Varie: camion sfonda passaggio a livello, estate padernese, Rho-Monza, scuole sicure

Il Cittadino (1 luglio): Paderno: camion abbatte le sbarre del passaggio a livello di Palazzolo, traffico ferroviario rallentato

La Milano (1 luglio): Milano, l’estate di Paderno Dugnano si anima di musica dal 18 luglio all’8 agosto

NordMilano24.it (1 luglio): Cormano, via La Cava: nuovo tavolo per la riapertura

Il Gazzettino Metropolitano (1 luglio): Paderno, approvato il progetto Scuole Sicure: «Un investimento per la sicurezza in città»

Passaggio a livello: il punto di vista del Comitato per Palazzolo

Pubblico di seguito il comunicato del Comitato che si è costituito contro la decisione di Ferrovie Nord di chiudere il passaggio a livello di Palazzolo:

COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO PER PALAZZOLO MILANESE

La notizia dell’apertura di un tavolo di confronto su un problema che riguarda la nostra città, ovvero la chiusura del passaggio a livello di Palazzolo Milanese, è un primo importante risultato raggiunto.

La sospensione dei termini per la chiusura e la messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale sono i temi prioritari affrontati nell’incontro odierno e sono anche il frutto del nostro incontro con l’Amministrazione Comunale .

Rimaniamo in attesa di trovare riscontro formale e concreto, da parte di Ferrovie Nord, che ha annunciato il ritiro della richiesta al Comune di adottare un’ordinanza di chiusura del passaggio a livello entro il prossimo 22 giugno.

Un primo importante passo sembra essere stato ottenuto quindi e per questo desideriamo ringraziare l’Amministrazione Comunale che ha sostenuto il nostro impegno e l’iniziativa, condividendola.

Riteniamo però che la discussione e il confronto debbano ancora iniziare;
vogliamo vengano presi in considerazione tutti gli aspetti territoriali connessi all’attraversamento del passaggio a livello per non tagliare in due Palazzolo Milanese, assolutamente per metterlo rapidamente in sicurezza ma anche per progettare e definire una riqualificazione più completa dell’area, sotto diversi punti di vista.

Rimandare o risolvere ? Questa è la domanda che abbiamo posto all’Amministrazione Comunale in occasione dell’incontro avuto il giorno 08/06/20. La nostra posizione non è cambiata, ne ieri ne oggi, nonostante l’apertura di un tavolo di confronto.

Sarà un percorso lungo, complesso, anche complicato ma che è necessario ed indispensabile affrontare, perchè si lega a progetti futuri che interessano la nostra comunità.

Il ruolo ed il compito del Comitato è molto chiaro; affiancare l’Amministrazione Comunale nella definizione di una progettazione più ampia, completa e definitiva di riqualificazione dell’area, senza rimandare il problema nel tempo, senza archiviarlo per il momento, senza pensare a chi toccherà, … con un obiettivo condiviso quindi e di ampio respiro.

Perchè il problema sicurezza del passaggio a livello è più ampio rispetto al semplice attraversamento pedonale. Già diversi anni addietro fu richiesto di metterlo in sicurezza da parte dell’Associazione Genitori; perchè il tema sicurezza riguarda anche vie adiacenti e vicine a quella zona attualmente rese pericolose ed insicure, oltre che poco vivibili.

E sono solo alcuni esempi fra tanti.

Non ci interessa rinviare il problema al futuro; siamo interessati ad intraprendere il percorso migliore per risolvere il problema definitivamente, sotto tutti i punti di vista.

Auspichiamo un nuovo incontro con il Sindaco, per dare concretamente inizio a tutto questo.

Comitato per Palazzolo Milanese

Parco Lago Nord: un po’ di attenzione ❤️ per il bagolaro spaccasassi

Piattaforma ecologica: ripristinato il controllo del peso (interrotto dal 2018)

Lavoriamo insieme per monitorare adeguatamente la raccolta dei rifiuti sul nostro territorio.

Di seguito un articolo apparso sul Giorno Metropoli di ieri:

Dalla pagina facebook del Comune:

Raccolta rifiuti, accesso controllato in piattaforma ecologica

Nei giorni scorsi sono stati ultimati i lavori per l’attivazione di un sistema di pesatura automatizzato presso il Centro Raccolta Rifiuti di via Parma. Non cambiano le modalità e gli orari di accesso per tutti gli utenti, ma adesso verrà registrato il ‘peso’ del veicolo impiegato in ingresso e in uscita in modo da dedurre il quantitativo dei rifiuti conferiti. Un intervento necessario per aumentare il livello di controllo sugli accessi in piattaforma ecologica e per individuare eventuali usi non corretti del servizio, le cui spese (smaltimento e gestione dei rifiuti) ricadrebbero su tutta la collettività.
Come riferito dall’Assessore all’Ambiente Giovanni Giuranna durante il Consiglio Comunale del 30 aprile scorso, con il passaggio al nuovo appalto di igiene urbana, nel 2018, è stato di fatto interrotto il controllo sulle pesature. “Adesso – spiega l’Assessore – l’Amministrazione Comunale ha ripristinato le sbarre, la pesatura automatizzata e la trasmissione dei dati agli uffici comunali, perché il monitoraggio puntuale delle quantità di rifiuti è uno strumento indispensabile per evitare abusi e conferimenti impropri. È interesse di tutti i padernesi contenere i costi della TARI, impedendo comportamenti fuori norma. Lo ribadisco con forza: a Paderno Dugnano i controlli in piattaforma ecologica sono aumentati! Ringrazio Econord e Amsa per la collaborazione, come pure l’ufficio Ambiente e Igiene Urbana del Comune”.

Festa della Repubblica, festa della Costituzione

Da oggi – 2 giugno, Festa della Repubblica – sul sito della Corte Costituzionale prende il via un’iniziativa che segnalo volentieri: La Libreria dei Podcast della Corte costituzionale

Primo intervento di Marta Cartabia, Presidente della Consulta: La Costituzione e la Repubblica

Musiche: Franz Joseph Haydn, Symphony No. 94 in G Major, Hob.I:94 – “Surprise”,F. Brüggen & Orchestra of the 18th Century (Universal); George Frideric Handel, Il trionfo del Tempo e del Disinganno, HWV 46a, sonata iniziale, M. Minkowski & Les Musiciens du Louvre (Warner Music Italia).

Aggiornamento coronavirus: 176 casi, 24 deceduti

Dal Comune:

🔴Emergenza Coronavirus: aggiornamento dati
👉Dall’incrocio dei dati della piattaforma ATS e dalle verifiche effettuate, a oggi sono 176 (5 in più rispetto a ieri) i casi accertati di contagio da Coronavirus di cittadini che vivono a Paderno Dugnano. Di questi risultano 24 deceduti (2 in più rispetto a ieri), 54 ricoverati, 69 curati presso il proprio domicilio (2 in più rispetto a ieri) e 29 dimessi dagli ospedali dopo un periodo di ricovero (1 in più rispetto a ieri).
➡️”Anche oggi esprimiamo vicinanza alle famiglie di due concittadini deceduti a causa delle complicazioni del virus – aggiunge il Sindaco Ezio Casati – Stanno aumentando i controlli dei casi sospetti e le verifiche grazie ai tamponi, man mano che vengono pubblicati in piattaforma dall’ATS, ci danno un quadro più attendibile sul contagio ma soprattutto di individuare i soggetti da sottoporre a isolamento. Ma ciò che più mi preoccupa però continua ad essere un atteggiamento non responsabile di molti che soprattutto negli ultimi giorni stanno violando il dovere di rimanere a casa e uscire solo per necessità. Le giornate di sole non devono essere una tentazione irresistibile, evitate assembramenti anche nei cortili e nei parchi condominiali, evitate incontri e quindi occasioni di contagio. Non avremo mai la possibilità di controllare tutto, tutti e a qualsiasi ora: rimanete a casa e se notate situazioni anomale avvisate le Forze dell’Ordine. Stiamo facendo tutti enormi sacrifici ma basta poco per vanificarli ‼️🙏”
ℹ️ Per info e notizie utili, qui http://www.comune.paderno-dugnano.mi.it/comunicati/pagina2098.html

Mortalità a #PadernoDugnano: covid e analisi dei dati

Dal Comune:

🔴Emergenza Coronavirus: aggiornamento dati
👉Dall’incrocio dei dati della piattaforma ATS e dalle verifiche effettuate, a oggi sono 138 (6 in più rispetto a ieri) i casi accertati di contagio da Coronavirus di cittadini che vivono a Paderno .
Dugnano. Di questi 19 sono deceduti, 53 (9 in meno rispetto a ieri) risultano ricoverati e 66 sono presso il proprio domicilio (tra questi anche quelli dimessi dall’ospedale dopo un periodo di ricovero, rispetto a ieri sono 15 in più).
🆕”I grafici che pubblichiamo sono relativi ai decessi registrati nei primi trimestri del triennio 2018–2020. Quello in corso è il trimestre con un numero di decessi minore perchè gennaio 2018 e febbraio 2019 sono stati i mesi con più alta incidenza di mortalità. Sul dato invece di marzo, rispetto allo stesso mese dei due anni precedenti, incidono purtroppo i 19 decessi dei nostri concittadini per le conseguenze del virus – commenta il Sindaco Ezio Casati – In generale, rispetto ai dati di ieri abbiamo riscontrato che c’è stato un incremento di dimissioni dagli ospedali dove i nostri concittadini sono in cura. Ciò vuol dire che stanno meglio e questa è una notizia che fa bene al morale della nostra comunità ma che certamente non deve tradursi in un abbassamento della guardia. Il nostro dovere rimane quello di non uscire se non per vere e indispensabili necessità. Dobbiamo tutti prendere consapevolezza di un rischio che ancora c’è, che è alto e che dobbiamo essere capaci di tenere fuori dalle nostre case, da noi stessi, dalle nostre famiglie”. ‼️🙏

Di seguito i grafici pubblicati dal Comune (la sigla PD indica Paderno Dugnano).