Consiglio, seduta fiume: bilancio approvato!

È finito all’una e mezzo di notte il Consiglio Comunale iniziato alle 15 per l’approvazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) e del bilancio previsionale. Non sarà pertanto necessaria la seduta di giovedì.

Sorvolo sulle polemiche dell’opposizione che ha contestato la scelta di iniziare i lavori d’aula nel primo pomeriggio (ciò a causa del numero elevato di emendamenti e della tendenza a moltiplicare ad libitum gli interventi da parte di chi ha perso le elezioni).

A testimonianza della buona volontà della nuova Amministrazione vari emendamenti proposti dalla minoranza sono stati accolti e condivisi (diversamente da quanto normalmente accadeva nella passata gestione).

Non sono state modificate le aliquote e tariffe (IMU, IRPEF…), mentre si è reso necessario ritoccare la tassa rifiuti (TARI) – che per legge deve coprire al 100% il servizio – a causa dell’aumento sensibile dei costi di smaltimento e delle tonnellate in più di raccolta.

L’incremento del costo di smaltimento è purtroppo un fenomeno di sistema che dipende fra l’altro dalla chiusura della Cina al riciclo delle plastiche. Da qui derivano anche gli accumuli illegali e gli incendi di rifiuti, che si sono registrati frequentemente in Lombardia e in altri luoghi. Quanto ai volumi aggiuntivi, il fenomeno è iniziato nel 2018 (anche se la Lega alza il polverone fingendo di non sapere) ed è all’attenzione degli uffici e dell’Amministrazione.

Insomma, tante polemiche per nulla…

Come giustamente ha fatto osservare il Sindaco: “Avete governato per 10 anni lasciando una città seduta e ora, dopo soli 6 mesi di nuova Amministrazione, pretendete che noi risolviamo tutto come per magia…”.

Questo bilancio di previsione è in larga parte in continuità con il passato (e non poteva essere diversamente). Sono stati ovviamente modificati gli obiettivi di fondo, per questo l’opposizione è scontenta. Ma è normale che sia così, no?

Consiglio Comunale: Paderno Dugnano approva all’unanimità la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

La notizia più importante del Consiglio Comunale di ieri sera è il voto unanime a favore di un ordine del giorno proposto dalla maggioranza per conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, che fu accolta e aiutata durante la persecuzione nazifascista dalla famiglia Pozzi di Paderno Dugnano.

Un segnale positivo che la nostra città offre a tutti.

Agire contro la violenza sulle donne

Serata di grande spessore – culturale e sociale – quella organizzata ieri dal Comune in biblioteca Tilane.

Auditorium affollato, interventi di qualità e di straordinaria concretezza e voglia di fare rete per dare una risposta efficace a situazioni che non sono lontane da noi…

Grazie a Telefono Donna, al Pronto Soccorso della Clinica San Carlo, ai Carabinieri, all’Assessorato alle Politiche sociali e a tutti i presenti che hanno offerto contributi competenti o semplicemente hanno seguito con attenzione.

Una città viva e partecipe è la prima difesa contro ogni forma di violenza.

Basta morti sul lavoro e per amianto: stasera in Aula Consiliare

Stasera l’aula consiliare ospiterà un incontro aperto a tutta la cittadinanza su un tema importante. Interverrò anch’io. Vi aspetto.

A Paderno Dugnano Il 4 novembre di nove anni fa sono morti quattro lavoratori nella terribile tragedia dell’Eureco.

GIOVEDI’ 7 NOVEMBRE 2019 alle 21
presso l’Aula Consigliare di Paderno Dugnano
In Piazza della Resistenza
Proiezione del documentario:
MANFREDONIA la catastrofe continuata
di Massimiliano Mazzotta
PARTECIPANO
MICHELE MICHELINO del Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio
FULVIO AURORA di AIEA e MEDICINA DEMOCRATICA
GIOVANNI GIURANNA Assessore all’Ambiente di Paderno Dugnano
Alla riunione è stato invitato il Sindaco di Paderno Dugnano

MEDICINA DEMOCRATICA Nord Milano
BASTA MORTI PER AMIANTO
Associazione Italiana Esposti Amianto
Associazione Culturale Punto Rosso – Paderno Dugnano
Comitato a sostegno dei familiari delle vittime e dei lavoratori Eureco

Ho visto il futuro

Non dico per dire.

Ieri sera, in un cinema Metropolis strapieno (con tanti giovani e una classe quarta elementare con insegnanti e genitori) ho colto un’energia che mi ha dato tanto coraggio.

Il documentario Plastic river di Manuel Camia è veramente bello e merita i riconoscimenti che sta riscuotendo in giro per il mondo.

Un ragazzo (Manuel), anzi due (Manuel e Tiberio), e gli altri (padernesi e non) che fanno ben sperare… Complimenti a Gianni Biffi e ai giovani di Chora!!!

Con loro andiamo… d(i)ritti al futuro!!!

D(i)ritti al futuro: basta plastica stasera al Metropolis

Il documentario che verrà presentato stasera ad Area Metropolis 2.0 merita attenzione. Sta riscuotendo interesse e ottenendo premi in vari festival del cinema a livello internazionale ed è giusto che venga conosciuto anche a casa nostra, dove in certo modo è nato.

Si apre così il ciclo D(i)ritti al futuro che mette insieme giovani, impegno, ecologia, cittadinanza attiva…

Ti aspetto.