Politica: nel mondo cattolico si muove qualcosa?

Sul sito c3dem leggo l’interessante editoriale di Sandro Antoniazzi, pubblicato oggi: L’unità necessaria tra cattolicesimo democratico e cattolicesimo sociale

Di seguito uno schema illustrativo che evidenzia alcune polarità interne al cosiddetto “mondo cattolico” (dalle slides Il cattolicesimo democratico tra storia e politica del prof. Guido Formigoni – 2017).

Nei giorni scorsi ho letto un articolo sul sito Il Sussidiario che riporta una novità interessante: ELEZIONI REGIONALI/ Dalla Campania alla Liguria, ecco il patto tra verdi e cattolici

L’accordo raggiunto per la lista congiunta tra Verdi-Europa Verde e Demos in Campania è la vera novità politica del momento. Europa Verde e Demos saranno alleati anche in Liguria e in diversi altri comuni. È la prima volta che il mondo cattolico e quello ambientalista stringono una vera alleanza e, qualora l’esperimento avesse successo, rappresenterebbe una vera svolta politica in Italia.

Consiglio Comunale: semaforo, tilane, ciclabili, variazione, metanodotto, metrotranvia Limbiate

Riprendo dal canale YouTube del Comune il video del Consiglio di ieri sera, terminato ben oltre la mezzanotte.

La maggioranza ha respinto l’ordine del giorno furbetto con cui l’opposizione voleva impegnare la Giunta sulla mobilità ciclabile.

Ho spiegato che questo tema non ha bisogno di impegni aggiuntivi in quanto fa parte del programma di governo. Già sono state individuate quattro nuove ciclabili “pop up” che saranno realizzate a breve in segnaletica orizzontale (via Manzoni, via Vivaldi, Via Riboldi – Quadrifoglio – Cartesio e via Pasubio – Cappellini) e, nella primavera prossima, si realizzerà una vera e propria ciclabile in via dell’Industria per favorire la mobilità verso Milano attraverso Cusano e il Parco Nord.

La minoranza (che per 10 anni non ha fatto nulla in tema di ciclabili!) voleva che ci esprimessimo con un ordine del giorno, cioè con un buon proposito.

La maggioranza ai buoni propositi preferisce i fatti.

Di seguito il video della seduta.

Consiglio Comunale: bene la maggioranza, opposizione sbiadita

Avrebbe dovuto essere il Consiglio Comunale della ritrovata unità d’intenti tra le forze politiche di opposizione (Lega, Forza Italia e liste civiche di centrodestra), invece alla fine – dopo un intervento chiarificatore e determinato del Segretario Generale del Comune, dott.ssa Bonanata – la Lega è rimasta da sola a sostenere una posizione ostinatamente e incomprensibilmente contraria alla delibera. I consiglieri delle due liste di Alberto Ghioni e il capogruppo di Forza Italia Torraca si sono astenuti, prendendo così le distanze dall’oltranzismo leghista.

Il Consiglio Comunale, iniziato alle 19,30 con la cerimonia di consegna della Calderina d’Oro al Capitano dei Carabinieri Salvatore Marletta, si è concluso all’una e mezza di notte senza peraltro aver esaurito l’ordine del giorno.

All’inizio il Sindaco ha dato la buona notizia che Ferrovie Nord ha interrotto il conto alla rovescia per la chiusura del passaggio a livello di Palazzolo ed ha accettato formalmente l’apertura di un tavolo di confronto.

Dopo alcune interrogazioni, che hanno coinvolto me e l’assessore Mapelli oltre al Sindaco, il dibattito sui punti all’ordine del giorno si è protratto fino a notte fonda.

Quante parole (troppe) di cui si sarebbe fatto volentieri a meno! Quanto tempo che avrebbe potuto essere impiegato meglio!

La maggioranza (PD – Paderno Dugnano Futura – Insieme per cambiare – Persone al centro – 7 Frazioni – Vivere Paderno) si è dimostrata tonica e decisa con vari interventi di rilievo, mentre l’opposizione – soprattutto leghista – ha scelto di alzare la voce per coprire la debolezza delle proprie ragioni.

Non credo che questo modo di fare sia utile.

Efficacissimi gli interventi del Sindaco Ezio Casati, che ha difeso le scelte dell’Amministrazione Comunale in questo tempo difficile, che ha sovvertito ogni certezza procedurale.

Chiamato personalmente in causa dal capogruppo Bogani sul tema rifiuti, ho dovuto respingere le sue tesi in quanto non aderenti alla realtà: “In quest’ultimo periodo – ho detto – è stato ripristinato il controllo del peso e degli accessi in entrata/uscita dalla piattaforma ecologica di via Parma, che era di fatto saltato con il passaggio dal vecchio al nuovo appalto (anno 2018). Azione fondamentale per monitorare i volumi dei rifiuti e i conferimenti… Inoltre, dai dati parziali dei primi cinque mesi del 2020, raffrontati con l’anno precedente, risulta una diminuzione del volume dei rifiuti in generale e anche della quota di ingombranti. E’ un trend tutto sommato positivo, anche se dobbiamo migliorare ancora. Speriamo che questo andamento possa confermarsi per il futuro. Infine, la percentuale della raccolta differenziata non è affatto scesa – come ha sostenuto Bogani – al 71,4%, ma in questi primi cinque mesi si attesta al 72,47% (a dicembre 2019 era 72,41%)”.

Da questo Consiglio Comunale (il primo svoltosi di nuovo in aula consiliare dopo il lockdown) ricavo una considerazione: continuiamo a lavorare sodo per amministrare la città, consapevoli che la gestione padernese della crisi sanitaria/economica non ha nulla da invidiare all’operato di altri Comuni. Anzi, per molti aspetti il Comune di Paderno Dugnano ha fatto di più per i propri cittadini.

Se volete sapere in dettaglio, rinvio al video del Consiglio Comunale o a successivi resoconti.