Consiglio Comunale: l’Amministrazione va nella direzione giusta

Il Consiglio Comunale di ieri sera sarà ricordato per la sua conclusione in tempi sorprendentemente brevi (iniziato alle ore 19 e terminato alle 22,12!) e, soprattutto, per le decisioni di grande rilievo che l’Amministrazione Comunale sta prendendo.

Di seguito il commento a caldo del Sindaco Ezio Casati, visibilmente soddisfatto dell’ampia condivisione ottenuta in aula.

Sulle scelte principali non c’è stata l’unanimità, ma non si sono registrati voti contrari. Segno che la strada intrapresa dall’Amministrazione Comunale è quella giusta.

Varie: numeri del contagio, ladro di bicicletta

Notiziario (22 novembre): Covid, i numeri del contagio: Bollate, Paderno Dugnano, Saronno e Limbiate

Dalla pagina fb del Comune:

Emergenza Coronavirus
Nell’ultima settimana la crescita dei contagi da Covid19 è rimasta costante anche nella nostra città.
Dai dati visibili ai Sindaci sul portale ATS in continuo aggiornamento, i casi attualmente positivi con relativa anagrafica, a Paderno Dugnano sono 933 di cui 46 ricoverati presso strutture ospedaliere. Purtroppo, dall’ultimo aggiornamento, sono stati registrati ulteriori 6 decessi di nostri concittadini con positività al Covid19 (di questi 4 over 80 e 2 over 70). 376 sono i nostri concittadini guariti nell’ultima settimana.
Si raccomanda lo scrupoloso rispetto delle misure in vigore per il contenimento del rischio contagio, indossare sempre la mascherina fuori dall’ambiente domestico e mantenere il distanziamento in ogni circostanza

Notiziario (20 novembre): Paderno, ruba la bici a un pensionato dal medico: 16enne di Cinisello denunciato

Cittadino (22 novembre): Paderno Dugnano: minorenne ruba una bici fuori dall’ambulatorio, identificato e denunciato

“Finalmente in ospedale!” Il messaggio di Silvana Carcano

Una riflessione preziosa per tutti. L’ha pubblicata stamattina Silvana Carcano sulla sua pagina Facebook.

Mai avrei pensato di arrivare a dire: «Finalmente sono in ospedale!».
Mai!
Eppure oggi lo dico.

Sì, perchè da quando nel 2019 mi è stata diagnosticata questa sindrome che conduce, tra le altre cose, anche alla dissezione delle coronarie (come è successo a me), sono stata sotto continuo controllo.
Ma da marzo tutto si è fermato.
I controlli di marzo sono slittati ad aprile.
Poi a maggio.
Poi a giugno.
Poi a luglio.
Poi a novembre.
Eppure non si muore di solo Covid.
Tutti gli altri pazienti avrebbero il diritto di continuare ad essere curati.

Ed è per questo che mi fanno rabbia quelli che continuano a giocare con la vita degli altri. Chi dice «Non ce n’è covviddi» non è solo contro chi ha il Covid, è anche contro a tutte quelle persone che vorrebbero essere curate normalmente e che invece si vedono scivolare via le loro cure essenziali.

L’empatia è l’aspetto umano che più mi commuove e mi meraviglia. Al tempo stesso, l’assenza di empatia mi spaventa, disumanizza una persona che diventa simile a una macchina.
Ma attenzione, la vita presenta sempre il conto: chi ride delle malattie altrui, non dovrebbe farlo a cuor leggero perchè ci sono poche certezze nella vita di tutti noi.
E due sono indiscutibili: che siamo fragili e mortali.

Sta a ognuno di noi decidere se essere delle macchine o degli umani…

Silvana Carcano

#Covid #PadernoDugnano: in una settimana da 400 a quasi 700 contagiati, 30 ricoverati

E’ stato pubblicato sul canale YouTube del Comune l’aggiornamento sulla situazione coronavirus nella nostra città.

Dalla pagina fb del Comune:

Emergenza Coronavirus
📍Anche nell’ultima settimana abbiamo registrato una costante crescita dei contagi da Covid19 in tutta l’area metropolitana di Milano, compresa la nostra città.
➡️ Dai dati visibili ai Sindaci sul portale ATS in continuo aggiornamento, i casi attualmente positivi con relativa anagrafica, a Paderno Dugnano sono 687 di cui 30 ricoverati presso strutture ospedaliere.

Stefano Mora: contro il covid occorre agire velocemente

Un paio di giorni fa ho ricevuto sul blog il seguente commento del nostro concittadino Stefano Mora (medico endocrinologia pediatrica dell’Ospedale San Raffaele).

La lettura di queste considerazioni in tempo di emergenza covid mi sembra utile per tutti.

Caro Giovanni,
i numeri della infezione sono sempre più allarmanti. La situazione negli ospedali è molto seria, e stiamo velocemente arrivando a saturazione. Non solo aumentano i ricoveri per COVID-19, ma diminuiscono drasticamente i servizi per tutte le altre patologie. Chi ne fa le spese di questa situazione non è solo chi sia ammala di COVID-19, ma anche coloro che sono portatori di patologie croniche o che necessitano di monitoraggi (visite, esami) frequenti, e che vedono continuamente ristrette le possibilità di cura.
Anche nella nostra città i numeri sono molto alti, come sottolineato dal Sindaco. Ma cosa fare?
Il discorso del Sindaco mi è parso monco e timido. In queste situazioni, il tempo è fondamentale. Bisogna agire velocemente. In primavera questo è stato fatto. Adesso purtroppo no. Si fanno piccoli passi. Si aspetta per vedere i risultati. Così purtroppo non ci saranno.
Capisco che misure più drastiche siano impopolari. Ma la salvaguardia delle persone dovrebbe venire prima di considerazioni di tipo economico. Per questo ti suggerisco la lettura di un commento apparso sull’ultimo numero di Lancet, prestigiosissima rivista scientifica (https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)32262-5/fulltext).

Stefano Mora

#Covid #PadernoDugnano: videomessaggio del sindaco

Dal Comune:

🔺️ Emergenza Coronavirus

📍Anche nell’ultima settimana abbiamo registrato una costante crescita dei contagi da Covid19 in tutta l’area metropolitana di Milano, compresa la nostra città.
➡️ Dai dati visibili ai Sindaci sul portale ATS in continuo aggiornamento, i casi attualmente positivi con relativa anagrafica, a Paderno Dugnano sono 418 di cui 21 ricoverati presso strutture ospedaliere.
👉 Qui il videomessaggio del Sindaco Ezio Casati

Castello, milf e covid: che cosa ne pensate?

In tempo di emergenza sanitaria occorre avere la massima attenzione a contenere il contagio. Ne va della salute di tanti.

La lettura di questa notizia solleva in me qualche perplessità.

Non tanto per l’argomento moderatamente piccante, quanto per il messaggio che viene trasmesso.

CorriereAltoMilanese.com (28 ottobre): LA MILF D’ITALIA SFIDA IL COVID E SFILA IN SICUREZZA AL “THE MILAN CASTLE” DI PADERNO DUGNANO

Quanta CO2 respiriamo indossando la mascherina?

Siamo tutti invitati a indossare la mascherina coprendo bocca e naso. Ma quanta anidride carbonica respiriamo in questo modo?

L’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (Appa) di Bolzano ha effettuato uno studio scientifico che ci dà notizie rassicuranti. Resta importante arieggiare frequentemente i locali.

Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (23 ottobre): Mascherine e qualità dell’aria: uno studio di Appa Bolzano

Scarica il documento (pdf)

Vedi anche un altro studio su Repubblica.it di oggi: Coronavirus, perché tenere le finestre aperte è molto efficace