Consiglio Comunale: bene la maggioranza, opposizione sbiadita

Avrebbe dovuto essere il Consiglio Comunale della ritrovata unità d’intenti tra le forze politiche di opposizione (Lega, Forza Italia e liste civiche di centrodestra), invece alla fine – dopo un intervento chiarificatore e determinato del Segretario Generale del Comune, dott.ssa Bonanata – la Lega è rimasta da sola a sostenere una posizione ostinatamente e incomprensibilmente contraria alla delibera. I consiglieri delle due liste di Alberto Ghioni e il capogruppo di Forza Italia Torraca si sono astenuti, prendendo così le distanze dall’oltranzismo leghista.

Il Consiglio Comunale, iniziato alle 19,30 con la cerimonia di consegna della Calderina d’Oro al Capitano dei Carabinieri Salvatore Marletta, si è concluso all’una e mezza di notte senza peraltro aver esaurito l’ordine del giorno.

All’inizio il Sindaco ha dato la buona notizia che Ferrovie Nord ha interrotto il conto alla rovescia per la chiusura del passaggio a livello di Palazzolo ed ha accettato formalmente l’apertura di un tavolo di confronto.

Dopo alcune interrogazioni, che hanno coinvolto me e l’assessore Mapelli oltre al Sindaco, il dibattito sui punti all’ordine del giorno si è protratto fino a notte fonda.

Quante parole (troppe) di cui si sarebbe fatto volentieri a meno! Quanto tempo che avrebbe potuto essere impiegato meglio!

La maggioranza (PD – Paderno Dugnano Futura – Insieme per cambiare – Persone al centro – 7 Frazioni – Vivere Paderno) si è dimostrata tonica e decisa con vari interventi di rilievo, mentre l’opposizione – soprattutto leghista – ha scelto di alzare la voce per coprire la debolezza delle proprie ragioni.

Non credo che questo modo di fare sia utile.

Efficacissimi gli interventi del Sindaco Ezio Casati, che ha difeso le scelte dell’Amministrazione Comunale in questo tempo difficile, che ha sovvertito ogni certezza procedurale.

Chiamato personalmente in causa dal capogruppo Bogani sul tema rifiuti, ho dovuto respingere le sue tesi in quanto non aderenti alla realtà: “In quest’ultimo periodo – ho detto – è stato ripristinato il controllo del peso e degli accessi in entrata/uscita dalla piattaforma ecologica di via Parma, che era di fatto saltato con il passaggio dal vecchio al nuovo appalto (anno 2018). Azione fondamentale per monitorare i volumi dei rifiuti e i conferimenti… Inoltre, dai dati parziali dei primi cinque mesi del 2020, raffrontati con l’anno precedente, risulta una diminuzione del volume dei rifiuti in generale e anche della quota di ingombranti. E’ un trend tutto sommato positivo, anche se dobbiamo migliorare ancora. Speriamo che questo andamento possa confermarsi per il futuro. Infine, la percentuale della raccolta differenziata non è affatto scesa – come ha sostenuto Bogani – al 71,4%, ma in questi primi cinque mesi si attesta al 72,47% (a dicembre 2019 era 72,41%)”.

Da questo Consiglio Comunale (il primo svoltosi di nuovo in aula consiliare dopo il lockdown) ricavo una considerazione: continuiamo a lavorare sodo per amministrare la città, consapevoli che la gestione padernese della crisi sanitaria/economica non ha nulla da invidiare all’operato di altri Comuni. Anzi, per molti aspetti il Comune di Paderno Dugnano ha fatto di più per i propri cittadini.

Se volete sapere in dettaglio, rinvio al video del Consiglio Comunale o a successivi resoconti.

Video del Consiglio Comunale con brevi annotazioni

Quella di ieri sera non è stata una seduta memorabile del Consiglio Comunale, se si esclude il doveroso ricordo del partigiano Gildo Negri, scomparso il 25 aprile scorso.

Per il resto tematiche non di particolare rilievo e schermaglie piuttosto prevedibili.

Su Silvia Romano la maggioranza ha voluto esprimere la gioia per la liberazione e la Lega ha fatto la sua parte… Saranno contenti quanti apprezzano i gusti forti e le parole sprezzanti, prive di umanità. Io ovviamente non mi riconosco in questo approccio; credo invece nella necessità di purificare lo sguardo e, di conseguenza, il linguaggio politico.

Sull’approvazione delle tariffe IMU e sulla tassazione locale ho trovato efficaci gli interventi dell’Assessore al Bilancio Antonella Caniato e del Sindaco Casati, in quanto hanno spiegato – al di fuori della facile demagogia – ciò che è possibile fare e ciò che non lo è, come pure ciò che è di competenza del Comune e quanto invece dipende da livelli decisionali superiori.

L’Assessore alla Scuola Anna Varisco ha illustrato il rinnovo della convenzione relativa alle scuole dell’infanzia autonome parificate.

Di seguito la videoregistrazione del Consiglio Comunale.

Otto ore di Consiglio Comunale: nessun aumento alle tasse locali, massima attenzione ai cittadini

Lunghissimo Consiglio Comunale ieri, iniziato (in ritardo a causa della Capigruppo) alle ore 17,53 e interrotto nella notte alle ore 2,00. Restano da trattare alcuni argomenti che saranno ripresi a breve.

Oltre all’approvazione del Rendiconto consuntivo e della variazione, la notizia più importante è che non ci saranno aumenti nella tassazione locale per i cittadini di Paderno Dugnano, considerata la grave situazione sanitaria ed economica determinata dall’epidemia di coronavirus.

Il Consiglio ha votato all’unanimità un ordine del giorno su questo tema e l’Amministrazione Comunale ha ampiamente esposto la propria volontà di agire nei prossimi mesi con massima attenzione al fine di non appesantire una situazione già grave. Segnalo però che sulla delibera TARI l’opposizione ha votato contro.

Di seguito i video integrali della seduta, svoltasi per la prima volta in videoconferenza trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube.

Addio, Gildo! Il 25 aprile ci lascia l’ultimo partigiano di Paderno Dugnano

La comunicazione di ANPI Paderno Dugnano:

Stanotte, quando mancava pochissimo alla fine del 25 aprile, una giornata vissuta intensamente nonostante questo periodo di emergenza “coronavirus”, ci ha lasciato il nostro Presidente Gildo Negri. Non avremmo mai voluto scrivere di questo, era sempre presente, sempre attivo, sempre disponibile, sempre critico ma propositivo. Quando muore un partigiano muore una parte di noi, ma quando muore il 25 aprile ci lascia ancor di più la sua eredità, il suo testimone. Gildo ti sei preso cura di noi e noi di te fino alla fine! Grazie per tutta la tua intelligenza, grazie per la tua cultura, grazie per quanto hai fatto per la tua città. Paderno Dugnano ti è riconoscente e non appena sarà possibile faremo tutto quanto hai chiesto prima di ammalarti. Ci sentiamo tutti un po’ più soli, come se improvvisamente non avessimo più qualcuno che potesse farci vivere una parte di storia, raccontarcela, farcela sentire ancora, come se fossimo stati lì, questo eri tu e sappi che non dimenticheremo nulla. Ciao Presidente e ovunque tu sia continua la tua battaglia noi siamo con te! RIP!

ANPI Paderno Dugnano