#Carrefour e Grande Distribuzione: No a orari prolungati di apertura!

A Paderno Dugnano il caso più evidente è quello dell’ipermercato Carrefour che, nonostante il coronavirus, continua ad avere un orario di apertura fino alla mezzanotte.

Dal sindacato e dai lavoratori sale la richiesta di attenzione.

Leggete questo articolo sulla Repubblica di ieri: Coronavirus, le cassiere in trincea: “Turni troppo lunghi, ora abbiamo paura”

Coronavirus, lavoratori #Carrefour chiedono collaborazione ai clienti

Tra i lavoratori del Carrefour a Paderno Dugnano c’è preoccupazione perché vengano rispettati i criteri e le regole per la tutela della salute in tempo di coronavirus.

Questa è la richiesta di collaborazione rivolta ai clienti dell’iper:

Vedi anche:

Filcams CGIL (15 marzo): Commercio ed emergenza coronavirus: razionalizzare gli orari di apertura dei punti vendita

Coronavirus: Carrefour può fare di più per la salute dei lavoratori e dei cittadini

Credo sia importante dedicare attenzione alle richieste di tutela e di protezione della salute dei lavoratori Carrefour. L’azienda a livello locale ha fatto alcuni passi, ma la comunicazione diffusa attraverso i social non è soddisfacente.

Carrefour – all’interno della Grande Distribuzione Organizzata – può e deve fare di più, come chiedono oggi i sindacati milanesi.

#Coronavirus: chiusura dei mercati, appello dei parroci, Polizia Locale in giro con altoparlante

A seguito del DPCM di ieri sera il Sindaco Casati ha da poco pubblicato un’ordinanza che stabilisce la chiusura dei mercati di Dugnano e Palazzolo e impone altre limitazioni per gli uffici comunali.

🔴 Emergenza Coronavirus: aggiornamento

➡️Il Sindaco Ezio Casati ha da poco appreso, in via ufficiale, dalla comunicazione che ATS Città Metropolitana invia quotidianamente ai Comuni, che i casi di contagio da Covid-19 che interessano Paderno Dugnano sono saliti a 11. ➡️Si rinnova a tutti l’invito a rispettare i comportamenti indicati dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che trovate anche sul sito comunale: state a casa il più possibile, dobbiamo evitare occasioni di contagio. Tutelando voi proteggete gli altri!

Sempre oggi i tre parroci di Paderno Dugnano hanno accolto l’invito dell’Amministrazione Comunale e hanno registrato questo appello:

Dal pomeriggio la Polizia Locale sta girando per la nostra città con l’altoparlante per diffondere un audiomessaggio del Sindaco che invita tutti a restare a casa e a collaborare per un’azione efficace contro il virus.

Segnalo infine alcuni servizi a domicilio attivati dal Comune in collaborazione con i commercianti locali:

Rimanere a casa è il modo più efficace per ridurre il rischio di contagio da Coronavirus, soprattutto per le persone più avanti negli anni. In questa sezione trovate i servizi disponibili a domicilio…

#Coronavirus, bar e pub

Dal Comune:

🔺️ Ordinanza coronavirus, Regione Lombardia chiarisce che i bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande non sono soggetti a restrizioni e pertanto possono rimanere aperti come previsto per i ristoranti, purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio.

Ripensare la città, rigenerando il territorio e il commercio di quartiere

Alla festa di Insieme per cambiare, svoltasi lo scorso week-end al Parco Toti, si è parlato approfonditamente di aree dismesse, di rigenerazione urbana, di rilancio del commercio di vicinato, di smart city…

Lo abbiamo fatto domenica pomeriggio con l’Assessore al commercio e attività produttive Anna Maria Campi, che ha gentilmente accolto il nostro invito, e con l’Architetto Stefano Manini di ANCI.

Modera il confronto Walter Tiano capolista di Insieme per cambiare.

Carrefour e altri Centri Commerciali: crisi del modello iper ed esuberi

La costruzione del mega centro commerciale a Cinisello Balsamo (che certamente avrà influssi sul Carrefour padernese) può proseguire. Il TAR ha respinto la richiesta di sospensiva. Lo riferiva ieri Il Giorno: Cinisello, i lavori al centro commerciale vanno avanti: nessuna sospensiva

In generale l’andamento degli ipermercati continua a registrare difficoltà. Vedi report di GDO News di ieri (parzialmente in chiaro): Finiper: miglior margine commerciale

La situazione in Francia è agitata: Carrefour ha dichiarato 1.200 esuberi.

Anche in Italia il problema esiste. Di seguito un aggiornamento dall’anteprima del Notiziario Settimanale Web TgLab Edizione del 29 marzo 2019 di Fisascat Cisl:

Aperta la fase sindacale della procedura di licenziamento collettivo avviata dalla multinazionale francese della grande distribuzione organizzata per 580 fra lavoratrici e lavoratori attualmente impiegati presso 32 dei 50 ipermercati in Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Lazio e Sardegna. «La Fisascat Cisl – ha dichiarato il segretario nazionale della categoria cislina Vincenzo Dell’Orefice – ritiene fondamentale condividere soluzioni tese a valorizzare la risoluzione incentivata dei rapporti di lavoro ed evitare fughe in avanti da parte dell’azienda su trasferimenti unilaterali ed altre forme “poco canoniche” di gestione degli organici». «Oltre che di parlare di crisi, – ha affondato – Carrefour deve anche chiarire come intende rispondere alla sfida del mercato e se vuole ancora investire in italia». Per il sindacalista «occorrono garanzie sul futuro e piani chiari e attuabili».

Una quindicina di esuberi anche nell’iper di Paderno Dugnano.