021 con cui l’Amministrazione Comunale ha autorizzato l’installazione della terza Casa dell’acqua nella nostra città e precisamente a Palazzolo, in piazza Hiroshima.

Grazie a CAP, che gestisce il servizio idrico e lavora con la massima attenzione per mettere a nostra disposizione il bene prezioso dell’acqua.

Parco dell’acqua: si è conclusa positivamente la prima fase di confronto

Con la riunione di oggi si è chiusa la prima fase di ascolto per la co-progettazione del Parco dell’acqua di Calderara.

Dopo gli incontri, molto partecipati, che si sono svolti in videoconferenza per tre giovedì di seguito, stamattina si è tenuto l’incontro con vari enti territoriali (Regione, Città Metropolitana, Consorzio Ticino Villoresi, Parco GruBria, CAP…).

L’appuntamento non aveva carattere decisorio, ma mirava all’approfondimento delle varie questioni legate alla progettazione condivisa del Parco dell’acqua. In particolare, è stato affrontato il tema della metrotranvia Milano-Desio-Seregno (il progetto esecutivo è in fase di validazione) in relazione ai collegamenti/attraversamenti ciclopedonali.

Prosegue ora il lavoro dei progettisti chiamati a recepire gli spunti emersi.

Dopo Pasqua è previsto un appuntamento pubblico di restituzione per fare il punto sulle attività di progettazione e avviarsi alla fase finale del percorso.

Paderno Dugnano tra De Luca – Crozza e Sole 24 Ore

Una battuta del comico Crozza nei panni del governatore della Campania De Luca e un servizio del Sole 24 Ore portano la nostra città all’attenzione nazionale.

Lusinghiero il dato riferito a Paderno Dugnano dal Sole24Ore.it (23 febbraio): Mare, lago e hinterland attirano nuovi residenti nell’anno del Covid

Parco dell’acqua: stasera secondo appuntamento

Si parlerà di “servizi” stasera durante la seconda serata di co-progettazione del Parco dell’acqua di Calderara.

Che tipo di parco possiamo immaginare insieme? Quali funzioni, opportunità, modi di fruizione?

Se vuoi partecipare, manda un e-mail a a parcocalderara@comune.paderno-dugnano.mi.it per accreditarti e ricevere il link alla piattaforma.

Chiese vuote, nuovi usi

Dall’agenzia stampa SIR di oggi riprendo questo “lancio” che mi incuriosisce: Germania: Gothe (architetto), “il numero di chiese vuote o sottoutilizzate in Europa è maggiore di quanto si sappia”

Sul tema anche un articolo della testata digitale in-bo di qualche anno fa: Grabeskirche – La chiesa dei sepolcri: un nuovo modello per “cimiteri di quartiere”?

Vedi anche, sempre su in-bo: Chiese dismesse

Segnalo anche un convegno del 2019 al Monastero di Siloe (Grosseto): GLI ANTICHI EDIFICI DI CULTO, ESEMPI DI SOSTENIBILITÀ