Cattolici padernesi: priorità e scelte per il futuro

Nei giorni scorsi ho pubblicato una riflessione rivolta ai cattolici della nostra città. Riprendo l’argomento, segnalando un paio di spunti che mi sembrano di particolare attualità.

Il primo stimolo viene dai Gesuiti.

Aggiornamenti Sociali (19 febbraio): Padre Sosa annuncia le priorità dei gesuiti per i prossimi anni

La Stampa – Vatican Insider (19 febbraio): Gesuiti, Papa Francesco approva le quattro “Preferenze apostoliche universali”

Il secondo spunto viene dai professori di Scienze Religiose toscani:

La parola cresceva (19 febbraio): Una lettera sulla responsabilità politica

Bitumati 2000: raccolta firme per la V.I.A.

Segnalo un problema ambientale da Cassina Nuova, Bollate, al confine con Paderno Dugnano.

LEGAMBIENTE - CIRCOLO DI BOLLATE

Anche il Circolo bollatese di Legambiente aderisce alla raccolta firme promossa dagli attivisti di “Federazione della Sinistra” e dal gruppo consiliare “Per Un’altra Bollate”, di cui si riporta in questo articolo de “Il Giorno”
Scopo della raccolta é chiedere che si proceda ad avviare la V. I. A. ( https://www.tuttoambiente.it/commenti-premium/cose-la-valutazione-impatto-ambientale-via/ ).
I membri del direttivo del Circolo Legambiente Bollate ( ritratti in foto , al centro, tra i 2 rilevatori di firme del banchetto presente ieri a Cassina Nuova) invitano i cittadini bollatesi e i soci del Circolo ad aderire alla raccolta firme che si protrarrà anche in prossime date.
Per informazioni ed aggiornamenti seguite questo gruppo Facebook
Per gli approfondimenti:
bitumatia3.pdf
190212a_a5_aumentbitum2.pdf

View original post

Lavoro, problemi Carrefour

Sul sito de La RepubblicaEconomia & Finanza si legge un riferimento al Carrefour padernese in un quadro di esuberi che preoccupa non poco: Carrefour Italia, nel piano al 2022 ci sono 590 esuberi

Comunicato Filcams CGIL:

Carrefour, ancora una dichiarazione di esuberi. Gravi per la Filcams le determinazioni aziendali e l’ennesima messa in discussione dell’occupazione.

Dopo le due procedure di licenziamento collettivo avviate nel 2017 che hanno coinvolto più di 600 lavoratori, nel corso dell’incontro di oggi alla presenza dell’Amministratore Delegato, Carrefour ha dichiarato ulteriori 590 esuberi FTE, di cui 440 rispetto al canale ipermercati e 150 sulla sede e la necessità di avviare, conseguentemente, altre 2 procedure.
In considerazione della difficile situazione in cui continua a versare l’impresa, è stata inoltre avanzata la richiesta, dalla multinazionale francese di applicare il Protocollo per la gestione di gravi crisi aziendali di recente definito dal CCNL della Distribuzione Moderna Organizzata e procedere alla rinegoziazione del Contratto Integrativo Aziendale.
Fortemente critiche le prime valutazioni della Filcams a fronte dell’ennesima messa in discussione dell’occupazione da parte di Carrefour, dopo anni di sacrifici per i lavoratori.
Ribadita indisponibilità a prevedere deroghe o sospensioni in ordine ad istituti della Contrattazione Nazionale, la Filcams ha richiesto all’azienda di non procedere all’apertura di procedure di licenziamento collettivo e di avviare un confronto per discutere nel merito delle problematiche poste, definendo soluzioni di carattere organizzativo a tutela dell’occupazione.
#siamodovesei #filcamscollettiva

Tutti parlano del Di Maio nazionale (M5S), ma quello padernese che cosa fa?

L’assessore Giovanni Di Maio che cosa fa? Persone informate lo descrivono impegnato da tempo a ricostruire la sua lista dopo le disavventure del passato (quando i “traditori” – così li chiama – gli hanno fatto perdere la rappresentanza in Consiglio Comunale).

Che cosa sta facendo in vista del 26 maggio?

Probabilmente sta valutando le forze in campo per capire chi vince.

Piantumazione in memoria dei Caduti – terza fase

Continua l’opera di piantumazione, realizzata da Legambiente.

Legambiente Circolo Grugnotorto - Paderno Dugnano

Prima dell’arrivo dei giorni della merla, si è conclusa la terza fase di piantumazioni di alberi in memoria dei caduti e dispersi Padernesi della Grande Guerra.

Sono stati messi a dimora  10 noccioli  e 17 aceri campestri in un terreno che l’Amministrazione Comunale ha messo a disposizione in via Argentina, nelle vicinanze dell’incrocio con la Comasina.

Con questo intervento integrativo, l’area interessata ha ora una consistenza arborea di tutto rispetto. Un’iniziativa apprezzata dai residenti locali, alcuni dei quali, hanno dato la loro disponibilità ad assistere le piante nel prossimo periodo vegetativo, con le necessarie irrigazioni.

View original post

Tensioni nella Lega: il consigliere Biraghi si dimette

Nuovo sviluppo nello scontro interno alla Lega padernese.

Prima ci sono state le infiltrazioni di esponenti di area Forza Italia.

Ultimamente abbiamo assistito ad una sorta di hackeraggio (la sezione locale della Lega è stata “svuotata” ed è passata sotto il controllo di altri, che si preparano a usarla per i propri obiettivi)…

Stamattina un nuovo episodio: il consigliere Gianantonio Biraghi ha presentato le dimissioni.

Ma la Lega di #PadernoDugnano ha subito una mutazione genetica?

Su impulso della segreteria nazionale la Lega di Paderno Dugnano sabato e domenica “ha promosso una GAZEBATA per sostenere Matteo Salvini”. Così, testualmente, si legge sulla loro pagina facebook.

Alcuni amici di Palazzolo mi hanno descritto una scena surreale.

Piazza Addolorata, stamattina: una piccola folla di militanti ha animato il banchetto, esibendo l’icona su sfondo blu “Salvini non mollare”. Tra i neoleghisti, o supposti tali, sono stati avvistati molti transfughi, corpi estranei o neoiscritti la cui storia è segnata da plurimi cambi di casacca.

Perfino il consigliere regionale Alparone si è unito al gruppo per cantare il peana in onore di Salvini (non ditemi che in futuro lo vedremo salire opportunisticamente sul Carroccio…).

E con Alparone stamattina tanti ex di Forza Italia e addirittura il segretario cittadino del partito e, suo figlio, il presidente del Consiglio Comunale… E il predecessore, Nunzio Papaleo, esponente storico di Forza Italia che nei mesi scorsi è passato alla Lega (pare che sia stato respinto dalla sezione cittadina ma ora riappare nella nuova Lega che sta prendendo forma).

Il nuovo che avanza, viene da dire!

In realtà, la Lega che ha organizzato oggi il gazebo a Palazzolo pare essere un organismo geneticamente modificato (con il benestare complice di Via Bellerio).

Se fossi un leghista di antica fede padana, proverei un forte imbarazzo. Per non dire di più

Torta che parla: la scelta migliore è votare

Si è svolta ieri sera la cena di autofinanziamento della lista civica più vivace e creativa di Paderno Dugnano.

Oltre cento i partecipanti, menù strepitoso, torta (preparata in casa) emozionante per gli occhi e ottima per il palato…

Se penso alle tante persone che hanno lavorato gratuitamente per ore per poter realizzare questo bel momento di socializzazione e impegno, credo di poter dire senza essere smentito che nella nostra città non ci sia un altro gruppo politico paragonabile a Insieme per cambiare.

Brave e bravi tutte/i!!!

E questo è solo l’inizio: in campagna elettorale daremo il meglio di noi per convincervi che…

la scelta migliore è votare
per
Insieme per cambiare

🙂

Palazzolo, Tonello soddisfatto per la mega-vasca di laminazione. A Senago cambia il progetto?

Sul tema vasche di laminazione per contenere le esondazioni del Seveso oggi sul Giorno si può leggere un articolo da cui traspare la soddisfazione dell’Assessore Andrea Tonello per la futura vasca di Palazzolo-Varedo (ex Snia) che sarebbe la più grande di tutte le vasche previste. Faccio rilevare che l’Assessore si esprime a mezzo stampa, ma non ha dato ancora nessuna informazione ai consiglieri comunali.

Intanto il consigliere regionale Massimo De Rosa (M5S) informa: Senago cambia il progetto vasche: “Vogliamo chiarezza e un progetto condiviso”.

ASILO – Dall’Isola al mondo (25 gennaio): Vasche, la nostra PROPOSTA per il SEVESO