Varie: Magretti, spaccio, donazione sangue, aumenti TreNord, Milano-Meda

NordMilano24.it (2 ottobre): Paderno Dugnano ricorda Paolo Magretti, un naturalista su due ruote

NordMilano24.it (2 ottobre): Paderno Dugnano, giovane arrestato con l’accusa di detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio

ANCI Lombardia (2 ottobre): Protocollo d’intesa Anci Lombardia-Avis: insieme per sensibilizzare alla donazione. Hanno aderito al protocollo Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago, Solaro

Notiziario (30 settembre): Spariscono i “solo treno”: pendolari in rivolta contro gli aumenti ingiustificati di Trenord

Il Giorno (29 settembre): Cormano, la Milano-Meda priorità olimpica

Caldo record e pericolo piogge

Sono stati giorni infuocati in tutta Europa: temperature roventi che preoccupano. E a breve la pioggia (sperando che non porti danni per la violenza delle precipitazioni).

Il Notiziario (26 luglio): Arrivano i temporali, ma saranno violenti, codice arancione in tutta la Lombardia

Anche a Paderno Dugnano per difenderci dalle conseguenze del cambiamento climatico dobbiamo avere coraggio, mettendo in atto tutte le strategie di adattamento e tutela.

Ci sarà sempre qualcuno che dirà di non essere d’accordo. Che le cose importanti sono altre. Che qua e che là.

Dobbiamo aprire gli occhi: la questione climatica è un pericolo reale.

Consiglio, secondo tempo più mite. Approvata la Commissione Antimafia e Legalità

Il Consiglio Comunale (seconda serata) si è svolto con toni e modalità decisamente più moderati. E’ un particolare da apprezzare.

Sui contenuti naturalmente c’è ampia diversità di vedute. A mio parere la distanza tra i due schieramenti è aumentata rispetto agli ultimi cinque anni. O meglio: la Lega ha scelto di “salvinizzarsi” e quindi si compiace di mostrare un profilo che trovo inaccettabile; da parte di Forza Italia e delle due liste Ghioni c’è invece un approccio diverso (è forse questo che genera la spaccatura difficilmente sanabile tra le due opposizioni).

Tra i vari punti all’ordine del giorno la definizione e la composizione delle commissioni consiliari. Sono state confermate tre commissioni: Economia, Territorio, Servizi. Si è soltanto modificato il nome della quarta da “Commissione Legalità” a “Antimafia e Legalità” (con fortissime resistenze da parte delle forze di minoranza che puntavano a eliminare il termine antimafia e a esplicitare invece il tema della sicurezza).

Io invece sono proprio soddisfatto.

Come ha dichiarato in aula il capogruppo Walter Tiano di Insieme per cambiare: ascolta il suo breve ma efficace intervento.

La Giunta

Sto tornando a casa dopo una giornata intensa tra impegni scolastici (esami di terza media), corsa alle 14 a Paderno Dugnano per firmare l’accettazione delle deleghe con gli altri assessori, poi di nuovo esami e ora in gran fretta dall’arcivescovo a Cinisello

Sul Notiziario si può leggere il quadro degli assessorati: Paderno, i nuovi assessori e la giunta nominati dal sindaco Ezio Casati

Vedi anche sul sito del Comune.

Comincia un nuovo percorso e avrò bisogno dell’impegno di tutti. Grazie!

AT3 S2: un “controsenso”…

Il capannone di cemento in costruzione davanti alla chiesetta del Pilastrello è una scelta insensata da vari punti di vista. Una delle scelte sbagliate dell’Amministrazione Alparone-Bogani!

Legambiente Circolo Grugnotorto - Paderno Dugnano

Il Piano di Governo del Territorio vigente del nostro Comune definisce come Ambito di Trasformazione n.3 il recupero dell’area dismessa ex Metalli Preziosi, come indicato nella figura seguente. Il “buonsenso” immagina che un progetto di trasformazione di questo ambito preveda la demolizione della struttura fatiscente, la bonifica dei terreni, il riciclaggio dei materiali demoliti e la ricostruzione di una nuova struttura produttiva che riduca l’impatto ambientale e aumenti in modo consistente il suolo libero.

AT3 S2

Pochi mesi dopo l’approvazione del PGT (2014) viene adottata dall’Amministrazione Comunale una proposta di Piano attuativo che prevede la suddivisione dell’AT3 in due sub ambiti :

AT3 S1 : riguarda l’area industriale dismessa

AT3 S2 : prevede la realizzazione di un nuovo capannone industriale sul suolo libero del comparto AT3 che confina con il muraglione della Rho-Monza e la struttura fatiscente della ex Metalli Preziosi, come indicato nel seguente disegno:

1di2

I lavori per la realizzazione di…

View original post 118 altre parole

PREMIO SPECIALE A INFRASTRUTTURA VERDE ALLA TRIENNALE DI MILANO 2019

Un premio prestigioso e meritatissimo!

Infrastruttura verde

Giornata conclusiva oggi di CITY-BRAND & TOURISM LANDSCAPE alla Triennale di Milano, il convegno internazionale che ha posto l’accento sulle importanti funzioni di interesse generale che il paesaggio svolge oggi sul piano culturale, ecologico e ambientale e come esso rappresenti l’innesco virtuoso di un processo trasformativo che, nel rispetto della biodiversità e dell’identità dei luoghi offre alla società contemporanea un formidabile motore di sviluppo.

Si respirava aria fresca oggi nel Salone d’onore della Triennale e non era il fresco dell’impianto di condizionamento. Sarebbe un luogo, questo ed altri di questa natura, che andrebbero frequentati più spesso dagli amministratori pubblici delle nostre città.

Il progetto integrativo di mitigazioni ambientali INFRASTRUTTURA VERDE  connesso alla realizzazione dell’autostrada conosciuta come Rho Monza, fortemente voluto dai cittadini del CCIRM, ha ricevuto oggi, alla conclusione dei lavori, il premio speciale CITY LANDSCAPE nella sezione “Riqualificazione paesaggistica dei territori di frangia”.

Un altro riconoscimento della qualità, della…

View original post 56 altre parole

Don Giampiero, il ricordo di Efrem Maestri

Efrem Maestri, già consigliere comunale PD e vicepresidente del Consiglio Comunale, ricorda così su Facebook don Giampiero Borsani:

Quando scrivevo per un giornale locale, Città 2000, conobbi un simpatico sacerdote di origini bustesi di cui tanti, anche non della sua parrocchia, parlavano strabene.

Lui era una sorta di “mito” e mi ha sempre colpito il fatto che anche i non credenti parlassero bene di lui: “non è un parroco di sacrestia! Quello è uno vicino alle persone, ai poveri, ai lavoratori. Ha costruito un quartiere anche con noi”.

Alcuni credenti mi dicevano “fa le prediche corte, forse troppo corte. Ma scalda il cuore: io con lui capisco cosa dice il Vangelo, con altri no”.

Quel simpatico prete arrivato nei primi anni ’60 come semplice coadiutore del parroco di Paderno – “mi mandò qui il cardinal Montini. Tu sai chi era il cardinal Montini?”, mi disse – che si occupava della zona di Calderara è divenuto il primo parroco di Calderara (e si può dire anche l’ultimo: ora ci sono le comunità pastorali che al don Giampiero non è che piacessero molto).

Parlando con lui, che mi raccontò di come nacque dal niente la parrocchia, l’oratorio e l’Acli, capii il senso delle parole “ha costruito un quartiere anche con noi”, inteso come la realizzazione un senso di appartenenza ad una comunità, quella di Calderara.

Dal Comune di Paderno Dugnano, infatti, ricevette due Calderine (l’onorificenza assegnata a coloro che si distinguono per spirito di servizio a favore della comunità): una d’argento e una d’oro.

Mancherà a tanti, anche ai non calderaresi. Ciao don Giampiero!