L’ennesimo megacentro commerciale che toglie plausibilità all’ampliamento Carrefour

Il Corriere della Sera ha riferito ieri con grande evidenza del progetto titanico: Segrate, nasce il centro commerciale da 21 milioni di visitatori. È il più grande d’Europa

Sulla stessa pagina del Corriere l’articolo Espropri e oneri, il polo di Cinisello aspetta il via libera fa il punto sulla vicenda CiniselloHub (cioè sul tiro alla fune tra Cinisello e Monza).

Chi pensa di fare un’operazione commerciale intelligente ampliando il Carrefour di Paderno Dugnano non si rende conto delle dinamiche in atto nella grande distribuzione nell’area del Nord Milano.

Svegliatevi dal sonno!

Il tiro alla fune intorno a CiniselloHub e l’ampliamento Carrefour di #PadernoDugnano

Il sito del Cittadino racconta oggi la contesa tra Cinisello e Monza per la realizzazione del megacentro commerciale CiniselloHub: Linea dura Allevi: Monza presenta il conto a Cinisello per il maxi piano Auchan

Intanto, a Paderno Dugnano l’ampliamento del Carrefour ha fatto martedì sera un passaggio in Commissione Territorio. I consiglieri sono stati informati della proposta unilaterale fatta da Carrefour (in sinergia con il Comune, visto l’uso dello stemma della nostra città) per la realizzazione di opere a scomputo nei sette quartieri. I dettagli sono presentati questa settimana sulla stampa locale (Notiziario e Cittadino).

Per ora si tratta solo di materiale da prendere in visione (un CD che – è stato detto in Commissione – sarà presto pubblicato online).

Il tema sarà oggetto di discussione a fine estate. Sempre che in maggioranza siano tutti d’accordo con questa Variante che regala qualche risorsa alla città ma presenta molti punti critici.

Il commercio di prossimità può cambiare il volto della nostra città

Cari lettori,

mi rivolgo direttamente a voi per invitarvi stasera al Tavolo di Lavoro sul Commercio, organizzato a Cassina Amata dalla lista civica Insieme per cambiare (ore 21 – via Corridori 12): A Cassina Amata per progettare insieme una nuova politica del commercio

Ritengo necessario unire le forze per far emergere una logica nuova, capace di rivitalizzare i nostri quartieri.

E’ sempre più difficile, infatti, tenere aperto un negozio di vicinato. Le cause sono molte e le conosciamo…

Però possiamo interrogarci seriamente se sia inevitabile arrendersi alla dura realtà e accettare passivamente la desertificazione commerciale delle vie cittadine oppure se possiamo immaginare un percorso di rivitalizzazione e di rinascita della socialità urbana

Voi che cosa ne pensate?

Il vostro parere e le vostre proposte ci interessano, perché questa città potrà rinascere solo se ci attiviamo tutti insieme con un progetto serio e lungimirante.

Finalmente a Paderno si parla di commercio (ma il merito non è della Giunta)

Dobbiamo dire grazie alla rete di cittadini, associazioni e forze politiche di opposizione che hanno promosso la Tavola Rotonda La Città e il Commercio se ieri sera in Aula Consiliare si è potuto parlare – in modo serio e documentato – del rapporto tra negozi di vicinato e Grande Distribuzione.

Ha coordinato il dibattito Gianfranco Massetti, ultimo sindaco di centrosinistra. Sullo sfondo il tema dell’ampliamento del Centro Commerciale Brianza, in primo piano l’analisi delle dinamiche economiche in atto nel Nord Milano.

Per l’Amministrazione Comunale era presente l’Assessore Andrea Tonello che, in base al recente rimpasto di Giunta, ha il compito di seguire la Variante Carrefour. Assente invece l’Assessore Anna Campi, a cui è stata affidata la delega per il commercio (senza Carrefour). Peccato che non abbia potuto sentire le relazioni… perché è evidente che non si può impostare una seria politica commerciale se si prescinde dall’analisi ricca di dati e numeri fatta ieri dal Prof. Tamini del Politecnico e da Origgi (Confcommercio), Abbà (ex assessore a Monza) e Mezzi (Città Metropolitana).

La serata ha visto la presenza di numerosi cittadini, tra cui diversi commercianti locali e l’ex deputato PD Ezio Casati.

L’Assessore Tonello ha promesso “appena saremo pronti” un’assemblea pubblica di illustrazione della Variante Carrefour con il dettaglio dei benefici per la città. Gli ho ricordato che l’Amministrazione Comunale è in grande e grave ritardo: nel settembre 2016 (in occasione della prima presentazione pubblica della proposta di ampliamento Carrefour) il Sindaco aveva promesso un processo partecipativo ampio che ad oggi (quasi due anni dopo) non è ancora iniziato. E sappiamo che le intenzioni della Giunta sono quelle di chiudere la partita prima delle elezioni, cioè entro la primavera 2019.

La posizione di Tonello è eloquente: occorre, a suo avviso, ragionare su quali siano le opportunità per Paderno Dugnano in questa proposta avanzata dall’azienda. Dunque, questa cosa “s’ha da fare”, bisogna solo definirne le condizioni.

Personalmente continuo a credere (soprattutto dopo quello che ho sentito ieri, in particolare dal Prof. Tamini e da Origgi) che serve invece un’attenta analisi dei bisogni e delle dinamiche commerciali dell’area vasta del Nord Milano, altrimenti non vi sarà nessun vantaggio né per i lavoratori Carrefour, né per i commercianti locali e i cittadini, ma solo per la Dirigenza dell’azienda.

Nei prossimi giorni riferirò i principali contenuti emersi durante la Tavola Rotonda.

Ampliamento Carrefour #Paderno impallidisce di fronte a #CiniselloHub

Non sono in grado di riferire, neanche in forma sintetica, i molti elementi emersi ieri sera durante la Tavola Rotonda su Il Commercio e la Città, a cui hanno partecipato numerosi commercianti e cittadini. Lo farò appena possibile.

Intanto consiglio di visionare lo spot dell’avveniristico di Cinisello Hub che sorgerà prossimamente a Bettola/Cinisello.

Di fronte a questa progettualità l’ampliamento del Carrefour padernese nasce già vecchio e perdente.

La Città e il Commercio: oggi ore 21

Un’occasione di alto profilo stasera in Aula Consiliare per riflettere sulle politiche del commercio, con particolare attenzione ai negozi di vicinato e alla Grande Distribuzione.

I relatori ci aiuteranno ad analizzare le dinamiche attuali del commercio nel Nord Milano, mettendo in luce criticità e buone pratiche.

L’iniziativa è organizzata da Aiea, Anpi, CCIRM, Circolo Eco-Culturale La Meridiana, Circolo Grugnotorto di Legambiente, Lista civica “Insieme per cambiare”, Lista civica “Noi X Paderno Dugnano”, Liberi e Uguali, Medicina Democratica, Partito Democratico, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Socialista Italiano, Verdi.

Emergenza commercio di vicinato: se Milazzo fa rima con #PadernoDugnano

Chi ha voglia di informarsi sulle dinamiche del commercio cittadino non deve fare molta fatica. Una semplice ricerca in rete offre molti esempi concreti.

L’ultima notizia viene dalla Sicilia: la riferisce proprio oggi un giornale online dell’isola:  Crisi del commercio a Milazzo, la ricetta di Pippo Russo (Confcommercio)

Anche a Paderno Dugnano il progetto di ampliamento del Carrefour solleva molti dubbi.

Come mai la Giunta (prima con Alparone e ora con Bogani) non comprende che tale proposta è miope e insostenibile???

Se vuoi saperne di più, vieni stasera in Aula Consiliare alle ore 21.