31 maggio Finiguerra a Paderno: come fermare il consumo di suolo

Vi siete resi conto anche voi che sul consumo di suolo ci sono equivoci, malintesi e fraintendimenti che rendono impossibile il dialogo?

Tutti dicono di essere contro il consumo di suolo, ma ognuno lo intende a modo suo. Il caso più noto è la Legge regionale n.31 della Lombardia in base alla quale costruire oltre 50 appartamenti nel parco di Via Gorizia a Paderno non può essere considerato consumo di suolo… Tutto è perfetto sulla carta, ma nella realtà arrivano nuove colate di cemento.

La lista civica Insieme per cambiare invita a partecipare giovedì 31 maggio ad una serata di studio e approfondimento con Domenico Finiguerra, che è tra gli estensori della proposta di legge più avanzata in tema di consumo di suolo.

IXC: STOP CONSUMO DI SUOLO: incontro pubblico con Domenico Finiguerra

PD: in queste condizioni è impossibile parlare di ampliamento Carrefour

A seguito della conferenza stampa svoltasi ieri mattina pubblico volentieri il comunicato stampa del Partito Democratico:

Comunicato stampa – ampliamento Carrefour – Centro Commerciale Brianza

Come pensavamo l’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano, attraverso la maggioranza che la sostiene, si appresta ad approvare la variante urbanistica propedeutica all’ampliamento del Centro Commerciale Brianza.

Ne eravamo certi.

Noi vogliamo però esprimere una contrarietà di merito e di metodo all’operazione proposta, alla luce anche delle dichiarazioni rilasciate su La Calderina da parte del Sindaco Alparone. Abbiamo molto rispetto di tutti i protagonisti che operano sul nostro territorio e quindi anche del Centro Commerciale Brianza, abbiamo qualche riserva in più sul tipo di lavoro offerto e soprattutto sui nuovi contratti: ci piacerebbe che l’eventuale convenzione dicesse qualcosa anche di questo, visto che il Sindaco mette in campo una riflessione sui posti di lavoro.
Chiediamo però la massima trasparenza che, invece, non vediamo.

È vero che il passaggio preliminare è la variante urbanistica: quello che vogliamo vedere chiaramente è cosa succederà al Centro Commerciale ma soprattutto alla Città dopo la sua adozione.
Una riflessione di prospettiva è legata anche alla reale evoluzione del commercio che sicuramente coinvolge almeno tre categorie: il commercio tradizionale di vicinato, la grande distribuzione e quello che avanza a grandi passi, cioè l’e-commerce.

È chiaro che mancano luoghi di confronto oltre quello del Consiglio Comunale dove però dovrebbe giungere il risultato finale frutto di un dibattito della Città e non solo tra le forze politiche.
Una riflessione dovrebbe arrivare anche da come è stata approvata la variante RE3, ossia con soli 10 voti: di fatto, la NON maggioranza del Consiglio Comunale.

Quello che chiediamo è di dire subito che attività troveranno casa nel Centro Commerciale, se le stesse porteranno un arricchimento alla Città o solo alla parte proponente.
Si parla insistentemente di un nuovo multisala, ma è un’offerta che risponde alle esigenze della collettività o a questa domanda esistono già risposte tramite la multisala già presente e soprattutto lo spazio pubblico del Cinema Metropolis?

A quanto ammontano gli oneri ed eventuali extra oneri frutto della convenzione che si andrà a stipulare?

Quali sono le opere finanziate e quale è la vera prospettiva, noi ricordiamo solo un “pizzino” presentato in una delle prime commissioni territorio che elencava una serie di cose, cessioni di aree, palazzetti dello sport, passerelle (ma non c’è n’è già una?) parcheggi e altro.

Le associazioni che rappresentano i commercianti hanno presentato osservazioni, Il Sig. sindaco non può liquidare questa discussione solo con blande dichiarazioni su La Calderina, non si possono procedere senza un dibattito pubblico.

Assieme alla variante urbanistica vengano presentati tutti i documenti conseguenti ed allora sarà possibile fare un bilancio e prendere consapevolmente una decisione altrimenti la certezza è di una decisione che influisce sul futuro della città che non può essere amministrata soltanto facendo qualche asfaltatura, qualche rifacimento di marciapiedi e un po’ di strisce bianche.

La città vuole contribuire alla formazione delle decisioni altrimenti ci sorge il sospetto che non si faccia l’interesse collettivo ma solo di quelli che hanno più forza.

I Partiti sono un importante pezzo del dibattito democratico; quello che veramente manca è la condivisione con i cittadini.

Antonella Caniato
Capogruppo PD
Consiglio Comunale di Paderno Dugnano

Paola Cattin
Segretaria PD
Circolo di Paderno Dugnano

Grazie, Alparone

Grazie, Sindaco Alparone (che da domani non sarà più Sindaco in quanto il Consiglio Comunale lo dichiarerà definitivamente decaduto in quanto eletto in Consiglio Regionale)!

Grazie per la Delibera di Giunta N.227 del 22 dicembre 2016!!!

Quel cambio di destinazione d’uso “da deposito ad abitazione” è stato un vero regalo per la Parrocchia S.Maria Nascente, che ad oggi fatica a raccogliere i soldi per acquistare l’area.

Di seguito riporto l’avviso che si legge sul Passaparola (informatore della Comunità pastorale) di questa settimana.

Ecologia del paesaggio, ecologia urbana

Ricevo dal Circolo Casaletti (PRC / Potere al Popolo) il seguente invito:

Carissimi,

siamo lieti di invitarVi alla presentazione del libro “Dal paesaggio alla Civitas”di  Virginio Bettini ex parlamentare europeo nella lista dei Verdi Arcobaleno.

Oltre a Virginio Bettini sarà presente il sindaco di Pantigliate(Mi) Lista civica Società e Ambiente,famoso per aver rinunciato al suo compenso, devolvendolo per la ristrutturazione di scuole e asili, esempio di buona amministrazione,

Il libro Dal paesaggio alla civitas. Dall’ecologia del paesaggio alla pianificazione territoriale, affronta i temi dell’ecologia del paesaggio e dell’ecologia urbana in rapporto ai cambiamenti climatici e alla minaccia dell’energia nucleare. Entra nello specifico della metodologia di analisi del territorio grazie ai modelli bionomici e alla pianificazione ambientale con contributi di sull’analisi Fabrizio Cracolici, Alfonso Navarra e Laura Tussi  sul trattato ONU di New York per il disarmo nucleare totale.

Vi aspettiamo il 7 giugno ore 21.00 sede ex Quartiere di Cassina Amata-Paderno D.

Potere al Popolo- PRC A.Casaletti

RE3 e ampliamento Carrefour: le scelte discutibilissime di una Giunta al tramonto

 

Sul sito padernese di Legambiente è stato completato l’aggiornamento della vicenda RE3  e Carrefour con i documenti relativi.

Rimando in particolare all’articolo di sintesi: QUANTO CONTA LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI SECONDO L’ATTUALE GIUNTA – Osservazioni e controdeduzioni su RE3

A proposito dell’ampliamento Carrefour ricevo dal consigliere Efrem Maestri la segnalazione di questo contributo apparso ieri sul sito The Vision: La morte del centro commerciale

Il M5S esiste a Paderno Dugnano? Sembrerebbe di sì

Dopo le dimissioni dei due portavoce eletti in Consiglio Comunale Abbati e Cezza e la dispersione del gruppo di sostegno, sembrava che a Paderno Dugnano il Movimento 5 Stelle fosse scomparso… Nonostante ciò, alle ultime elezioni si è classificato come la prima forza politica in città. E da ieri fa nuovamente capolino sulla scena politica padernese attraverso il seguente documento che è stato protocollato sulla Variante RE3.

Al lavoro per una città più bella: 17 maggio

Dopo la triste approvazione della Variante RE3, con cui l’Amministrazione ha concesso un parco ad un costruttore privato, la lista civica Insieme per cambiare non si arrende. Anzi, rilancia: per il futuro immaginiamo una città più bella e più vivibile.

Giovedì 17 maggio vieni a Cassina Amata al secondo incontro del tavolo di lavoro su territorio, ambiente e mobilità