75 anni fa Bonhoeffer: stasera videoconferenza ecumenica

Per chi non lo conosce è un personaggio da scoprire: Dietrich Bonhoeffer, teologo luterano ucciso in un campo nazista 75 anni fa per il suo impegno nella resistenza a Hitler.

Riforma: La giustificazione per grazia chiama all’azione

Un incontro in videoconferenza sulla figura di Dietrich Bonhoeffer a 75 anni dalla morte: «Dietrich Bonhoeffer. Resistenza e libertà – Responsabilità per tempi inquieti» è il titolo dell’incontro che si tiene il 9 aprile, alle ore 20,30, con partecipazione in videoconferenza di Fulvio Ferrario («Sulla via della libertà») e Alberto Conci («Responsabilità e ricerca di futuro»); coordinano Elza Ferrario e Fabio Caneri. per collegarsi da computer, tablet o smartphone : https://global.gotomeeting.com/join/429662285 o tramite telefono dall’Italia +39 0 230 57 81 80 Codice di accesso: 429-662-285.

Per informazioni: rosabianca@rosabianca.org; tel. 331-3494283.

Domenica delle palme

Comincia oggi la “settimana autentica” (così nella tradizione ambrosiana viene indicata la settimana santa). Sul sito della Diocesi di Milano i sussidi per la partecipazione in famiglia.

Oggi alle ore 10 messa in diretta sul canale YouTube della Comunità pastorale di Paderno e Villaggio Ambrosiano. Alle ore 10,30 invece dalla Comunità di Calderara, Dugnano e Incirano

Sul sito della Comunità di Palazzolo e Cassina Amata il programma dei riti della settimana santa.

Varie: il testamento di Mons. Marelli, omaggio a operatori sanitari, contagio a Bollate, situazione all’ospedale di Rho

La Comunità pastorale di Dugnano, Incirano e Calderara annuncia la scomparsa di don Pino Marelli (nato nella nostra città nel 1940) e pubblica un estratto del suo testamento: La morte di don Giuseppe Marelli

Una nota biografica si può leggere sul sito della Diocesi: Mons. Dr. Giuseppe (Pino) Marelli

Il Gazzettino Metropolitano (31 marzo): Paderno Dugnano rende omaggio agli operatori sanitari

Il Notiziario (31 marzo): Coronavirus, a Paderno l’omaggio a medici e volontari alla clinica San Carlo | VIDEO

Il Notiziario (31 marzo): Coronavirus: a Bollate il contagio non rallenta ancora

Il sito della Comunità pastorale di Palazzolo e Cassina Amata riporta la Lettera aperta di don Felice Zaccanti (Cappellania nell’Ospedale di RHO) che aiuta a comprendere la situazione coronavirus all’interno della struttura sanitaria.

Per Flavio stasera rosario in diretta facebook, domani messa di Padre Giulio

Da ieri, come tanti, mi sento svuotato, anche fisicamente a terra.

La morte di Flavio Mariani è una cosa troppo grossa, perché inattesa e assolutamente imprevedibile. Il tempo passa al rallentatore e la mente continua a girare intorno ai ricordi di lui, che affiorano numerosi; e poi il pensiero va alla moglie Paola e alle figlie Beatrice e Claudia…

Per chi crede (e Flavio ha sempre partecipato attivamente all’eucaristia e alla vita della comunità cristiana) la preghiera è un modo concreto di ritrovare la comunione oltre lo strappo della morte.

Per questo segnalo due appuntamenti: stasera alle ore 21 il rosario via Facebook dalla parrocchia di Palazzolo, guidato da don Simone e dal parroco don Paolo; e domani alle ore 10 – sempre in diretta Facebook – la celebrazione dell’eucaristia presieduta da Padre Giulio Michelini, palazzolese e grande amico di Flavio.

Imparare a pregare al tempo del coronavirus

Questa preghiera proposta da padre Giuseppe Bettoni su Avvenire del 19 marzo scorso mi piace. Per questo mi permetto di condividerla con voi, pensando che sia sempre utile scoprirsi vicini a chi soffre.

PREGHIERA PER COLORO CHE MUOIONO IN QUESTE ORE
Signore, mi rivolgo a te,
con il cuore gonfio di dolore per la morte di Nome.
Non mi è dato di rivolgere al suo corpo un ultimo saluto,
né posso dargli un ultimo sguardo per salutarlo.
Ti prego per lui/lei:
non sappiamo come gli/le hai parlato
nel profondo della sua coscienza,
ma certi del tuo amore
ti ringraziamo per tutto quello che hai fatto per lui/lei.
Ora ti prego di accoglierlo/la presso di te,
donagli quella pace che qui con noi ha appena assaporato,
riempilo di quell’amore che con noi ha condiviso,
avvolgilo della tenerezza con cui lui/lei ha sostenuto noi.
Dona anche a me e a noi tutti
di continuare a fidarci di te giorno dopo giorno,
nonostante la tristezza della separazione
dagli affetti che costruiamo a fatica nella nostra vita.
Li affidiamo a te, amante della vita,
Signore del tempo che vivi per sempre.
Amen.

p. Giuseppe Bettoni,
presidente e fondatore della Fondazione Arché

Don Mauro e don Nazzareno (Dugnano): "In questi giorni che cosa stiamo cercando?"

Dal sito della Comunità pastorale S. Paolo VI (Calderara, Dugnano e Incirano) riprendo la riflessione del parroco don Mauro Barlassina e di don Nazzareno su questi giorni difficili :

Cosa mi dice questo tempo?

Cari amici,

la situazione è pesante. Pesante per il clima che abbiamo sotto gli occhi; pesante per le confidenze ascoltate; per i numeri di contagiati, di ricoverati, di morti che ci vengono ripetuti continuamente da tante parti. È pesante sentire che tanti preti come me soffrono , sono colpiti dal virus, muoiono.

È come uno di famiglia che si ammala, a cui puoi solo rivolgere un pensiero, di cui porti nel cuore uno o più ricordi; e anche se non lo conosci è per te un fratello più grande che come te ha ascoltato un giorno la voce del Signore e ha capito che è bello mettere la propria vita nelle Sue mani.

La vita… che cos’è la vita?

È un tempo che ci è dato, gratuito e limitato nello stesso tempo; di cui siamo responsabili; di cui non conosciamo l’inizio, che ci è dato come un dono e di cui non conosciamo la fine.

Questo tempo mi dice questo: che non serve “contare” nella vita: non contare i giorni, gli anni, i tempi; non serve contare per sentirsi grandi, importanti, superiori, migliori rispetto agli altri.

Che cosa conta allora nella vita?

Conta il giorno che stai vivendo; ogni giorno che ti è dato e che non va sciupato, svenduto, schiavizzato. Mi ripeto ogni mattino un inciso della Lettera agli Ebrei: “Cristo è lo stesso ieri, oggi e per sempre!” (Eb. 13,8).

È una grande consolazione: la mia vita, di ieri, quella che vivo oggi e quella che sarà, per sempre, è segnata dalla Sua presenza: Lui è lo stesso. Signore che ama e che consola, che protegge e – la Quaresima ce lo dice – dona la vita per noi.

Non vale la pena per un cristiano contare i giorni: ogni giorno è abitato dalla sua presenza; ogni giorno è segnato dal suo amore.

Forse è per questo che trovo riduttivo gridare sguaiati e battere a vuoto le mani dai balconi di casa in questi giorni. È più coraggioso fermarsi e pensare, leggere questo periodo e dire ai nostri piccoli che la vita è bella; ai nostri giovani che bisogna puntare in alto; al proprio coniuge che è l’amore ciò che va sempre privilegiato; ai nostri vecchi che siamo loro grati di averli accanto come esempi di forza e stimolo a mettercela tutta.

Questo tempo mi dice di non perderlo: anche se faticoso ha tanto da insegnarmi. Anche a te.

don Nazzareno

Parrocchie sperimentano videocomunicazione social

Anche a Paderno Dugnano la situazione determinata dal coronavirus è diventata occasione per sperimentare nuove forme di comunicazione con i parrocchiani.

Di necessità virtù, come dice il proverbio…

La Comunità pastorale di Palazzolo e Cassina Amata ha trasmesso via facebook la Via Crucis e altri momenti di preghiera.

La Comunità pastorale di Paderno e Villaggio Ambrosiano ha inaugurato un nuovo canale YouTube

Infine anche la Comunità pastorale di Dugnano – Calderara e Incirano ha ampia esperienza di comunicazione attraverso il proprio sito internet, la pagina Facebook e il profilo Twitter.

#Coronavirus: chiusura dei mercati, appello dei parroci, Polizia Locale in giro con altoparlante

A seguito del DPCM di ieri sera il Sindaco Casati ha da poco pubblicato un’ordinanza che stabilisce la chiusura dei mercati di Dugnano e Palazzolo e impone altre limitazioni per gli uffici comunali.

🔴 Emergenza Coronavirus: aggiornamento

➡️Il Sindaco Ezio Casati ha da poco appreso, in via ufficiale, dalla comunicazione che ATS Città Metropolitana invia quotidianamente ai Comuni, che i casi di contagio da Covid-19 che interessano Paderno Dugnano sono saliti a 11. ➡️Si rinnova a tutti l’invito a rispettare i comportamenti indicati dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che trovate anche sul sito comunale: state a casa il più possibile, dobbiamo evitare occasioni di contagio. Tutelando voi proteggete gli altri!

Sempre oggi i tre parroci di Paderno Dugnano hanno accolto l’invito dell’Amministrazione Comunale e hanno registrato questo appello:

Dal pomeriggio la Polizia Locale sta girando per la nostra città con l’altoparlante per diffondere un audiomessaggio del Sindaco che invita tutti a restare a casa e a collaborare per un’azione efficace contro il virus.

Segnalo infine alcuni servizi a domicilio attivati dal Comune in collaborazione con i commercianti locali:

Rimanere a casa è il modo più efficace per ridurre il rischio di contagio da Coronavirus, soprattutto per le persone più avanti negli anni. In questa sezione trovate i servizi disponibili a domicilio…