Calderara chiama

Nei giorni scorsi ho incontrato una decina di residenti a Calderara. Mi hanno presentato alcune questioni: serve un collegamento ciclopedonale in sicurezza che unisca il quartiere est della città, come pure una connessione di mobilità lenta con Cusano, lungo la via Erba.

Del progetto metrotranvia Milano-Desio-Seregno gl abitanti di Calderara non sanno nulla, per cui serve un momento informativo che presenti la situazione aggiornata ad oggi. Verso questo progetto c’è ampia disillusione : “Se ne parla da 40 anni e non c’è ancora niente…”, mi dice uno di loro. “Prima avevamo un vecchio tram che funzionava, poi ci hanno tolto anche quello!”.

Mi hanno parlato poi del Carcatrà che deve essere recuperato, aprendolo non solo ai bambini/ ragazzi ma anche ad altre fasce d’età per favorire una rinascita del parco da un punto di vista sociale, soprattutto in primavera – estate.

E hanno aggiunto varie altre cose che non vanno…

È emerso un diffuso senso di abbandono: “Verso Calderara c’è stato poco interesse da parte dell’Amministrazione Comunale. Speriamo che adesso cambi qualcosa…”.

Ho apprezzato molto questo incontro, che evidenzia un grande bisogno di partecipazione.

Al riguardo, occorre riaprire al più presto la sala di quartiere di via Armstrong che la precedente Giunta ha lasciato andare in malora. Non è un bene da dismettere, ma da restituire alla città!

Giro dei Quartieri: oggi pomeriggio a Palazzolo

Pubblico questa foto per farvi vedere una cosa di cui molti potrebbero non accorgersi perché si trova in un’area interna, sulla ciclopedonale lungo Seveso a Palazzolo. Una parte del muro di cinta del Parco Borghetto è crollato… molti, molti anni fa e non è mai stato ripristinato dalla Giunta di centrodestra. Adesso, invece, è in costruzione.

Abbiamo fatto un giro in via Manzoni, dove il marciapiede lato scuola versa in situazione critica perché le radici dei tigli e una non attenta manutenzione lo hanno reso difficilmente percorribile per anziani e carrozzine.

Poi abbiamo proseguito il cammino su via Coti Zelati, salutando alcuni cittadini e scambiando opinioni su possibili interventi. Non tutto si può fare, naturalmente, per ragioni di bilancio. Soprattutto non tutto si può fare subito, ma con alcune attenzioni puntiamo a fare meglio di chi ci ha preceduto.

Non costruiremo case nei parchi (a proposito l’udienza del TAR sul caso RE3 si svolgerà il mese prossimo), non realizzeremo nulla di simile a Piazza Berlinguer (costosa e poco convincente)…

Festa ACAP a Palazzolo

Aggiornamento di Acap:

Buongiorno a tutti! ☀️ Noi siamo positivi e la festa ACAP si farà! Anche se alcune bancarelle e delle attrazioni ci hanno abbandonato causa brutto tempo, troverete tutte le attività commerciali aperte! Da Gianluca e Nadia, da Bar Centrale, da bar chiacchiere e Caffè, da trattoria 1902, da Calabro, da bar roxy e in piazza Hiroshima troverete delle delizie tutte da assaporare! Il tutto accompagnato con musica e street workout! Vi aspettiamo… facciamo vivere il nostro paese!

Processione di S.Ambrogio a Cassina Amata

Come consigliere comunale ho ricevuto la lettera del Parroco don Paolo Stefanazzi a nome dei Sacerdoti della Comunità pastorale di Cassina Amata con l’invito a partecipare alla processione svoltasi stasera e alla messa e pranzo di domenica prossima. Ospite speciale don Luigi Alberio, per tanti anni parroco a Cassina, giunto a festeggiare il 50° di ordinazione.

Così oggi ho partecipato a questo momento di preghiera che mi ha colpito soprattutto per il clima raccolto. Camminare cantando e riflettendo lungo le vie del quartiere, con l’aiuto della musica della banda Santa Cecilia, è stato un piacere.

Don Alberio ha ricordato che la fede non è solo un fatto personale, ma anche un cammino comunitario, un’esperienza che coinvolge la dimensione sociale del vivere. In questo S.Ambrogio è stato maestro, insegnando a camminare con fede nella città degli uomini.

Villaggio Ambrosiano: via Derna e via Cernaia

Edo Quaggia scrive così in calce ad un mio post:

Stamattina eri al Villaggio Ambrosiano e ti sarai reso conto in che condizioni è, e in condizioni sono i palazzi della via Derna e via Cernaia, molti slogan elettorali e molte promesse sono state fatte x il Villaggio. Penso che la politica abbia perso credibilità, ci sentiamo traditi e abbandonati da tutti. Vogliamo fatti e non parole, vogliamo un paese più decoroso e più controllato, troppe cose non vanno. Evitiamo promesse che poi è impossibile mantenere.

Rispondo così:

Hai ragione. Mi impegno a fare tutto il possibile per il Villaggio Ambrosiano e, in particolare, per via Derna e via Cernaia. La situazione è molto seria: la conosco da tempo e so che soluzioni miracolose non sono possibili, per questo non ho intenzione di fare promesse illusorie… Ma questa promessa posso farla: sono con voi e sono pronto a lavorare insieme a voi per uscire da queste difficoltà.