Teatro, Paolo Rossi a #PadernoDugnano

 

Congratulazioni alla Fondazione Cineteca Italiana che, attraverso il proprio impegno e la rete di collaborazioni, offre alla nostra città nuove opportunità culturali.

Lunedì 28 maggio alle ore 21 presso Area Metropolis 2.0, Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con Teatro Menotti e Comune di Paderno Dugnano, propone uno speciale appuntamento teatrale con la prova aperta dello spettacolo Il re anarchico e i fuorilegge di Versailles, scritto, diretto e interpretato dallo straordinario Paolo Rossi, insieme alla storica compagna di sempre, l’attrice Lucia Vasini.

Lo spettacolo rappresenta una ulteriore tappa dell’ormai lungo percorso di Paolo Rossi attorno al “pianeta” Molière. L’opera, che andrà in scena dal 7 al 17 giugno al Teatro Menotti, racconta la straordinaria visione teatrale di un autore-attore sempre in bilico tra il dentro e il fuori scena, tra il personaggio, l’attore e la persona. Lo sfondo è Versailles, e le parole e gli intrecci “molierani” si incrociano con le visioni del tempo presente, mentre la storia è quella del conflitto tra il potere e i “fuorilegge”, tra il teatro e la vita.

La prova aperta al pubblico in programma lunedì 28 maggio presso Area Metropolis 2.0 è proposta allo speciale prezzo di ingresso di € 5, ed è un’occasione unica per assistere dal vivo alla preparazione di uno spettacolo, ed essere testimoni di uno dei momenti più autentici della creazione di un allestimento.

L’ appuntamento teatrale padernese intende anticipare idealmente una preziosa collaborazione tra Fondazione Cineteca Italiana e Teatro Menotti, che porterà sul palcoscenico di Paderno Dugnano il meglio della stagione teatrale 2018/2019 del noto sipario milanese. Un nuovo cartellone teatrale per la città di Paderno Dugnano dunque, che prenderà il via dal prossimo autunno presso Area Metropolis 2.0.

Cultura: a che punto siamo a #PadernoDugnano?

La lista civica Insieme per cambiare si chiede attraverso Twitter:

In questo processo di cambiamento e innovazione ritengo che la cultura giochi un ruolo fondamentale. E’ opportuno, dunque, riflettere sulla vita culturale padernese. Come sta, da questo punto di vista, la nostra città?

Stasera a Cassina Amata a partire dalle ore 20,45:

Lunedì 21: Tavolo di lavoro sulla Cultura

Paderno in corto: giovedì 17 maggio

Ricevo dal Circolo culturale Restare umani la seguente segnalazione:

CI SIAMO. Giovedì 17 torna la rassegna “Paderno in corto”, alla sua quinta edizione! L’evento è promosso dal Circolo Culturale Restare Umani – Paderno Dugnano e avrà luogo presso Area Metropolis 2.0. Un’occasione per guardare cortometraggi prodotti sul territorio e incontrare gli autori.
A breve evento Facebook con il programma completo.
La meravigliosa locandina è opera di Thomas Francesconi.

Psicosuono, album Metropoli: una gemma

Su Rock Impressions nuova recensione per Metropoli, l’ultimo album del gruppo musicale Psicosuono, di origine padernese:

Quello che non capisco è perché i Psicosuono ancora non hanno l’attenzione di una label importante alle spalle, perché sono davvero fuori della media dei prodotti di oggi. Se poi ci aggiungo che sono giovani ed italiani, lo stupore in me è ancora maggiore. Probabilmente la musica non è davvero per tutti, specie oggi, ma credetemi se vi dico che “Metropoli” è una piccola gemma. Musica a 360 gradi.

MS

Storie in Fiera: oggi appuntamento VIP con Claudio Trotta

Si conclude stasera in auditorium Tilane, ore 20,45, il ciclo Storie (di persone) in Fiera

Claudio Trotta dialoga con Massimo Poggini

“No pasta, no show”: i miei 40 anni di musica dal vivo in Italia

L’affresco di un’epoca, di un pezzo di storia italiana illuminato da una prospettiva particolare e affascinante: quella dei concerti, degli spettacoli dal vivo, della musica come partecipazione e progetto culturale. Una galleria di personaggi indimenticabili, tratteggiati con freschezza da chi ha avuto la fortuna di conoscerli da vicino. Il racconto di una passione intramontabile, una dichiarazione d’amore nei confronti della musica e della Bellezza. Un amore che l’autore non ha mai smesso di rinnovare e che, ancora una volta, vuole condividere con gli altri. “No pasta, no show” (Mondadori Electa, 2017) è il primo libro di Claudio Trotta.

CLAUDIO TROTTA nasce a Milano nel 1957. È uno dei più stimati e importanti produttori e promoter indipendenti di spettacoli dal vivo nel mondo. Dopo alcuni anni di esperienza nelle radio libere degli anni Settanta, nel 1979 ha fondato Barley Arts, di cui è ancora titolare e anima. Da allora ha organizzato più di quindicimila eventi: concerti, spettacoli di musica dal vivo, edutainment e festival in Italia e nel mondo. Ha lavorato con moltissimi artisti internazionali e italiani, tra cui Bruce Springsteen, AC/DC, Kiss, Sting, David Bowie, Guns N’ Roses, Iron Maiden, Aerosmith, Frank Zappa, Stevie Wonder, Metallica, Elio e le Storie Tese, Litfiba, Renato Zero, Luciano Ligabue, Negramaro.

MASSIMO POGGINI è un giornalista musicale di lungo corso: nella seconda metà degli anni ’70 scriveva su Ciao 2001. Poi, dopo aver collaborato con diversi quotidiani e periodici, ha lavorato per 28 anni a Max intervistando tutti i più importanti musicisti italiani e numerose star internazionali, curando anche la sezione Viaggi con reportage da tutto il mondo. Ha scritto i best seller “Vasco Rossi, una vita spericolata” e “Liga. La biografia”, il suo ultimo libro è “Lorenzo. Il cielo sopra gli stadi” (Mondadori). Ha fondato nel 2015 il sito Spettakolo.it.