Lavori Rho-Monza, svincolo via Beccaria: Serravalle accoglie la richiesta dei Comuni

Importante risultato per la nostra città e per i Comuni vicini. Rilancio comunicato dalla pagina Facebook del Comune:

‼️ Lo svincolo della Rho-Monza (SV04 Bollate-Cormano) che accede in via Beccaria a Paderno Dugnano non sarà chiuso domani 26 febbraio.
Milano-Serravalle ha accolto la richiesta dei Sindaci di Paderno Dugnano, Cormano, Bollate e Novate Milanese per rinviare la chiusura a dopo l’apertura della tratta di complanare D per garantire la disponibilità di una viabilità alternativa a beneficio del traffico locale.

Il Sindaco Ezio Casati: “Ringrazio Milano-Serravalle per aver riconsiderato la programmazione dei lavori accogliendo la nostra richiesta. L’idea di chiudere lo svincolo su via Beccaria sarebbe stata insostenibile. Visto che i lavori per realizzare la complanare D alla Rho-Monza potrebbero essere conclusi entro la fine di marzo, abbiamo chiesto ed ottenuto che la chiusura dello svincolo di via Beccaria avvenga solo e soltanto in concomitanza con la messa in esercizio della stessa complanare. Questa volta ha avuto la meglio il buon senso”.

Metrotranvie: a che punto siamo?

Commissione Territorio di mercoledì 19 febbraio: un amico mi scrive per chiedere aggiornamenti sulle due metrotranvie, dimenticando che da quando sono assessore ho qualche difficoltà a scrivere resoconti ordinati e completi 🙂

In breve ecco qualche info: la Milano-Desio-Seregno è un vecchio progetto che risale al 2008 (CIPE). Progetto esecutivo aggiudicato a CMC con prescrizioni importanti. Dopo un iter tortuoso e sofferto, la Conferenza dei servizi prende il via nel marzo 2019 e si chiude nel settembre scorso. Le difficoltà non mancano… Su Paderno Dugnano il quadro riassuntivo è quello che avevo pubblicato qualche mese fa. Attualmente siamo alle porte di un accordo ponte tombale che dovrebbe permettere la realizzazione dell’opera. La rimozione delle interferenze è stata quasi completata e gli espropri sono stati fatti. Anche se apparentemente tutto pare fermo non si può dire che l’opera non sia iniziata. Impossibile ora rescindere il contratto (sarebbe complicato restituire soldi pubblici!!!). Eppure anche nell’ultimo periodo le difficoltà non mancano: il Comune di Bresso ha dichiarato di avere difficoltà a sostenere il contributo previsto e l’adesione al progetto non è mai stata formalizzata con un atto preciso; il Comune di Cusano Milanino nel 2010 aveva firmato accordo per la distribuzione delle quote; non ha presentato osservazioni in Conferenza dei Servizi e recentemente ha approvato in Consiglio Comunale una delibera di decadenza per sbloccare l’accantonamento dei fondi. “Ad oggi però – ha detto Siria Trezzi (consigliera delegata di Città Metropolitana) – nessun Comune si trova in situazione di dissesto o predissesto, tale da essere impossibilitato a sostenere almeno in parte il costo dell’opera…”. Per questo Città Metropolitana è intenzionata a impugnare l’atto del Consiglio Comunale di Cusano. Dal punto di vista delle procedure nei prossimi giorni i Comuni riceveranno il testo di un accordo da cui ripartire per l’ultima fase di questo… lungo, lunghissimo viaggio verso la nuova metrotranvia. Good luck!

L’altra metrotranvia, la Milano- Limbiate, ha avuto molta più visibilità mediatica (con varie iniziative, tra cui la campagna dei cuori a San Valentino) ma dal punto di vista progettuale è più indietro. Le recenti difficoltà circa il finanziamento sono state superate con una estenuante trattativa tra il Comune di Milano e gli altri Comuni della tratta. In questo il Comune di Paderno ha giocato un ruolo importante nel favorire l’accordo e sbloccare la situazione.

Per il primo lotto dell’opera è in corso la progettazione definitiva (si ipotizza progetto definitivo per fine 2020, gara inizio 2021, poi fase realizzativa). L’Assessore alla Mobilità di Milano Marco Granelli ha assicurato impegno per un confronto tra i progettisti e l’ufficio tecnico di Paderno Dugnano per trovare le soluzioni migliori per la nostra città. Il nodo più difficile è certamente la strettoia di Cassina Amata. Nei prossimi mesi l’Amministrazione Comunale coinvolgerà attivamente i residenti per illustrare le soluzioni proposte e discuterle insieme a chi vive quotidianamente il territorio.

In conclusione ringrazio la disponibilità di Siria Trezzi e di Marco Granelli per essere venuti personalmente in Commissione Territorio a Paderno Dugnano per illustrare la situazione.

Il cammino verso una mobilità su ferro continua… senza dimenticare lo studio di fattibilità per l’arrivo della metropolitana M3 a Paderno Dugnano (esistono 5 ipotesi: qualcuna più concreta, qualcun’altra più fantasiosa…). L’Amministrazione Comunale le presenterà e le discuterà con i cittadini.

Granelli: 800 milioni per infrastrutture TPL a Milano

L’assessore milanese alla Mobilità Marco Granelli, che domani sera sarà a Paderno Dugnano, ha diffuso via tweet questa notizia che non riguarda direttamente la nostra città ma conferma un trend positivo anche per noi:

Mobilita.org (15 febbraio): MILANO | Pubblicato il Decreto che stanzia 812,3 milioni di € per infrastrutture di trasporto pubblico

19 febbraio: il Comune informa su metrotranvie e invarianza idraulica

Per chi segue con attenzione la politica cittadina segnalo la convocazione della Commissione Territorio di mercoledì prossimo 19 febbraio su temi di grande attualità con la partecipazione di CAP Holding (invarianza idraulica), Siria Trezzi e Marco Granelli (metrotranvie Milano-Seregno e Milano-Limbiate).

Avremo così la possibilità di confrontarci – giocando “in casa” – con i massimi responsabili delle progettualità citate.

La seduta della Commissione è pubblica

A #PadernoDugnano non c’è blocco circolazione

Oggi, domenica 2 febbraio, a Paderno Dugnano si può viaggiare regolarmente in auto con le sole limitazioni di 1° livello.

A causa del superamento continuativo del limite giornaliero di PM10 negli ultimi 4 giorni, scattano da martedì 28 gennaio 2020 le limitazioni temporanee alla circolazione veicolare di primo livello previste dall’aggiornamento del Piano Regionale degli Interventi per la qualità dell’Aria (PRIA) recepito anche dal Comune di Paderno Dugnano. Alle limitazioni permanenti già in vigore (vedi sotto), da martedì 28 gennaio 2020 STOP ai veicoli Diesel Euro 0,1,2,3 e 4 in tutti i giorni feriali e festivi nelle fasce orarie riportate riportate in tabella

Il blocco della circolazione deciso da Milano non riguarda Paderno Dugnano.

Calderara chiama

Nei giorni scorsi ho incontrato una decina di residenti a Calderara. Mi hanno presentato alcune questioni: serve un collegamento ciclopedonale in sicurezza che unisca il quartiere est della città, come pure una connessione di mobilità lenta con Cusano, lungo la via Erba.

Del progetto metrotranvia Milano-Desio-Seregno gl abitanti di Calderara non sanno nulla, per cui serve un momento informativo che presenti la situazione aggiornata ad oggi. Verso questo progetto c’è ampia disillusione : “Se ne parla da 40 anni e non c’è ancora niente…”, mi dice uno di loro. “Prima avevamo un vecchio tram che funzionava, poi ci hanno tolto anche quello!”.

Mi hanno parlato poi del Carcatrà che deve essere recuperato, aprendolo non solo ai bambini/ ragazzi ma anche ad altre fasce d’età per favorire una rinascita del parco da un punto di vista sociale, soprattutto in primavera – estate.

E hanno aggiunto varie altre cose che non vanno…

È emerso un diffuso senso di abbandono: “Verso Calderara c’è stato poco interesse da parte dell’Amministrazione Comunale. Speriamo che adesso cambi qualcosa…”.

Ho apprezzato molto questo incontro, che evidenzia un grande bisogno di partecipazione.

Al riguardo, occorre riaprire al più presto la sala di quartiere di via Armstrong che la precedente Giunta ha lasciato andare in malora. Non è un bene da dismettere, ma da restituire alla città!

Pessima aria a #PadernoDugnano: dipende da noi

L’aria che ci fa ammalare è il frutto delle nostre scelte quotidiane in materia energetica. Dipende da noi e dalla nostra riluttanza a cambiare.

Se accettiamo di utilizzare combustibili altamente inquinanti per muoverci e, soprattutto, per scaldare le nostre case, la conseguenza è – come ci ricorda anche quest’anno LegambienteMal’aria di città.

Scarica il report completo

Tram Milano-Limbiate: accordo vicino

Di seguito il comunicato stampa del Comune di Milano sull’incontro di ieri circa il finanziamento del secondo lotto della Metrotranvia della Comasina.

Comune di Milano (20 gennaio): Trasporto pubblico. Milano-Limbiate, vicini all’accordo per la metrotranvia

Con qualche variazione ripreso da:

Askanews (20 gennaio): Trasporti, accordo vicino per la metrotranvia Milano-Limbiate. L’opera ha un costo totale di 153.224.972 euro

Notiziario (21 gennaio): Metrotramvia: Senago e Limbiate ci stanno. E la linea punta alla Ceriano-Saronno